From the 19th of September 2018, Mirabile will work with a new more efficient open source search engine. This new search engine will allow to implement new features in the future.
The search engine has been tested by the staff of the AIM (Integrated Archives for the Middle Ages).
However, if you encounter problems, expecially with complex queries, please contact the AIM staff at redazione@mirabileweb.it. Thank you for your collaboration

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Scheda LIO

Descrizione desunta

Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Redi 9

L [LIO]

Note: Fonte dei dati: descrizione desunta da Zamponi Canzoniere laurenziano (2001) pp. 215-45 e Bertelli Mss. Origini BML (2011) pp. 123-5 + facsimile

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni

sec. XIII ex.-XIV in. data stimata

Luogo di copia Toscana occidentale
membr.
ff. VII, 144, III';

numerazione a penna in cifre arabe (1-144), in numeri romani ai ff. 9-16 (II fascicolo) nell'angolo superiore esterno del recto del foglio (fine del XVII sec. - inizio del XVIII sec.). La numerazione corregge (correzioni e rasure) una precedente numerazione del XVI secolo (1-143), errata per ripetizione del f. 41. Seconda numerazione a penna nel margine inferiore esterno (di Enrico Rostagno, 1899). Numerazione dei fascicoli: nel centro del margine inferiore della carta finale di ogni fascicolo è presente una numerazione coeva, in lettere per i fascicoli I-III («primo», «secondo» e «terso»), in numeri romani per i fascicoli IV-XVIII; per la numerazione romana si riconoscono due mani: la prima ai fascicoli IV-V e XIV-XVI, la seconda ai fascicoli VI-XIII (ma «XIIII» nel ms., che dunque ricorre due volte) e il fascicolo XVIII, mentre il XVII non è leggibile per la rifilatura della carta; i numeri dal «VI» al «XVI» (escluso il «XIIII» che corrisponde al fascicolo XIII) modificano una precedente numerazione errata per eccesso di unità

; Fogli di guardia anteriori: a, b membr. recenti; c, cart. recente; I, cart. moderno; II-III, membr. antichi (almeno del XVI secolo); IV, cart. moderno; ff. di guardia posteriori: I', cart. moderno; [II'-III' non numerati], membr. recenti; fascicoli I-XVIII (8):

dimensioni: mm 238 × 174 (ai ff. 9 e 58); specchio di scrittura: mm 14 [172] 52 × 23 [58 (9) 55] 29 (ff. 1-104, misure al f. 9r); mm 14 [172] 52 × 23 [122] 29 (ff. 105-144, misure al f. 121r); 37 righe, 36 linee di scrittura: A colore, eseguita con la mina di piombo
disposizione del testo: Lettere e canzoni (ff. 1-104) impaginate su due colonne, sonetti (ff. 105-144) a pagina piena

scritture e mani 1littera textualis
2littera textualis
3littera textualis
4littera textualis
5littera textualis
6littera textualis
La1littera textualis
La2littera textualis
Lb1littera textualis
Lb2littera textualis
Lalittera textualis
note generali sulla scrittura: scrittura di più mani, 11 in littera textualis (Zamponi): pisane le mani La* (ff. 1r-8v), La1 (ff. 9ra-30ra fino a l. 20; 41ra-54ra e 61ra-71ra fino a l. 14), La2 (ff. 30ra da l. 22-34rb fino a l. 31, 54rb-56rb, 71ra-72ra, 73ra-98rb e 105r-135r), 5 (ff. 34rb da l. 33-36va fino a l. 3), 6 (ff. 36va da l. 5-38ra), 1 (ff. 50ra ll. 17-19, 62rb ll. 32-36, 80va ll. 21-24, 135v da l. 30-136r fino a l. 9), 2 (f. 74ra ll. 23-28), 3 (ff. 77vb ll. 7-16, 83va da l. 18-83vb fino a l. 28, 99ra da l. 2-99rb fino a l. 21, 135r da l. 29-135v ll. 2-9, 11, 20-27 e 29-30), 4 (f. 135v ll. 11-18); fiorentine Lb1 (ff. 99rb da l. 22-104vb), Lb2 (ff. 136r da l. 10-144v)


Lingua copisti italiano
Area dialettale 1 Pisano; 2 Pisano; 3 Pisano; 4 Pisano; 5 Pisano; 6 Pisano; La1 Pisano; La2 Pisano; Lb1 Fiorentino; Lb2 Fiorentino; La Pisano

Presenza di note / correzioni
Correzioni, integrazioni, note, notizie, sottolineature di più mani, maniculae e segni di nota

decorato: sei iniziali filigranate grandi realizzate in corrispondenza delle principali partizioni codicologiche e testuali del codice, ai ff. 1ra (iniziale bipartita rossa e azzurra su filigrana rossa e azzurra; l'iniziale è in modulo maggiore, individua la sezione delle Lettere), 41ra (l'iniziale, bipartita rossa e azzurra su filigrana azzurra con ritocchi rossi, apre le canzoni di frate Guittone), 61ra (azzurra su filigrana rossa, individua le canzoni di Guittone), 73ra (rossa su filigrana azzurra, individua le canzoni di altri autori), 105ra (azzurra su filigrana rossa, individua i sonetti di Guittone), 117ra (azzurra su filigrana rossa, individua i sonetti di frate Guittone). Iniziali medie e piccole in rosso, ma spazi riservati per le iniziali non realizzate ai ff. 34rb-35ra, 36va-37vb, 99ra-104v, 136r-144v; maiuscole toccate di giallo (ma non ai ff. 34rb-38va e 99r-104v) e di rosso; graffe in rosso per i sonetti delle Lettere (ff. 31v-32v) e nella sezione dei sonetti in corrispondenza dell'ottetto
Iniziali filigranate:

rubricato: rubriche rosse di mani diverse


Legatura moderna, in assi di legno con dorso di cuoio
Stato di conservazione Diverse cadute d'inchiostro, macchie di umidità. Danneggiata l'iniziale del f. 1r

Nomi Bernardo Benvenuti, possessore; Giovanni di Simone Berti, possessore; Redi Francesco, possessore; Redi Francesco Saverio, possessore; Simone Berti (1589-1659), possessore
Storia del manoscritto
Resta sconosciuta la storia dei primi secoli del manoscritto dopo il suo allestimento: l'unica traccia, che consiste in una nota in scrittura mercantesca dell'ultimo quarto del Trecento. (f. 58v), conduce a Firenze. Ai ff. IIIr e 9r, si legge la nota di possesso: «Di Giovanni di Simone Berti» e «Questo libro è di Giovanni Berti»; l'accademico della Crusca ne venne probabilmente in possesso dopo il 27 luglio 1581. Appartenne poi al figlio di Giovanni, Simone Berti (1589-1659), come il padre accademico della Crusca; la sua mano si identifica nella tavola del contenuto al f. IIIr, in una notizia storica al f. IIIv e in vari interventi nei margini del testo (il codice è inoltre menzionato in due elenchi in cui sono censiti i manoscritti appartenuti a Simone). Successivi possessori del manoscritto furono Bernardo Benvenuti (1634-1699) e Francesco Redi (1626-1698), che ne divenne proprietario nel 1670 (ma aveva già utilizzato in precedenza il codice per spogli linguistici); la sua nota di possesso ricorre a più riprese nel codice (ai ff. IIv «Di Francesco Redi 1670», 37v «Di Francesco Redi aretino 1670», 144r «Di Francesco Redi aretino 1670»); di suo pugno sono inoltre: l'integrazione della tavola del contenuto del f. IIIr, note storiche al f. IIIv e annotazioni lungo i margini del codice. Successivamente, il codice rimase nella biblioteca di famiglia e fu utilizzato da Giovanni Gaetano Bottari per l'edizione delle lettere di Guittone (1745). Il manoscritto è entrato nella Biblioteca Medicea Laurenziana nel 1820, per lascito testamentario di Francesco Saverio Redi.

Arrigo Testa da Lentino sec. XIII
Bacciarone di messer Bacone m. aq 31.8.1291
Betto Mettefuoco sec. XIII
Bianco di Bucarello sec. XIII ex.-XIV in.
Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257...
Chiaro Davanzati n. 1230-1240 - m. pq 20.8.1303 aq 27.4.1304
Dante da Maiano sec. XIII sm
Dotto Reali da Lucca m. aq settembre 1297
Dozzo Nori sec. XIII
Enzo (Re) n. 1220 ca. - m. 14.3.1272
Fabruzzo de' Lambertazzi da Perugia n. pq 1256 - m. aq 26.1.1273
Federigo dall' Ambra sec. XIII
Filippo da Messina sec. XIII
Galletto pisano n. sec. XIII prima metà - m. aq gennaio 1301
Geri Giannini ... 1283 ...
Giacomino Pugliese sec. XIII
Giacomo da Lentini sec. XIII
Giovanni d' Arezzo sec. XIII
Graziolo da Firenze ... 1290 ...
Guglielmo Beroardi n. 1220 ca. - m. 29.8.1282
Guido Cavalcanti sec. XIII, seconda metà
Guido delle Colonne ... 1242-1280 ...
Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276
Guido Orlandi n. aq 1265 - m. 1333-1338
Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294
Jacopo Mostacci ...1240-1262...
Lapo Saltarelli n. sec. XIII sm - m. aq 1326
Lemmo Orlandi n. 1260 ca. - m. aq 6.1.1294
Lotto di ser Dato ... 1292 ...
Lunardo del Guallacca sec. XIII
Masarello da Todi n. 1250/60 ca. - m. pq 1318
Mazzeo di Ricco sec. XIII
Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313
Mino del Pavesaio sec. XIII
Monte Andrea ...1268-1274...
Natuccio Cinquino m. aq 1301
Nocco di Cenni sec. XIII
Onesto da Bologna n. 1240 ca. - m. pq 1301 aq 1303
Pacino Angiulieri ...1266-1294...
Paganino da Serzana sec. XIII prima metà
Panuccio del Bagno n. ca 1230 - m. aq 13.05.1276
Pier della Vigna n. 1190-1200 ca. - m. 1249
Pietro Morovelli sec. XIII
Polo Zoppo ...1268-1273 (o 1288)...
Pucciandone Martelli m. pq 1298 aq marzo 1301
Rinaldo d' Aquino sec. XIII
Ruggerone da Palermo sec. XIII
Siribuono giudice sec. XIII
Stefano Protonotaro m. aq 1301
Terino da Castelfiorentino m. pq 1304
Terramagnino da Pisa sec. XIII
Tiberto Galliziani sec. XIII
Tomaso da Faenza ...1266-1293...
Tomaso di Sasso sec. XIII
Ubertino (messer) di Giovanni del Bianco d'Arezzo m. 1269
Ugo di Massa da Siena sec. XIII

Bibliografia CLPIO (1992) pp. CLVIII-CLIX; 99-221; Canzonieri Origini (L) (2000) (riproduzione fotografica a colori corredata di introduzione, tavole e indici); Zamponi Canzoniere laurenziano (2001) pp. 215-45; Leonardi Canzoniere Laurenziano (2001) pp. 155-214; Frosini Lingua Laurenziano (2001) pp. 247-97; Antonelli, Giacomo. Rime 2008 (2008) pp. LXXXII-LXXXIV; Bertelli Mss. Origini BML (2011) pp. 123-5 (scheda n. 93), tavv. CXLVI-CXLIX (con ampia bibliografia); Menichetti, Bonagiunta. Rime (2012) pp. XLVI-XLVII; Sangiovanni, T. di Faenza, Rime (2016) p. 14

0=01l-

0=02l-

0=03l-

0=04l-

0=05l-

0=06l- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Vostro dannaggio, amico, e vostra noia

0=07l- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Messer Corso Donati

0=08l-

0=09l-

0=10l-

0=11l- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Conte da Romena, non poco

0=12l- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, <O> generale in Toscana Vicaro

0=13l-

0=14l-

0=15l- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Non te posso, Simone

0=16l-

0=17l- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, No è da dir Gioane a tal che noce

0=18l-

0=19l-

0=20l-

0=21l-

0=22l-

0=23l-

0=24l-

0=25l-

0=26l-

0=27l-

0=27la- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Omo saccente vero

0=27lb- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, A renformare amore e fede e spera

0=28l-

0=29-

0=30l- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Messer Marzucco Scornigian, sovente

0=31l-

0=31la- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Poi sento ch'ogni tutto da Dio tegno

0=31lb- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tanto è Dio di servito esser degno

0=32l-

0=32la- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Pensando ch'ogni cosa aggio da Dio

0=33l-

0=33la- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Non volontà, ma om[o] fa ragione

0=34l-

0=34la- Dotto Reali da Lucca m. aq settembre 1297, Similimente chanoscensa move

0=35l-

0=35la- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Parlare scuro, dimandando, dove

0=36l-

0=37l-

0=38l-

0=39l-

0=40l-

0=40la- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Omo saccente vero

0=41l- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Messer Ranuccio amico

0=41lB-

1- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ora parrà s'eo saverò cantare

2- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Vergogna ho, lasso, ed ho me stesso ad ira

3- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi, quant' ho che vergogni e che doglia aggio

4- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O tu, de nome Amor, guerra de fatto

5- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O vera vertù, vero amore

6- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Degno è che che dice omo el defenda

7- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Poi male tutto è nulla inver peccato

8- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O cari frati miei, con malamente

9- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O dolce terra aretina

10- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tanto sovente dett'aggio altra fiada

11- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O bon Gesù, ov'è core

12- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Graziosa e pia

13- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Meraviglioso beato

14- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Beato Francesco, in te laudare

15- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Vegna, - vegna - chi vole giocundare

16- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Padre dei padri miei e mio messere

17- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Guido conte Novello, se om da pare

18- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Messer Petro da Massa legato

19- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Sovente vegio saggio

20- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Chi pote departire

21- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Omo saccente vero

22- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Comune perta fa comun dolore

23- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Magni baroni certo e regi quasi

24- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Onne vogliosa d'omo infermitate

24B-

25- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Se de voi, donna gente

26- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amor, non ò podere

27- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Chero con dirittura

28- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi, bona donna, che è devenuto

29- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioia ed allegranza

30- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tutto mi strugge 'n pensero e 'n pianto

31- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi Deo, che dolorosa

32- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, A renformare amore e fede e spera

33- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Lasso, pensando quanto

34- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Mante stagione veggio

35- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tuttor, s' eo veglio o dormo

36- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Voglia de dir giusta ragion m' ha porta

37- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, La gioia mia, che de tutt'altre è sovra

38- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tutto 'l dolor, ch' eo mai portai, fu gioia

39- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gente noiosa e villana

40- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gentil mia donna, gioi sempre gioiosa

41- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Altra gioi non m'è gente

42- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ora che la freddore

43- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi lasso, or è stagion de doler tanto

44- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi lasso che li boni e li malvagi

45- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Altra fiata aggio già, donne, parlato

46- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amor tanto altamente

47- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioia gioiosa piagente

48- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tutto ch'eo poco vaglia

48B-

49- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Madonna, il fino amor ched eo vo porto

50- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Donna, l'amor mi sforza

51- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Al cor gentil rempaira sempre amore

52- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Lo fin pregi' avanzato

53- Galletto pisano n. sec. XIII prima metà - m. aq gennaio 1301, Credeam'essere, lasso!

54- Lunardo del Guallacca sec. XIII, Sì come 'l pescio al lasso

55- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Madonna, dir vo voglio

56- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Ben m' è venuto prima cordoglienza

57- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Madonna mia, a voi mando

58- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Meravigliosa-mente

59- Galletto pisano n. sec. XIII prima metà - m. aq gennaio 1301, Inn-Alta-Donna ò mizo mia 'ntendansa

60- Tiberto Galliziani sec. XIII, Già lungiamente, Amore

61- Arrigo Testa da Lentino sec. XIII, Vostra orgolgliosa cera

62- Mazzeo di Ricco sec. XIII, Amore, avendo interamente voglia

63- Guglielmo Beroardi n. 1220 ca. - m. 29.8.1282, Membrando - ciò ch'Amore

64- Enzo (Re) n. 1220 ca. - m. 14.3.1272, Amor mi fa sovente

65- Enzo (Re) n. 1220 ca. - m. 14.3.1272, S'eo trovasse Pietanza

66- Guido delle Colonne ...1242-1280..., Ancor che·ll'aigua per lo foco lasse

67- Stefano Protonotaro m. aq 1301, Assai mi placeria

68- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Avegna che partensa

69- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Fina consideransa

70- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Similemente onore

71- Betto Mettefuoco sec. XIII, Amore, perché m'ài

72- Tiberto Galliziani sec. XIII, Blasmomi de l'amore

73- Paganino da Serzana sec. XIII prima metà, Contra lo meo volere

74- Guglielmo Beroardi n. 1220 ca. - m. 29.8.1282, Gravosa dimoranza (1)

75- Dotto Reali da Lucca m. aq settembre 1297, Di ciò che 'l meo cor sente

76- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Sovente aggio pensato di tacere

77- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Madonna, vostr' altera canoscensa

78- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Considerando l'altèra valensa

79- Amor, tegnomi matto

80- Monte Andrea ...1268-1274..., Ahi Deo merzé, che fia di me, Amore?

81- Monte Andrea ...1268-1274..., Ahi misero tapino, ora scoperchio

82- Monte Andrea ...1268-1274..., Ahi doloroso lasso, più non posso

83- Tomaso da Faenza ...1263-1293..., Amoroso voler m'àve commosso

84- Monte Andrea ...1268-1274..., Tanto m'abonda matera, di soperchio

85- Chiaro Davanzati n. 1230-1240 - m. pq 20.8.1303 aq 27.4.1304, A San Giovanni, a Monte, mia canzone

86- Mino del Pavesaio sec. XIII, Stato son lungiamente

87- Lemmo Orlandi n. 1260 ca. - m. aq 6.1.1294, Gravoso affanno e pena

88- Lemmo Orlandi n. 1260 ca. - m. aq 6.1.1294, Fera cagione e dura

89- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Madonna, vostr'altèro plagimento

90- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Di sì alta valens'a signoria

91- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Sì dilettoza gioia

92- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Poi c'ontra vogl[i]a, dir pena convene

93- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, La doloroza e mia grave dogl[i]ensa

94- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Considerando la vera partensa

95- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, La doloroza noia

96- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Doloroza dogl[i]ensa in dir m'adduce

97- Lotto di ser Dato ...1292..., De la fera infertà e angoscioza

98- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Magna medela a grave e periglioza

99- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Di dir già più non celo

100- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Poi che mia vogl[i]a varcha

101- Bacciarone di messer Bacone m. aq 31.8.1291, Nova m' è volontà nel cor creata

102- Bacciarone di messer Bacone m. aq 31.8.1291, Sì forte m' à costretto

103- Bacciarone di messer Bacone m. aq 31.8.1291, S' e', dolorozo, a voler movo dire

104- Chiar à in sé valore

105- Lasso taupino!, en che punto crudele

106- La gran sovrabbondansa

107- Lotto di ser Dato ...1292..., Fior di beltà e d'ogni cosa bona

107B-

108- Nocco di Cenni sec. XIII, Greve di gioia - pò l'om malenansa

109- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Amor non vole ch' io clami

110- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Dal core mi vene

111- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., La 'namoranza - disïosa

112- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Troppo son dimorato

112bis- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., S'io doglio no è meraviglia

113- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Poi no mi val merzé né ben servire

114- Tomaso di Sasso sec. XIII, L'amoroso vedere

115- Tomaso di Sasso sec. XIII, D'amoroso paese

116- Guido delle Colonne ...1242-1280..., Gioiosamente canto

117- Ruggerone da Palermo sec. XIII, Oi lasso! non pensai

118- Rinaldo d' Aquino sec. XIII, Poi li piace ch'avanzi suo valore

118bis- Rinaldo d' Aquino sec. XIII, Meglio val dire ciò ch'omo à 'n talento

119- Rinaldo d' Aquino sec. XIII, Amorosa donna fina

120- Pier della Vigna n. 1190-1200 ca. - m. 1249, Amore, in cui disio ed ò speranza

121- Stefano Protonotaro m. aq 1301, Assai cretti celare

122- Pier della Vigna n. 1190-1200 ca. - m. 1249, Amor, da cui move tutora e vene

123- Jacopo Mostacci ...1240-1262..., Allegramente canto

124- Giacomino Pugliese sec. XIII, Tutor la dolze speranza

125- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amor m'à priso e incarnato tutto

126- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amor, mercede, intende s'eo ragione

127- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Spietata donna e fera, ora te prenda

128- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Deo!, che non posso or disamar sì forte

129- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ai!, con' mi dol vedere omo valente

130- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Deo!, como pote adimorar piacere

131- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ai!, bona donna, or se, tutto ch'eo sia

132- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Pietà, per Deo, di me vi prenda, amore

133- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Se Deo - m'aiuti, amor, peccato fate

134- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amor, per Deo, mercé, mercé, mercede

135- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Deo!, com'è bel poder quel di mercede

136- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Fero dolore e crudel pena e dura

137- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, È da la donna mia comandamento

138- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Deo!, che ben aggia il cor meo, che sì bello

139- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Poi pur di servo star ferm'ò 'l volere

140- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Miri che dico onni om che servidore

141- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Qualunque bona donna àv'amadore

142- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ben l'à en podere e la ten canoscenza

143- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Sì como ciascun, quasi enfingitore

144- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, E poi lo meo penser fu sì fermato

145- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, En tale guisa son rimaso amante

146- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amor, se cosa è che 'n signoria

147- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Eo non son quel che cerca esser amato

148- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ai Deo!, chi vidde mai tal malatia

149- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ben saccio de vertà che 'l meo trovare

150- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amor, mercé, c'or m'è mister che stia

151- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amore, certo assai meravigliare

152- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Mastro Bandino, amico, el meo preghero

153- Bandino (mastro) sec. XIII, Leal Guittone, nome non verteri

154- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Mastro Bandin, vostr' e d'Amor mercede

155- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tuttor ch'eo dirò «Gioi», gioiva cosa

156- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Oimè lasso, com'eo moro pensando

157- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioi amorosa, amor, grazi'e mercede

158- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Piagente donna, voi ch'eo Gioi apello

159- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioiosa Gioi, sovr'onni gioi gioiva

160- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ai dolce Gioia, amara ad opo meo

161- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Dett'ò de dir: dirò, Gioia gioiosa

162- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Eo t'aggio inteso, e te responderaggio

163- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Grazi' e mercé voi, gentil donna orrata

164- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Eo non tegno già quel per bon fedele

165- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Lo dolor e la gioi del meo coraggio

166- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Deo!, con' dimandi ciò che·tt'ò donato

167- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Oimè, che dite, amor? Mercé, per Deo

168- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Consiglioti che parti; e se 'l podere

169- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Lasso!, non sete là dov'eo tormento

170- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Per fermo se' ben om che gravemente

171- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ai! come m'è crudel, forte e noiosa

172- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Me pesa assai, se sì grav'è 'l tuo stato

173- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Donque mi parto, lasso, almen de dire

174- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioia gioiosa, a me noi' e dolore

175- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Viso non m'è ch'eo mai potesse «Gioia»

176- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Legiadra Noia e aprufica altera

177- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ai mala Noia, mal vo doni Deo

178- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Deo! che mal aggia mia fed' e mi' amore

179- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Certo, Noia, non so ch'eo faccia o dica

180- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Lasso!, en che mal punto ed en che fella

181- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ai lasso, como mai trovar poria

182- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Altro che morte ormai non veggio sia

183- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Certo, Guitton, de lo mal tuo mi pesa

184- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioia d'onne gioioso movimento

185- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioia gioiosa più che non pò dire

186- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ben aggia ormai la fede e l'amor meo

187- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Voi che penate di saver lo core

188- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amore e gioia, bella Gioia, sento

189- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ai! como ben del meo stato mi pare

190- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Non sia dottoso alcun om, per ch'eo guardi

191- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Com'eo più dico, piu talent'ò dire

192- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, De tutte cose e cagione e momento

193- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ben meraviglio como om conoscente

194- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioi amorosa, amor, vostro lignaggio

195- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, In fede mia, che 'n amor grande aiuto

196- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Con' più m'allungo, più m'è prossimana

197- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioi amorosa, amor, senpre lontano

198- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ai dolze cosa, perfetta Speranza

199- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Lontano son de Gioi e Gioi de mene

200- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioi amorosa, amor, pensando quanto

201- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Deporto - e gioia nel meo core à·pporta

202- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, De coralmente amar mai non dimagra

203- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Già lungiamente sono stato punto

204- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Del valoroso valor coronata

205- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Villana donna, non mi ti disdire

206- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Non mi disdico, villan parladore

207- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Certo, mala donna, malo accatto

208- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Così ti doni Dio mala ventura

209- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ai Deo, chi vidde donna vizïata

210- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Or son maestra di villan parlare

210B-

211- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi, che villano e che folle follore

212- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi, como matto è ben senza questione

213- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O tu, lass' om, che ti dai per amore

214- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Pare che voglia dicere l'autore

215- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gioncell'a fonte, parpaglione a foco

216- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Lo gran desio face allegerare

217- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Non me posso fidare en mia defenza

218- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O voi detti segnor, ditemi dove

219- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O grandi secular, voi che pugnate

220- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Miri, miri catuno, a cui bisogna

221- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Franchezza, segnoria, senno e riccore

222- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O quanto fiedi me forte sanando

223- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O grave, o fellonesco, o periglioso

224- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O tracoitata e forsennata gente

225- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Nescienza e più scienza carnale

226- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Superbia, tu se' capo di peccato

227- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Avarizia tu meriti affanno

228- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Lussuria, tu di saggi' om matto fai

229- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Invidia, tu nemica a catun see

230- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Vizio di gola, tu brutto e ontoso

231- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tu vizio, accidia, a cui ben fastidioso

232- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ira, pessimo vizio, acceca mente

233- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gloria vana, tu furtivamente

234- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, D'animo fievilezza e codardia

235- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Non giustizia, cioè falsezza e torto

236- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O d'onni bono bon, bona vertue

237- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, De vertù de scienzia, il cui podere

238- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tu, costante e sicuro fondamento

239- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Larghezza, tu vertù, dand'e tenendo

240- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Castitate, tu luce e tu bellore

241- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amistade d'envidia è medicina

242- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Temperanza di corpo è sanitade

243- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Pensand'om che val bon disio, fa d'esso

244- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Dolze vertù, mansuetudo, e degna

245- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O tu, devino amor bon, caritate

246- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Gloria vera e onor tutto orrato

247- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, D'animo tu bona vertù fortezza

248- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O tu, giustizia, d'onestà sprendore

249- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Carissimi, piò fiate e or appare

250- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tanto de vertù, frati, e dignitate

251- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, De vizi tutti, frati, e vertù dire

252- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O carissimi miei, qual è cagione

253- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O sommo bono e de bon solo autore

254- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Solament' è vertù che debitore

255- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O benigna, o dolce, o preziosa

256- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi, como è ben disorrato nescente

257- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O felloneschi, o traiti, o forsennati

258- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Sì como già dissi anche, alcuna cosa

259- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Sì come no a corpo è malattia

260- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O frati miei, voi che disiderate

261- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Auda che dico chi vole arricchire

262- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tre cose son, per che move catono

263- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Auda chi vole adessa il mio parere

264- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi, che grave dannaggio e che noioso

265- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O donne mie, leale e buono amore

266- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O voi, giovane donne, o misagiate

267- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O motto vile e di vil cor messaggio

268- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Messer Bottaccio amico, ogn' animale

269- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Se vole, amico, amor gioi a te dare

270- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Messer Giovanni amico, 'n vostro amore

271- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Alberigol de Lando, appena cosa

272- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Diletto e caro mio, nova valore

273- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O messer Berto Frescubaldi, Iddio

274- Ragione mosse ed amor lo fattore

275- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Che bon Dio sommo sia creatore

276- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Se 'l filosofo dice: «È necessaro

277- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Necessaro mangiar e bere è chiaro

278- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, [O] caro padre meo, de vostra laude

279- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Figlio mio dilettoso, in faccia laude

280- Alquanto scusa l' omo dicer fermo

281- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Giudicare e veder del tutto fermo

282- Ubertino (messer) di Giovanni del Bianco d'Arezzo m. 1269, Se 'l nome deve seguitar lo fatto

283- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Giudice Ubertin, in catun fatto

284- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi, che bon m'è veder ben patiente

285- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Deo, con fu dolce e ben aventuroso

286- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Alcun conto di te, conte Gualtieri

287- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Guidaloste, assai se' lungiamente

288- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O tu, om de Bologna, sguarda e sente

289- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Giudice de Gallura, en vostro amore

290- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Guelfo conte e Pucciandon, la voce

291- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, De prusor parte, prior de Fiorenza

292- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O Finfo amico, dire io, voi presente

293- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Primo e maggio bono, al meo parere

294- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Messer Gentil, la ricca e nova pianta

295- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Mastro Bandin, se mal dett'ho d'amore

296- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Tutt' el maggiore bono amistà sia

297- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O giudice Gherardo, ah me, che stroppo

298- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Bene vegg'ïo ch'è chi te rabuffa

299- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Se non credesse dispiacere a Dio

300- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Picciul e vile om grande e car tenire

301- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O vero mio de vendemmia compare

302- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Lo dire e 'l fatto tutto certo e 'l sono

303- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Vogli' e ragion mi convit' e rechere

304- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Lo nom' al vero fatt' ha parentado

305- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Vacche né tora pió neente bado

306- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Dispregio pregio u' non pregi' ha pregianza

307- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Pur a pensar mi par gran meraviglia

308- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Sì sono angostïoso e pien di doglia

309- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Fra l'altre pene maggio credo sia

310- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Biltà di donna e di saccente core

311- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, A scuro loco conven lume clero

312- Dotto Reali da Lucca m. aq settembre 1297, A pió voler mostrar che porti vero

313- Monte Andrea ...1268-1274..., Languisce 'l meo spirito ser' e mane

314- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Vita noiosa, pena soffrir làne

315- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Lasso!, sovente - sente - che Natura

316- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Se quei che regna e 'n segnoria enpera

317- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Dolendo, amico, di gravosa pena

318- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Raprezentando a chanoscensa vostra

319- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Pregh'a chi dorme c'oramai si svegli

320- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Piggiore stimo che morso di capra

321- Panuccio del Bagno n. 1230 ca. - m. aq 1276 o 1307, Lasso di far più verso

322- Federigo dall' Ambra sec. XIII, Amor, che tutte cose signoreggia

323- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Voi, ch'avete mutata la mainera

324- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Omo ch'è saggio non corre leggero

325- Q[uan]t' aggio ingiegno e forsa in veritade

326- Quando valore e senno d'om si mostra?

327- Natuccio Cinquino m. aq 1301, Aldendo dire l'altero valore

328- Bacciarone di messer Bacone m. aq 31.8.1291, Tua scritta, intesi bene lo tinore

329- Geri Giannini ...1283..., Meo fero stato, - Nato, - è·ssì forte

330- Natuccio Cinquino m. aq 1301, Poi sono stato - convitato - a·ccorte

331- A·cquei ch'è sommo dicitore altero

332- Verac'è 'l ditto che chi à misura

333- Natuccio Cinquino m. aq 1301, A ccui prudensa porge alta lumera

334- Bacciarone di messer Bacone m. aq 31.8.1291, Chi nel dolore à bona sofferensa

335- Terramagnino da Pisa sec. XIII, Poi dal mastro Guitton latte tenete

336- Geronimo, com' credo voi sapete

337- «Madonn', eo dotto.» «Di che ài dottanza?»

338- Sì come 'l mare face per tenpesta

339- Del mar si· ronpe l' onda e ffa tenpesta

340- Lo gran valore - e la gentil plagenza

341- Poso 'l corpo 'n un loco meo pigliando

342- Chi ricevé giammai sì fero inganno

343- Nobile donna, di corona degna

344- Chi sua voglensa - ben avesse intera

345- Geri Giannini ...1283..., Magna ferendo me tuba 'n oregli

346- Siribuono giudice sec. XIII, Tanto saggio e bon poi me somegli

347- Poi dell' al[tre] [opre] tutte conpimento

348- Pucciandone Martelli m. pq 1298 aq marzo 1301, Signor sensa pietansa udit'ò dire

349- Pucciandone Martelli m. pq 1298 aq marzo 1301, Similemente, - gente - crïatura

350- Mino del Pavesaio sec. XIII, Quanto ti· piace, Amore, m' affann' e tira

351- Giacomo da Lentini ?, Lo badalisco a lo specchio lucente

352- Monte Andrea ...1268-1274..., Sì come ciascun om può sua figura

353- Chiaro Davanzati n. 1230-1240 - m. pq 20.8.1303 aq 27.4.1304, Come 'l fantin ca ne lo speglio smira

354- Meo Abbracciavacca m. aq dicembre 1313, Amore amaro, a morte m' ài feruto

355- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Ch'eo cor avesse, mi potea laudare

356- Doglio, languendo di greve pezansa

357- Cogli occhi, amor, dolce saette m'archi

358- Per lunga dimoransa

359- Federigo dall' Ambra sec. XIII, S'Amor, da cui procede bene e male

360- Federigo dall' Ambra sec. XIII, A due singnor' non pò durar un rengno

361- Siribuono giudice sec. XIII, Del dolor tant' è 'l soverchio fero

362- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Me piacie dire com' io sento d' amore

363- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Esto amore nonn- è tutti comunale

364- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, È sua natura e suo podere d' amore

365- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Lo modo del' amante essere dia

366- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Perché diverssi causi sono, convene

367- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, M[a] eo non mi· credo gia c' alchuno amante

368- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ora dirà l' ommo già che lo podere

369- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Or torno a dire che l' amante àve a fare

370- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Or - ché dirà overo - ché farà dire

371- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ed en ciaschuna vol ·si conto e sagio

372- Lapo Saltarelli m. aq 1326, [C]onsiderando ingegno e presio fino

373- Giovanni d' Arezzo sec. XIII, [L'] usciel fenicie, quando ven al morire

374- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Lo viso - mi fa andare alegramente

375- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., [E]o viso - e son diviso - da lo viso

376- Chiaro Davanzati n. 1230-1240 - m. pq 20.8.1303 aq 27.4.1304, Imparo - m'è pervenire a l'amore

377- Pacino Angiulieri ...1266-1294..., Imparo - sempre condizion' d'amore

378- Giovanni d' Arezzo sec. XIII, [P]elao con sua lancia atoscichata

379- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Dev'omo a la fortun' a bon corag[g]io

380- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., A l'aire claro ò vista ploggia dare

381- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Sì alta amanza à pres' a lo me' core

382- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Per sofrenza si vince gran vetoria

383- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Certo me par che far dea bon signore

384- Giovanni Marotolo XIII ex.-XIV in., [Q]uando de cosa l' omo à disiança

385- Giovanni Marotolo XIII ex.-XIV in., [D]apoich' i' v' amo, donna mia valente

386- Lapo Saltarelli m. aq 1326, [C]ontr' agio di grand' ira benvolle[n]ça

387- Polo Zoppo ...1268-1273 (o 1288)..., [S]ì como 'l balenato è foco aciso

388- Polo Zoppo ...1268-1273 (o 1288)..., [L]adro mi· se[n]bra Amore, poi che fesse

389- Polo Zoppo ...1268-1273 (o 1288)..., [S]ì como quel che porta la lumera

390- Tomaso da Faenza ...1263-1293..., Invidïosa gent'e malparlera

391- Tomaso da Faenza ...1263-1293..., Com', a le stelle sopra, la dïana

392- Tomaso da Faenza ...1263-1293..., In voi, Amore, lo nom' à falluto

393- Masarello da Todi n. 1250/60 ca. - m. pq 1318, [O]gn'-omo deve asai charo tenere

394- Polo Zoppo ...1268-1273 (o 1288)..., [N]on si· changi la fina benvolliença

395- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Sì como 'l parpaglion ch'à tal natura

396- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Chi non avesse - mai veduto foco

397- Graziolo da Firenze ... 1290 ..., [G]lli ochi sono mesagi delo chore

398- Mazzeo di Ricco sec. XIII, Chi conoscesse sì la sua falanza

399- Onesto da Bologna n. 1240 ca. - m. pq 1301 aq 1303, Davante voi, madonna, son venuto

400- Polo Zoppo ...1268-1273 (o 1288)..., [V]oi, che tanto inver' me umiliate

401- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Feruto sono e chi di me è ferente

402- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Qual omo è su la rota per ventura

403- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., [O]mo ch'è sag[g]io ne lo cominciare

404- Nel tempo averso om de' prender conforto

405- Fabruzzo de' Lambertazzi da Perugia n. pq 1256 - m. aq 26.1.1273, Homo nun prese ancor sí saçamente

406- Lapo Saltarelli m. aq 1326, Chi se medesmo inganna per negghienza

407- Rinuccino (maestro) da Firenze n. 1230 ca. - m. aq 20.2.1299, Gentil Donzella, di pregio nomata

408- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Diamante, né smiraldo, né zafino

409- Giacomo da Lentini ?, Guardando basalisco velenoso

410- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Ogn'omo ch'ama de' amar so 'nore

411- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Madonna à 'n sé vertute con valore

412- Filippo da Messina sec. XIII, Ai, siri Deo, con' forte fu lo punto

413- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Voi, ch'avete mutata la mainera

414- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Omo ch'è saggio non corre leggero

415- Ubaldo di Marco XIII ex.-XIV in., [N]ovello sonetto mando per mesagio

416- Chiaro Davanzati n. 1230-1240 - m. pq 20.8.1303 aq 27.4.1304, In ogni cosa vuol senno e misura

417- Pietro Morovelli sec. XIII, Come l'arcento vivo fugge il foco

418- Masarello da Todi n. 1250/60 ca. - m. pq 1318, [De] gran guisa mi· fa meravilliare

419- Bianco di Bucarello sec. XIII ex.-XIV in., [S]i com' ogn' altra fera lo leone

420- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., A me adovene com'a lo sitello

421- Giovanni Marotolo XIII ex.-XIV in., [C]hi nele pietre semina somente

422- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Tutto lo mondo si mantien per fiore

423- Ugo di Massa da Siena sec. XIII, In ogni membro un spirito m'è nato

424- Giovanni Marotolo XIII ex.-XIV in., [Q]uanti più sono li doni d' amore

425- Giovanni Marotolo XIII ex.-XIV in., [V]ostro fin pregio e fina canosciença

426- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Lamentomi di mia disaventura

427- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Voi che penate di saver lo core

428- Dozzo Nori sec. XIII, [N]o vi· dispiacia, donna mia, d' aldire

429- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Angelica figura - e comprobata

430- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., D[e] dentro da la nieve esce lo foco

431- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Quand'om à un bon amico leiale

432- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, O tu, lass' om, che ti dai per amore

Note Fonte dei dati: descrizione desunta da Zamponi Canzoniere laurenziano (2001) pp. 215-45 e Bertelli Mss. Origini BML (2011) pp. 123-5 + facsimile

Regesto Contiene ai ff. 1ra-56rb: lettere e canzoni di frate Guittone d'Arezzo, sonetti di corrispondenti (Meo Abbracciavacca, Dotto Reali da Lucca) - ff. 56v-60v: originariamente bianchi - ff. 61ra-72ra: canzoni di Guittone d'Arezzo - ff. 72ra-72v: bianchi - ff. 73ra-98rb: canzoni di Guido Guinizelli, Galletto pisano, Lunardo del Guallacca, Giacomo da Lentini, Tiberto Galliziani, Arrigo Testa da Lentino, Mazzeo di Ricco, Guglielmo Beroardi, Re Enzo, Guido delle Colonne, Stefano Protonotaro, Bonagiunta Orbicciani, Betto Mettefuoco, Paganino da Serzana, Guglielmo Beroardi, Dotto Reali da Lucca, Meo Abbracciavacca, Monte Andrea, Tomaso da Faenza, Chiaro Davanzati, Mino del Pavesaio, Lemmo Orlandi, Panuccio del Bagno, Lotto di ser Dato, Bacciarone di messer Bacone e anonime - f. 98v: bianco - ff. 99ra-104vb: canzoni di Nocco di Cenni, Giacomo da Lentini, Tomaso di Sasso, Guido delle Colonne, Ruggerone da Palermo, Rinaldo d'Aquino, Pier della Vigna, Stefano Protonotaro, Jacopo Mostacci, Giacomino Pugliese - ff. 105r-115v: sonetti di Guittone d'Arezzo e uno di mastro Bandino (in tenzone con Guittone) - f. 116r-v: bianco - ff. 117r-128v: sonetti di Guittone d'Arezzo (e di suoi corrispondenti: due anonimi, Meo Abbracciavacca, Guido Guinizzelli, messer Ubertino di Giovanni del Bianco d'Arezzo) - ff. 129r-144v: sonetti di Guido Guinizelli, Guido Cavalcanti, Meo Abbracciavacca, Dotto Reali da Lucca, Monte Andrea, Panuccio del Bagno, Federigo dall'Ambra, Bonagiunta Orbicciani, Natuccio Cinquino, Bacciarone di messer Bacone, Geri Giannini, Terramagnino da Pisa, Siribuono giudice, Pucciandone Martelli, Mino del Pavesaio, Giacomo da Lentini, Chiaro Davanzati, Guittone d'Arezzo, Lapo Saltarelli, Giovanni d'Arezzo, Pacino Angiulieri, Giovanni Marotolo, Polo Zoppo, Tomaso da Faenza, Masarello da Todi, Graziolo da Firenze, Mazzeo di Ricco, Onesto da Bologna, Fabruzzo de' Lambertazzi da Perugia, maestro Rinuccino da Firenze, Filippo da Messina, Ubaldo di Marco, Pietro Morovelli, Bianco di Bucarello, Ugo di Massa da Siena, Dozzo Nori e anonimi.

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript-rom/firenze-biblioteca-medicea-laurenziana-redi-9-manoscript/LIO_32352

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

I cookie tecnici devono essere sempre abilitati per poter usufruire dei servizi di base sel sito web.

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy