From the 19th of September 2018, Mirabile will work with a new more efficient open source search engine. This new search engine will allow to implement new features in the future.
The search engine has been tested by the staff of the AIM (Integrated Archives for the Middle Ages).
However, if you encounter problems, expecially with complex queries, please contact the AIM staff at redazione@mirabileweb.it. Thank you for your collaboration

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Scheda LIO

Responsabile descrizione interna Irene Tani

Descrizione diretta

Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Pal. 204

Pal1

Note: Fonte dei dati: ms. + De Robertis [2015]

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni

sec. XVI (post 1514) data stimata
Note datazione in base alla collocazione stemmatica della testimonianza di Pal1 rispetto all'appendice aldina petrarchesca stampata a Venezia nel 1514 (A1 nell'edizione De Robertis, Dante. Rime) De Robertis propone di datare il codice post 1514 (cfr. De Robertis App. Aldina, pp. 464, 476-8)
cart.
ff. III, 312, I'; numerazione antica saltuaria a penna, per lo più di cinque in cinque fino a 110 e completata da mano moderna, sia a lapis che a penna, e da f. 113 continua, 1-313 con salto del numero 164; da f. 113 a 311 numerazione antica 96-293; bianchi i ff. 55v, 113v, 311v-313v; guardie moderne numerate a lapis I-III e I'; fascicoli I-V (20), VI (8), VII (4+1), VIII-XVII (20): la composizione del sesto fascicolo rimane incerta; regolari richiami, assenti soltanto alla fine dei fascicoli VI (f. 108v), VII (f. 113v), XVI (f. 294v). Tra i ff. 311 e 312 sono inseriti quattro fogli di formato minore e variabile (max. mm. 245 × 200), numerati a lapis 311a-311d, di cui bianchi i ff. 311av, 311br-v, 311dr-v: sul recto del primo foglio si legge una nota di mano del sec. XVIII ex. o XIX in. - che tra l'altro avanza l'ipotesi che il codice sia in parte autografo di Lorenzo Medici - e in basso un'aggiunta, in corpo minore, di mano seriore; il f. 311cr-v è una lettera autografa di Apostolo Zeno a Iacopo Facciolati, datata 30 maggio 1742 e relativa al manoscritto
dimensioni: mm. 281 × 210; specchio di scrittura: variabile, mm. 230 × 165 (f. 20v); mm. 220 × 135 (f. 50v); mm. 230 × 80 (f. 79r); mm. 210 × 120 (f. 133r)
disposizione del testo: versi in colonna

note generali sulla scrittura: tre mani coeve e in collaborazione: la prima ai ff. 1r-35v (fino all'ottava riga) e da f. 114r fino alla fine; la seconda, creduta un tempo di Lorenzo Medici, da f. 35v (dalla nona riga)  fino a f. 110v (fino alla tredicesima riga); la terza da f. 110v (dalla quattordicesima riga)  a f. 113r


Presenza di glosse / correzioni
Nella sezione copiata dalla prima mano sono presenti numerose postille e varianti apposte da una mano coeva; in tutto il codice si registrano cassature, sovrascritture e integrazioni

Iniziali semplici: iniziali semplici dello stesso colore del testo; alcune iniziali non sono state realizzate
rubricato: presenti rubriche dello stesso colore del testo


Legatura del sec. XVII, in pergamena.

A f. 1r, nel margine inferiore, di difficile lettura: «Bonifatij Banfilij».
Nomi Apostolo Zeno, parzialmente autografo di; Apostolo Zeno, lettore
Storia del manoscritto
Il manoscritto, rappresentante della tradizione della Raccolta Aragonese, appartenne alla Biblioteca Foscarini, dove venne visionato da Apostolo Zeno (sec. XVIII); successivamente entrò nella Biblioteca Imperiale di Vienna, dalla quale passò alla Biblioteca Palatina di Firenze. Precedenti segnature: «E.5.5.43», «721»

Bibliografia Barbi Vita Nuova 1907 (1907) p. XXXIV; De Robertis App. Aldina (1954) pp. 464, 476-8; De Robertis Censimento I (1960) pp. 240-1 (n. 77) (con bibliografia precedente); Bertolini, Certame (1993) p. 23; Banchi-Stefanin Commedia (1998) p. 96; Macciocca Pal. 204 (2001) pp. 81-97 (tavola); De Robertis, Dante. Rime (2002) vol. I* pp. 304-7 (con tavola parziale); MDI IX (2003) p. 63 (mss. scartati); Piccini, Sennuccio. Rime (2004) p. XC; Decaria, F. Alberti. Rime (2008) p. XXXVII; Malato-Mazzucchi Cens. Commenti (2011) pp. 728-9 (n. 321); Lorenzi, Fazio. Rime (2013) pp. 70-1; Leporatti, Boccaccio. Rime (2013) pp. LXX-LXXI; Manzi Rime spurie di Dante. Tesi (2014) pp. 93-4; Banella La «Vita nuova» (2017) p. 296; Rea, Lapo Gianni. Rime (2019) p. 145; Dante e il suo tempo (2021) vol. I pp. 167-8 (tav. 82)

0=1-

0=2-

0=3- Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, Vita nova

0=3B-

1- Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, Ne le man vostre, gentil donna mia

2- Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, Chi guarderà giammai sanza paura

3- Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, Degli occhi della mia donna si move

4- Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, Parole mie che per lo mondo siete

5- Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, Voi che savete ragionar d'amore

6- Cino da Pistoia ?, E' non è legno di sì forti nocchi

7- Cino da Pistoia ?, Ben dico certo che non è riparo

8- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Io son sì vago de la bella luce

9- Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, O dolci rime che parlando andate

10- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Tegno de folle 'mpres', a lo ver dire

11- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Donna, l'amor mi sforza

12-

13- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Al cor gentil rempaira sempre amore

14- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Madonna, il fino amor ched eo vo porto

15- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Lo vostro bel saluto e 'l gentil sguardo

16- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Vedut' ho la lucente stella diana

17- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Dolente, lasso, già non m'asecuro

18- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Io voglio del ver la mia donna laudare

19- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Ch'eo cor avesse, mi potea laudare

20- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Pur a pensar mi par gran meraviglia

21- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Sì sono angostïoso e pien di doglia

22- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Fra l'altre pene maggio credo sia

23- Rinuccino (maestro) da Firenze n. 1230 ca. - m. aq 20.2.1299, Gentil Donzella, di pregio nomata

24- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Lamentomi di mia disaventura

25- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Voi, ch'avete mutata la mainera

26- Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, Omo ch'è saggio non corre leggero

27- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Amor, non ò podere

28- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Se de voi, donna gente

29- Guittone d' Arezzo n. 1230-1240 - m. 21.8.1294, Ahi Deo, che dolorosa

30- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Era in penser d'amor quand' i' trovai

31- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, I' prego voi che di dolor parlate

32- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Gli occhi di quella gentil foresetta

33- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Donna me prega, - per ch'eo voglio dire

34- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Io non pensava che lo cor giammai

35- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, In un boschetto trova' pasturella

36- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Posso degli occhi miei novella dire

37- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Se m'ha del tutto oblïato Merzede

38- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, La forte e nova mia disaventura

39- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Vedete ch'i' son un che vo piangendo

40- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Perch'i' no spero di tornar giammai

41- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Veggio negli occhi de la donna mia

42- Guido Cavalcanti ?, I' vidi donne con la donna mia

43- Guido Cavalcanti ?, Sol per pietà ti prego, Giovanezza

44- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Poi che di doglia cor conven ch'i' porti

45- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Quando di morte mi conven trar vita

46- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Pegli occhi fere un spirito sottile

47- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Certo non è de lo 'ntelletto acolto

48- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Avete 'n vo' li fior' e la verdura

49- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, A me stesso di me pietate vène

50- Bernardo da Bologna sec. XIII, A quella amorosetta foresella

51- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Ciascuna fresca e dolce fontanella

52- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Deh, spiriti miei, quando mi vedete

53- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Io temo che la mia disaventura

54- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Una giovane donna di Tolosa

55- Amico di Dante fl. sec. XIII ex., Morte gentil, rimedio de' cattivi

56- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Novelle ti so dire, odi, Nerone

57- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Perché non fuoro a me gli occhi dispenti

58- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Veder poteste, quando v'inscontrai

59- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Chi è questa che vèn, ch'ogn'om la mira

60- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Biltà di donna e di saccente core

61- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Un amoroso sguardo spiritale

62- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Se non ti caggia la tua santalena

63- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, La bella donna dove Amor si mostra

64- Guido Orlandi n. aq 1265 - m. 1333-1338, A·ssuon di trombe anzi che di corno

65- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Vedeste, al mio parere, ogni valore

66- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, I' vegno 'l giorno a·tte 'nfinite volte

67- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Certe mie rime a·tte mandar vogliendo

68- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Se vedi Amore, assai ti priego, Dante

69- Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, Amore e monna Lagia e Guido ed io

70- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Guata, Manetto, quella scrignutuzza

71- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, Se Mercé fosse amica a' miei disiri

72- Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, O tu, che porti nelli occhi sovente

73- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Sì m'hai di forza e di valor distrutto

74- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Graziosa Giovanna, onora e 'leggi

75- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Poscia ch'io vidi gli occhi di costei

76- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, I' no spero che mai per mia salute

77- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Lo intelletto d'amor ch'io solo porto

78- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Io era tutto fuor di stato amaro

79- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Novelle non di veritate ignude

80- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Oimè, ch'io veggio per entr'un pensero

81- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, L'anima mia, che si va peregrina

82- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Se Mercé non m'aiuta, il cor si more

83- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, In disnor e 'n vergogna solamente

84- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Oimè lasso, or sonv'io tanto a noia

85- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Li vostri occhi gentili e pien' d'amore

86- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, O tu, Amor, che m'hai fatto martire

87- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Vinta e lassa era l'anima mia

88- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Deh, non mi domandar perché sospiri

89- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Vedete, donne, bella creatura

90- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Senza tormento di sospir' non vissi

91- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Poi ched e' t'è piaciuto ched i' sia

92- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Una gentil piacevol giovanella

93- Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, Questa donna ch'andar mi fa pensoso

94- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, O voi che siete ver' me sì giudei

95- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, La bella donna che 'n vertù d'Amore

96- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Voi che per nova vista di ferezza

97- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Lo fin piacer di quell'adorno viso

98- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Signori, i' son colui che vidi Amore

99- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Omo smarruto che pensoso vai

100- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Deh! com' sarebbe dolce compagnia

101- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Bene è forte cosa il dolce sguardo

102- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Una donna mi passa per la mente

103- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Amore è uno spirito ch'ancide

104- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, O lasso, ch'io credea trovar pietate

105- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Tu che sei voce che lo cor conforte

106- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Se non si muor, non troverà mai posa

107- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Signor, e' non passò mai peregrino

108- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Avegna che crudel lancia 'ntraversi

109- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Se lo cor vostro de lo nome sente

110- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Saper vorrei s'Amor, che venne acceso

111- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Ogn'allegro penser ch'alberga meco

112- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Ciò che procede di cosa mortale

113- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Fa' de la mente tua specchio sovente

114- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Donna, io vi miro e non è chi vi guidi

115- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Dante, i' ho preso l'abito di doglia

116- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Lo fino Amor cortese, ch'ammaestra

117- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, O giorno di tristizia e pien di danno

118- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Sì doloroso, non poria dir quanto

119- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Zaffiro che del vostro viso raggia

120- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Per una merla che dintorno al volto

121- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Merzé di quel signor ch'è dentro a meve

122- Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, Non v'accorgete voi d'un che·ssi more

123- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Li atti vostri leggiadri e 'l bel diporto

124- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Giusto dolore a la morte m'invita

125- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Amico, s'egualmente mi ricange

126- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Madonna, la beltà vostra infollìo

127- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, S'io mi ripùto di niente alquanto

128- Onesto da Bologna n. 1240 ca. - m. pq 1301 aq 1303, Quella che in cor l' amorosa radice

129- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Anzi ch'Amore ne la mente guidi

130- Onesto da Bologna n. 1240 ca. - m. pq 1301 aq 1303, Assai son certo che somenta in lidi

131- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Se mai leggesti versi de l'Ovidi

132- Onesto da Bologna n. 1240 ca. - m. pq 1301 aq 1303, Siete voi, messer Cin, se ben v' adocchio

133- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Io son colui che spesso m'inginocchio

134- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Bella e gentile amica di pietate

135- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Ora che rise lo spirito mio

136- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Ciò ch'i' veggio di qua m'è mortal duolo

137- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Non credo che 'n madonna sia venuto

138- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Se li occhi vostri vedesser colui

139- Terino da Castelfiorentino ? m. pq 1304, Naturalmente chere ogne amadore

140- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Moviti, Pietate, e va incarnata

141- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Infin che gli occhi miei non chiude Morte

142- Onesto da Bologna n. 1240 ca. - m. pq 1301 aq 1303, Sì m' è fatta nemica la Mercede

143- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Messer, lo mal che ne la mente siede

144- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Sta nel piacer de la mia donna Amore

145- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Veduto han gli occhi miei sì bella cosa

146- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Tutto mi salva il dolce salutare

147- Cino da Pistoia ?, Lasso me, ch'io non veggio il chiaro sole!

148- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, La udienza degli orecchi miei

149- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Occhi miei, fuggite ogni persona

150- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, La dolce vista e 'l bel guardo soave

151- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Io che nel tempo reo

152- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Come in quelli occhi gentili e in quel viso

153- Cino da Pistoia ?, Cori gentili, serventi d' Amore

154- Cino da Pistoia ?, Amor c'ha messo 'n gioia lo mio core

155- Cino da Pistoia ?, La dolce innamoranza

156- Io mi sono tucto dato a trager oro

157- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, L'uom che conosce tegno ch'aggi ardire

158- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Io non posso celar lo mio dolore

159- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Angel di Deo simiglia in ciascun atto

160- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, L'alta speranza che mi reca Amore

161- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Degno son io ch'io mora

162- Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, Lasso! ch'amando la mia vita more

163- Cino da Pistoia ?, Tanta paura m'è giunta d' Amore

164- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Un sol penser che mi vèn ne la mente

165- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Poscia che dir conviemmi ciò ch'io sento

166- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Voi che piangete nello stato amaro

167- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Per gir verso la spera, la finice

168- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Donna, da gli occhi tuoi par che si mova

169- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Amor, se tu se' vago di costei

170- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Tanta è l'angoscia ch'i' nel cor mi trovo

171- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Un'alta stella di nova bellezza

172- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Quest'è la giovanetta ch'Amor guida

173- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Poscia ch'io veggio l'anima partita

174- Verzellino p.q. 1271 - a.q. 1316, Una piacente donna cònta e bella

175- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Al vostro dir, che d'amor mi favella

176- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Giovane, che così leggiadramente

177- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Quest'altissima stella, che si vede

178- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Per tanto pianger quanto li occhi fanno

179- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, No spero di trovar giammai pietate

180- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, In quella parte, ove luce la stella

181- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, La foga di quell'arco, che s'aperse

182- Dino Frescobaldi n. pq 1271 - m. aq 1316, Deh, giovanetta, de' begli occhi tui

183- Franco Sacchetti, O quanto è somma la biltà che regna

184- Franco Sacchetti, Se crudeltà d'amor somette fé

185- Franco Sacchetti, Se fosson vivi mille e mille Danti

186- Franco Sacchetti, Vegomi cieco e non so chi mi mena

187- Franco Sacchetti, Deh Donna udite Or di' col malanno

188- Franco Sacchetti, Qual diavol vecchie subito vi tocca

189- Franco Sacchetti, O traditor Eol de' venti dio

190- Franco Sacchetti, S'io mai peccai per far contra 'l Superno

191- Franco Sacchetti, Quel Dio d'amor che mi donò favilla

192- Franco Sacchetti, Non penso consolar la trista luce

193- Franco Sacchetti, Di bella palla e di valor di petra

194- Franco Sacchetti, Lasso ch'a morte pur mi mena il tempo

195- Franco Sacchetti, Per qual stagion più vaga fia che gli anni

196- Franco Sacchetti, Nel verde bosco sotto la cui ombra

197- Franco Sacchetti, Deh dimmi Amor se move

198- Franco Sacchetti, Sovra la riva d'un corrente fiume

199- Franco Sacchetti, Se ferma stesse giovenezza e tempo

200- Franco Sacchetti, S'amor sentissi Donna com'io sento

201- Franco Sacchetti, Lontan ciascun ucel d'amor si trova

202- Franco Sacchetti, Lasso donde m'avene

203- Franco Sacchetti, Su per lo verde colle d' un bel monte

204- Franco Sacchetti, Qual fèro volto fia già mai ch'io miri

205- Franco Sacchetti, Verso la vaga tramontana è gita

206- Franco Sacchetti, Come selvaggia fera fra le fronde

207- Franco Sacchetti, Sia benedetto in cielo e in terra l'ora

208- Franco Sacchetti, Come la gru, quando per l'aere vola

209- Franco Sacchetti, O gentil Donna ornata di biltate

210- Franco Sacchetti, Amor ricerca dentro la mia mente

211- Franco Sacchetti, Quel spirito amoroso ch'al cor luce

212- Franco Sacchetti, Rivolto avea il zapator la terra

213- Franco Sacchetti, Corendo giù del monte a le chiar'onde

214- Franco Sacchetti, Novel pensier d'amor lontan mi mosse

215- Franco Sacchetti, Quanto più penso al tempo mio passato

216- Franco Sacchetti, Sì come il sol nascoso d'alto monte

217- Franco Sacchetti, Chi quando può dottrina in sé non usa

218- Franco Sacchetti, Di diavol vecchia femmina ha natura

219- Franco Sacchetti, Fortuna avversa del mio amor nimica

220- Franco Sacchetti, Donne per tempo alcun donna non sia

221- Franco Sacchetti, Di poggio in poggio e di selva in foresta

222- Franco Sacchetti, Vo' sete qui brigata tutti quanti

223- Franco Sacchetti, Amor p[oi] [che] [co]nvien ch'io sia lontano

224- Franco Sacchetti, Volgendo i suo' begli occhi inver le fiamme

225- Franco Sacchetti, Perduto avea ogni albuscel la fronda

226- Franco Sacchetti, Tra 'l bue e l'asino e le pecorelle

227- Franco Sacchetti, O son io tanto vecchio ed ispossato

228- Franco Sacchetti, Chi segue Amor ciò che 'l piacer tuo vole

229- Franco Sacchetti, A prender la battaglia giuso al piano

230- Franco Sacchetti, Volpe superba viziosa e falsa

231- Franco Sacchetti, Passando con pensier per un boschetto

232- Franco Sacchetti, Passato ha 'l sol tutti i celesti segni

233- Franco Sacchetti, Egli è sì pieno il mondo già di frottole

234- Franco Sacchetti, Amor da gli occhi vaghi d'esta donna

235- Franco Sacchetti, Vanno gli augelli intorno al nuovo gufo

236- Franco Sacchetti, Poca vertù ma foggie ed atti assai

237- Franco Sacchetti, Se mai facesti grazia o seva morte

238- Franco Sacchetti, Io ho sì pieno il capo di pareti

239- Ciscranna de' Piccogliuomeni, Con gran vergogna è rimaso lo gnaffe

240- Franco Sacchetti, Non so Ciscranna se son zaffi o zaffe

241- Franco Sacchetti, Lasso che 'l tempo l'ore e le campane

242- Franco Sacchetti, La neve e 'l ghiaccio e' venti d'oriente

243- Franco Sacchetti, O vaghe montanine pasturelle

244- Franco Sacchetti, Povero pelegrin, salito al monte

245- Franco Sacchetti, Mai non serò contento immaginando

246- Franco Sacchetti, Ma' non senti' tal doglia

247- Franco Sacchetti, Né te né altra voglio amar giammai

248- Franco Sacchetti, Non mi posso tener più ch'io non dica

249- Franco Sacchetti, Non creder donna che nessuna sia

250- Franco Sacchetti, Se io son vecchio donna e tu che se'

251- Franco Sacchetti, Questa che 'l cor m'accende

252- Franco Sacchetti, Lasso s'io fu già preso

253- Franco Sacchetti, Pien di quell'acqua dolce d'Elicona

254- Franco Sacchetti, Inamorato pruno

255- Franco Sacchetti, Per non seguire amanti i nostri lai

256- Franco Sacchetti, Sempre ho avuto voglia

257- Franco Sacchetti, «State su, donne!» «Che debiàn noi fare?»

258- Franco Sacchetti, Chi vide più bel nero

259- Bartolomeo da Castel della Pieve, Quel tesoretto che la larga mano

260- Franco Sacchetti, Poi che nel primo frutto fu sì vano

261- Franco Sacchetti, Giovanni mio se come scrivi stai

262- Franco Sacchetti, Già mai non fu né fia

263- Franco Sacchetti, Perché virtù fa l'uom costante e forte

264- Franco Sacchetti, Festa ne fa il cielo piange la terra

265- Franco Sacchetti, Ne la più bella terra Casentina

266- Franco Sacchetti, Or è mancata ogni poesia

267- Franco Sacchetti, L'ultimo giorno veggio che s'apressa

268- Franco Sacchetti, Alma filice che al Ciel se' gita

269- Franco Sacchetti, Felice fui quanto Felice in vita

270- Franco Sacchetti, Arco celeste che pensando miro

271- Franco Sacchetti, O giovinetta poi che se' sposata

272- Niccolò Cieco, Sola dirò virtù che 'l mondo onora

273- Niccolò Cieco, O misera sfacciata al ben dispetta

274- Niccolò Cieco, Quella soave ed angosciosa vita

275- Niccolò Cieco, Fama gloria ed onor merito e pregio

276- Niccolò Cieco, Magnanimo signor per quello amore (2)

277- Niccolò Cieco, Premia costui del merto suo signore

278- Niccolò Cieco, Signor membrando l' effettivo amore

279- Niccolò Cieco, O vivo fonte onde procede onore

280- Niccolò Cieco, Amor che tanto può porrà mai tanto

281- Niccolò Cieco, Per saziar gli occhi miei sospira il core

282- Niccolò Cieco, Ave pastor della tua santa madre

283- Niccolò Cieco, Ave Padre santissimo salve ave

284- Niccolò Cieco, Ave nuovo monarca inclito e vero

285- Niccolò Cieco, Giusta mia possa una donna onorando

286- Niccolò Cieco, Viva virilità florido onore

287- Niccolò Cieco, Penso il secreto in che Natura pose

288- Michele di Nofri del Giogante, Nel mio picciol prencipio mezzo e fine

289- Benedetto Accolti, Se mai gloria d'ingegno altri commosse

290- Mariotto Davanzati, Quel divo ingegno qual per voi s'infuse

291- Francesco d' Altobianco Alberti, Sagrosanta, inmortal, felice e degna

292- Antonio degli Agli, O Padre etterno onde a noi nasce e piove

293- Cino Rinuccini, Venuto sono or uom di duro sasso

294- Cino Rinuccini, Io porto scritto con lettere d'oro

295- Cino Rinuccini, Tal donna già non vide il mio Petrarca

296- Cino Rinuccini, Chi è costei Amor che quando appare

297- Cino Rinuccini, Tu vuoi ch'io parli Amor de la bellezza

298- Cino Rinuccini, Quel dolce lume che mi gira e volve

299- Cino Rinuccini, Altro non contempl'io se nnon quel sole

300- Cino Rinuccini, Io non posso ritrar tanta bellezza

301- Cino Rinuccini, Amore spira i tuoi possenti rai

302- Cino Rinuccini, Io veggio ben là dove Amor mi scorge

303- Cino Rinuccini, Amor tu m'hai condotto sì a lo stremo

304- Cino Rinuccini, Oimè lasso ove è fuggito il viso

305- Cino Rinuccini, Né per colpi sentir di ria fortuna

306- Cino Rinuccini, Io sento sì mancare omai la vita

307- Cino Rinuccini, Se quel pietoso vago e dolce sguardo

308- Cino Rinuccini, Ben mi credea deh per allontanarmi

309- Cino Rinuccini, Amore i' trovo in te solo uno scampo

310- Cino Rinuccini, Talor piango io Amor si coralmente

311- Cino Rinuccini, Deh perché m'hai tu fatto Amor suggetto

312- Cino Rinuccini, Se mortal fosse stato il grave colpo

313- Cino Rinuccini, Questa è colei Amor che n'adolcisce

314- Cino Rinuccini, Con gli occhi assai ne miro

315- Cino Rinuccini, Contento assai sarei dolce signore

316- Cino Rinuccini, Io non ardisco di riguardar fiso

317- Cino Rinuccini, In coppa d'or zaffir balasci e perle

318- Cino Rinuccini, O vezzoso leggiadro e bianco nastro

319- Cino Rinuccini, Quando nel primo grado il chiaro sole

320- Cino Rinuccini, Se già mai penso a la mia vita affisso

321- Cino Rinuccini, Non fur già vinte mai arme latine

322- Cino Rinuccini, Un falcon pellegrin dal ciel discese

323- Cino Rinuccini, Li dolci versi ch' io soleva Amore

324- Cino Rinuccini, Quando il rosato carro ascende al cielo

325- Cino Rinuccini, Gli angosciosi sospiri i qual' nasconde

326- Cino Rinuccini, Dolenti spirti ornate 'l vostro dire

327- Cino Rinuccini, D' un freddo marmo esce l' ardente fiamma

328- Cino Rinuccini, Non potre' più Natura al mondo farne

329- Cino Rinuccini, La fe' ccha posto dentro il mio signore

330- Cino Rinuccini, Saggio è colui che bene spende il tempo

331- Cino Rinuccini, S' io potessi eternar tanto il mio nome

332- Cino Rinuccini, Donna gentile il lauro triunfante

333- Cino Rinuccini, Quel pauroso spirto che procede

334- Cino Rinuccini, Non argento oro o pietre preziose

335- Cino Rinuccini, Ben conosco io la nostra fragil vita

336- Cino Rinuccini, Chi guarderà mia donna attento e fiso

337- Cino Rinuccini, Tutta salute vede

338- Cino Rinuccini, O gran signore appellato Cupido

339- Cino Rinuccini, Qual maraviglia è questa

340- Cino Rinuccini, Che giova 'nnamorar de gli occhi vaghi

341- Cino Rinuccini, Oimè lasso ché già fuor si smonda

342- Cino Rinuccini, S' io sono stato sempre sotto il giogo

343- Cino Rinuccini, Chi vuol veder quanto poté mai il cielo

344- Cino Rinuccini, Le varie rime che Amor ha dittate

345- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Non mai più bella luce o più bel sole

346- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Qual beato licor qual teste apliche

347- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Io piango e 'l pianger m'è sì dolce e caro

348- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Non bisogna più filo o più lavoro

349- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Quando el pianeta occidental da sera

350- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Tornato è l'aspettato e sacro giorno

351- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Non perché spesso allontanar mi sogli

352- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Un pianger lieto un lagrimar soave

353- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Quando l'esca del nostro inclito core

354- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Poi ch' a questi occhi el gentil lume piacque

355- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Freschi fior dolci e violette dove

356- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Fronde selvagge alcun vento trasporta

357- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Signor poi che da voi stetti lontano

358- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Ahi gentil triunfante e sacro alloro

359- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, O sacri lauri o verdeggianti mirti

360- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Pioggia di rose dal bel viso piove

361- Buonaccorso da Montemagno il Vecchio, Erano e mia pensier ristretti al core

362- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Quando salir fuor d'oriente suole

363- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Quel che più di madonna umìl desiro

364- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Se quella verde pianta e le sue foglie

365- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Virtù dal ciel sopra' vostri occhi piova

366- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Spirto gentil che nostra cieca etate

367- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Se mentre quelle luce oneste e sante

368- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Poi ch'alle liete vostre amate rive

369- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Forma gentile in cui dolci anni serba

370- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Laurea dolce e gloriosa fronde

371- Buonaccorso da Montemagno il Vecchio, Inclita Maestà felice e santa

372- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Non cretti Amor sotto lo 'mperio tuo

373- Buonaccorso da Montemagno il Giovane, Qual più dolce pensero o qual più fiero

374- Fazio degli Uberti 1301 ca. - post 1367, Lasso, che quando immaginando vegno

375- Fazio degli Uberti 1301 ca. - post 1367, L'utile intendo più che lla rettorica

376- Fazio degli Uberti 1301 ca. - post 1367, I' guardo in fra l'erbett' e per li prati

377- Fazio degli Uberti 1301 ca. - post 1367, Per me credea che 'l suo forte arco Amore

378- Antonio Beccari (da Ferrara) 1315 - 1371/1374, Se già t'accese el petto quel furore

379- Sennuccio del Bene 1270/1275 - 1349, Amor, tu·ssai ch' i' son col capo cano

380- Sennuccio del Bene 1270/1275 - 1349, Da·ppoi ch'i' ho perduta ogni speranza

381- Sennuccio del Bene 1270/1275 - 1349, Era nell'ora che·lla dolce stella

382- Sennuccio del Bene 1270/1275 - 1349, Sì giovin bella sottil furatrice

383- Sennuccio del Bene 1270/1275 - 1349, Amor, così leggiadra giovinetta

384- Giovanni Boccaccio giugno/luglio 1313 - 21 dicembre 1375, Se bionde trecce, chiome crespe ad oro

385- Giovanni Boccaccio giugno/luglio 1313 - 21 dicembre 1375, Dante, se·ttu nell'amorosa spera

386- Giovanni Boccaccio giugno/luglio 1313 - 21 dicembre 1375, Drieto al pastor d'Ameto alle fraterne

387- Giovanni Boccaccio giugno/luglio 1313 - 21 dicembre 1375, Tanto ciascuno ad aquistar tesoro

388- Simone Serdini, Novella monarchia iusto signore

389- Simone Serdini, Madre di Cristo gloriosa e pura

390- Simone Serdini, Come per dritta linea l' occhio al sole

391- Franceschino di Ricco Albizzi 1262 - 1340, Per fuggir riprensione

392- Franceschino di Ricco Albizzi 1262 - 1340, Non desse donna altrui altro tormento

393- Leonardo Bruni, Lunga quistion fu già tra' vecchi saggi

394- Pier della Vigna n. 1190-1200 ca. - m. 1249, Amore, in cui disio ed ò speranza

395- Stefano Protonotaro m. aq 1301, Assai cretti celare

396- Lapo Saltarelli m. aq 1326, [C]onsiderando ingegno e presio fino

397- Lapo Saltarelli m. aq 1326, [C]ontr' agio di grand' ira benvolle[n]ça

398- Lapo Saltarelli m. aq 1326, Chi se medesmo inganna per negghienza

399- Lapo Gianni ...1298-1328..., Eo sono Amor, che per mia libertate

400- Lapo Gianni ...1298-1328..., Gentil donna cortese e dibonare

401- Lapo Gianni ...1298-1328..., Dolc' è il pensier che mi notrica 'l core

402- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Avegna che partensa

403- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Fina consideransa

404- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Feruto sono e chi di me è ferente

405- Bonagiunta Orbicciani ...1242-1257..., Qual omo è su la rota per ventura

406- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Meravigliosa-mente

407- Guglielmo Beroardi n. 1220 ca. - m. 29.8.1282, Membrando - ciò ch'Amore

408- Giacomo da Lentini ...1233-1240..., Chi non avesse - mai veduto foco

409- Giacomo da Lentini ?, Guardando basalisco velenoso

410- Lorenzo de' Medici, In qual parte andrò io ch' io non ti truovi

411- Lorenzo de' Medici, Di vita il dolce lume fuggirei

412- Lorenzo de' Medici, Come ti lascio o come meco sei

413- Lorenzo de' Medici, Occhi voi siate pur dentro al mio core

414- Lorenzo de' Medici, Se con dolce armonia due istrumenti

415- Lorenzo de' Medici, Ch' è quel ch' io veggo dentro agli occhi belli

416- Lorenzo de' Medici, Quelle vaghe dolcezze che Amor pose

417- Lorenzo de' Medici, Per rinnovare Amor l' antiche piaghe

418- Lorenzo de' Medici, Come lucerna all' ora mattutina

419- Lorenzo de' Medici, Quando el sol giù dall' orizzonte scende

420- Lorenzo de' Medici, O chiara stella che co' raggi tuoi

421- Lorenzo de' Medici, Io priego Iddio che tutti i ma' parlanti

422- Lorenzo de' Medici, Ècci egli alcuna in questa compagnia

423- Lorenzo de' Medici, Donne belle io ho cercato

424- Lorenzo de' Medici, Chi non è innamorato

425- Lorenzo de' Medici, Donne e fanciulle io mi fo coscienza

425=4B-

426-

426=5B-

427-

427=6B-

Note Fonte dei dati: ms. + De Robertis [2015]

Regesto ff. 1r-4r: Lettera di Lorenzo Medici a Federico d'Aragona - ff. 4r-24v: Giovanni Boccaccio, Vita di Dante Alighieri (II compendio) - ff. 24v-55r: Dante Alighieri, Vita Nova (divisioni in margine) - f. 55v: bianco - ff. 56r-58v: sonetti di Dante, Cino da Pistoia - ff. 58v-66r: rime di Guido Guinizelli (anche di maestro Rinuccino, Bonagiunta Orbicciani e una canzone adespota) - ff. 66v-71v: rime di Guittone d'Arezzo - ff. 71v-87v: rime di Guido Cavalcanti (anche Guido Orlandi, Bernardo da Bologna, Amico di Dante e Dante) - ff. 87v-121r: rime di Cino da Pistoia (ma anche di Dante, Onesto da Bologna, Terino da Castelfiorentino dubbio, con f. 113v bianco)  - ff. 121r-130r: rime di Dino Frescobaldi (anche Verzellino) - ff. 130r-185v: rime di Franco Sacchetti (anche Ciscranna de' Piccogliuomeni e Bartolomeo da Castel della Pieve) - ff. 186r-218v: rime di Niccolò Cieco - ff. 218v-242r: rime tratte dal Certame coronario del 1441 (Michele di Nofri del Giogante, Benedetto Accolti, Mariotto Davanzati, Francesco d' Altobianco Alberti, Antonio degli Agli) - ff. 242r-259v: rime di Cino Rinuccini - ff. 259v-268r: rime di Buonaccorso da Montemagno il Giovane e il Vecchio - ff. 268r-273r: rime di Fazio degli Uberti (anche di Antonio Beccari) - ff. 273r-278r: rime di Sennuccio del Bene - ff. 278r-279r: rime di Giovanni Boccaccio - ff. 279r-286v: rime di Simone Serdini - ff. 287r-302r: rime di Franceschino di Ricco degli Albizi, Leonardo Bruni, Pier della Vigna, Stefano Protonotaro, Lapo Saltarelli, Lapo Gianni, Bonagiunta Orbicciani, Giacomo da Lentini, Guglielmo Beroardi - ff. 302v-311r: rime di Lorenzo Medici - ff. 311v-313v: bianchi.

Risorse esterne collegate
Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Biblioteca Digitale [riproduzione digitale del manoscritto]

Scheda derivata da: MEL

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript-rom/firenze-biblioteca-nazionale-centrale-pal-204-manoscript/LIO_188639

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

I cookie tecnici devono essere sempre abilitati per poter usufruire dei servizi di base sel sito web.

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy