From the 19th of September 2018, Mirabile will work with a new more efficient open source search engine. This new search engine will allow to implement new features in the future.
The search engine has been tested by the staff of the AIM (Integrated Archives for the Middle Ages).
However, if you encounter problems, expecially with complex queries, please contact the AIM staff at redazione@mirabileweb.it. Thank you for your collaboration

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Descrizione diretta

Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Conv. soppr. 437


datato
a. 1465
Note datazione vd. colophon a f. 84v

Luogo di copia Firenze (a. 1465)
cart.
filigranato: con filigrana lettre R molto simile (di larghezza inferiore) a Piccard, Collection 29071 (Firenze, 1460); per il disegno della R si avvicina molto anche Piccard, Collection 29075 (Firenze, 1461)
in quarto
ff. I, 88, I'; numerazione recente a matita, nel margine superiore est.; guardie membr. numerate I e I' a matita nel margine inferiore esterno; fascicoli 1-8 (10), 9 (8): richiami verticali, scritti sulla giustificazione interna dall'alto in basso
dimensioni: 212 x 146 (f. 16); specchio di scrittura: 24 [136] 52 x 23 [83] 40; rr. 23/ll. 23, rigatura a secco: con mastara (fori al margine interno)

scritture e mani bastarda;
note generali sulla scrittura: una sola mano, in scrittura bastarda influenzata dalla littera antiqua, di Lorenzo di ser Niccolò di Diedi; in questo e nel ms. BML Conv. Soppr. 537, sempre di sua mano, Lorenzo Diedi impiega una scrittura molto simile a quella del fratello (vd. BML Conv. Soppr. 536), ma qualitativamente migliore; molto diversa, comunque, dalla notarile che riservava per gli atti e che è attestata dai suoi due registri di imbreviature (ASF, Not. Ant. 12124 e 12125, del 1466-1479)


Presenza di glosse / correzioni
Presenti fino al f. 57r a margine e in interlinea minime correzioni e sporadiche glosse di mano del copista (ai ff. 1r-2r, 3v, 6v, 17v, 25r, 26r, 31r-32r, 46v, 56v-57r)

decorato
Iniziali semplici; Iniziali filigranate; Iniziali decorate: a f. 1r iniziale (S di 3 rr. x 21 mm) in oro, a bianchi girari (sfondo azzurro, campiture rosa e verdi), con tondini aurei, che si distende in un piccolo fregio nel margine interno; iniziali minori di 2 rr. x 10/13: in blu undici iniziali semplici (ff. 4v, 8r, 15r, 18v, 22v, 42r, 51v, 64r, 66v, 72r, 83r) e tre leggermente filigranate (ff. 36v, 59v, 79v); in rosso un'iniziale legg. filigranata (f. 48r)
rubricato: in rosso titoli, rubriche e toccature alle maiuscole del f. 1r


Legatura originale in assi e mezza pelle; sull'asse anteriore all'interno è disegnato un signum notarile; sul piatto anteriore resti di due bindelle in pelle, sul posteriore tracce di contrograffe a forma di asso di picche

Sottoscritto / Colophon
A f. 84v: Iste liber est mei Laurentii ser Nicholai, quem transcripsi de mea propia (sic) manu anno Domini MCCCC°LXIIII° die II mensis Februarii dicti anni. Qui scripsit scribat semper cum Domino vivat. Vivat in celum semper cum Domino felix. Non videbit Christum quisquis furabitur istum.
Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XV ex.)
Nomi Lorenzo di ser Niccolò Diedi notaio (n. 1446), copista (a. 1465)
Precedenti segnature omega 167, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ultimo quarto); Q.II-9, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.)
Storia del manoscritto
Lorenzo di ser Niccolò di Diedi scrisse il codice a Firenze, dove viveva con la famiglia; abitava infatti nel quartiere di San Giovanni, gonfalone Vaio (cfr. ASF, Catasto 832, ff. 288r-291v: portata del padre Niccolò del 1457 e Catasto 929, ff. 197r-198r: portata del fratello Bartolomeo del 1469). Lorenzo era figlio di ser Niccolò di Diedi (1399-ante 1469), che fu notaio dell'Opera del Duomo dal 1438 (cfr. i suoi registri in Firenze, Archivio dell'Opera del Duomo, ser. II, 1, 87-93 del 1438-1479 e ser. II, 4, 17-19 del 1442-1473; restano anche i suoi registri di imbreviature in ASF, Not. Ant. 15102-1515, dal 1418 al 1492). All'epoca della trascrizione Lorenzo stava per compiere 19 anni (ASF, Tratte 80, f. 205v: Ser Lorenzo di ser Nicolaio di Diedi [nacque] adì XV di marzo MCCCCXLV) e, come il fratello Diedi (vd. ms. BML Conv. Soppr. 536), copiava codici di autori classici (a lui si deve anche il ms. BML Conv. Soppr. 537) per apprenderne la lingua (cfr. Black Humanism and Education, pp. 253, 312). Lorenzo, che esercitò l'arte notarile come il padre, volle lasciare testimonianza della sua professione nel codice: all'interno del piatto anteriore disegnò il proprio signum tabellionis e a fianco vergò una scritta su due righe, ora non più leggibile (si potrebbe ipotizzare: [Sign]u(m) [mei] L[aurenti]j); identico segno notarile in Conv. Soppr. 537 e in ASF, Not. Ant. 12124, n.n. [f. 5r]. Nel 1465 il giovane notaio era interessato anche alla lingua greca, materia in cui tuttavia non eccelleva, come dimostrano i frequenti errori nella traslitterazione dell'alfabeto greco che appose in chiusura del volume. I tre codici dei figli di ser Niccolò Diedi giunsero poi al monastero di Camaldoli in epoca e per vie che restano da accertare, ma che potrebbero aver visto un coinvolgimento di Diedi, giacché questi intraprese la carriera religiosa (cfr. scheda del ms. BML Conv. Soppr. 536).
Al f. 1r, margine superiore, nota di possesso dell'eremo di Camaldoli (sec. XVII) e segnatura Omega.167, corrispondente all'inventario B; la segnatura è stata poi barrata, riscrivendo sotto Q.II-9, corrispondente all'inventario C (cfr. Spoglio inventariale e Magheri Cataluccio-Fossa in bibl.).
Il codice pervenne nell'odierna sede nel 1809 a seguito delle soppressioni napoleoniche delle corporazioni religiose. La segnatura attuale, vergata a penna e a matita, si trova al f. Ir, insieme alle segnatura Camaldoli 630 (Soppressioni 1809) e Sopra la porta 71 (segnatura temporanea della Biblioteca Laurenziana).
Riferimento inventariale: 206942.

Saturae, Iuvenalis, ff. 1r-84v
Saturnalia, Macrobius, f. 84v
excerptum: lb. I, 24, 11

Bibliografia Catalogo manoscritti scelti f. 86v; Del Furia Supplementum (1858) f. 71r; Rostagno Supplementum (1898) p. 162 nr. 86; Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979) pp. 472 nr. 167 (ms. non id.), 492 nr. 9 (ms. non id.); Black Humanism and Education (2001) pp. 253, 312, 394

Spoglio inventariale
Camaldoli (Arezzo) - Eremo. [Inventario B]167- Iuvenalis Acquinatis Poete Satyrici. libri. in 4to. C.O.
Camaldoli (Arezzo) - Eremo. [Inventario C]9- [Q.II] Iuvenalis Aquinatis Satyr. Libri 8.


Altri codici correlati Firenze Biblioteca Medicea Laurenziana, Conv. soppr. 536; Firenze Biblioteca Medicea Laurenziana, Conv. soppr. 537

Note Primo di tre manoscritti (vd. BML Conv. Soppr. 536 e 537) con testi classici copiati dai due figli di ser Niccolò di Diedi e pervenuti a Camaldoli probabilmente ancora nel sec. XV

Responsabile scheda: Laura Regnicoli

Altri progetti collegati:
ABC
RICABIM

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/firenze-biblioteca-medicea-laurenziana-conv-soppr--manoscript/147937

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

Se disabiliti questi cookies non sarai in grado di salvare le tue preferenze. Ciò significa che tutte le volte che visualizzi www.mirabileweb.it dovrai impostare nuovamente le impostazioni cookies. (Non consigliato)

Cookie di terze parti



Questo sito Web utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito e le pagine più popolari.


Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Disabilitato

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy