From the 19th of September 2018, Mirabile will work with a new more efficient open source search engine. This new search engine will allow to implement new features in the future.
The search engine has been tested by the staff of the AIM (Integrated Archives for the Middle Ages).
However, if you encounter problems, expecially with complex queries, please contact the AIM staff at redazione@mirabileweb.it. Thank you for your collaboration

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Descrizione diretta

Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Conv. soppr. 576

Composito


membr.
ff. VIII, 441, IV'; cartulazione antica a penna 1-448 nell'angolo superiore destro, inesatta: la numerazione salta da 164 a 166 e da 432 a 439 a causa delle lacune; il cartulatore passa inoltre da 204 a 225 proseguendo l'errore (corretto sopra a lapis da mano recente) anche per i 3 fogli successivi (fino cioè a 228), scrive 3001 e 3002 anziché 301 e 302, non numera i ff. 306-308 riprendendo tuttavia regolarmente da f. 309, segna infine 470 il f. 430 (manca anche il nr. 156, ma per caduta del supporto membr.); bianco ma preparato per la scrittura f. 432v; miste: ff. I-III e I'-IV', cart. coeve alla legatura; ff. IV-VIII (nel ms. I-V), membr. del sec. XV ex., contenenti parte di un calendario (marzo-dicembre); numerate a matita nell'angolo inferiore destro solo le prime guardie cart., anteriore e posteriore (entrambe segnate I') e il calendario (I-V)
dimensioni: 370 x 235 (f. 1)


Legatura moderna (sec. XVIII); in assi nude e quarto di pelle, dorso a 5 nervature doppie con il titolo in oro e due cartellini con le segnature
Stato di conservazione Il ms. risulta discretamente conservato, nonostante le cospicue lacune subite: mancano del tutto i ff. 165 e 433-438, numerosi fogli sono stati risarciti modernamente del margine inferiore asportato (talora l'aggiunta cart. copre anche alcune linee di scrittura), ad eccezione dei ff. 118 e 432, tuttora privi rispettivamente dell'angolo inferiore destro e della metà inferiore; la parte superiore del dorso è parzialmente staccata, i cartellini usurati; in parte slegate dalla cucitura le guardie cart.; qualche foro di tarlo, sporadiche macchie di umidità e dilavature dell'inchiostro

Ente possessore Bagno di Romagna (Forlì-Cesena), Monastero di Santa Maria Assunta OSBCam (sec. XV ex.-XVII med.); Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (sec. XVII med.-XIX in.)
Nomi Mauro Corsi vescovo OSBCam (m. 1680), donatore (a. 1654)
Storia del manoscritto
Il codice proviene dall'abbazia camaldolese di Santa Maria Assunta di Bagno di Romagna (Forlì), dalla quale passò al monastero fiorentino di Santa Maria degli Angeli per volere dell'abate Mauro Corsi, come attesta la nota seicentesca nel margine inferiore di f. 1r: Monasterii Angelorum Florentiae Ordinis Camaldulensis a domino Mauro Cursio Florentino abbate, 1654.
Si trova citato nell'inventario del 1729 al f. 114r (vd. Spoglio inventariale e Baldelli Cherubini in bibl.). 
Sul dorso, nel comparto superiore, il titolo a caratteri d'oro (sec. XVIII): Missale monasticum; nel comparto inferiore, tracce di due cartellini cart. con le segnature in gran parte svanite e irrestituibili (sec. XIX): N. 26 Cass..
A f. Ir, dall'alto in basso, le segnature risalenti all'entrata del ms. in Laurenziana (sec. XIX): Cass. 26 (a matita); 768 (a matita); Conv. Sopp. 576 (a matita, ripetuta al di sotto ad inchiostro da altra mano: Cod. Laur. Conv. Sopp. 576). 
A f. 1r, nel margine inferiore, ancora la segnatura camaldolese a matita (sec. XIX): 768.
A f. 448v, nell'angolo superiore interno, di nuovo la segnatura camaldolese a matita (sec. XIX): 26.
A f. 448v, nr. d'inventario: 207085.

Bibliografia Del Furia Supplementum (1858) vol. IV f. 256r; Baldelli Cherubini Manoscritti (1972) p. 33 nr. 1 (ms. identificato); Passalacqua Codici liturgici (1980) pp. 36 n. 11, 48, 69 e figg. 70, 72; Conti, Miniatura bolognese (1981) pp. 18 n. 31, 248; Semoli Codici miniati (1986) p. 26; Corali Angeli (1995) pp. 89, 92, 93, 96; Iter Liturgicum Italicum (1999) p. 73; Scritte dal dito di Dio (2002) p. 84 scheda nr. 8 (scheda cur. A. Camporesi); Scritte dal dito di Dio (2002) (pp. 84); DBMI (2004) p. 678; Lollini Bagnacavallo (2004) p. 678; Arte a Firenze (2004) p. 191; Licciardello Messale (2010) pp. 881-906 e figg. 1-6

U.C. I (ff. I-V) sec. XV ex. data stimata

Luogo di copia Emilia Romagna (sec. XV ex.)
membr.
ff. 5; i cinque fogli, numerati I-V ma in realtà ora di seguito a tre fogli di guardia moderni, sono residuo di un quaterno destinato al calendario; sincrono alla sez. III



Kalendarium, ff. Ir-Vv
acefalo

U.C. II (ff. 1-240) sec. XIII ex.-XIV in. data stimata
Note datazione post 1298; è verosimile che il messale sia posteriore all'insediamento dei Camaldolesi a Bagno di Romagna, avvenuta nel 1298 (cfr. in bibl. Licciardello, Messale, p. 881)

Luogo di copia Bologna, area di (?) (sec. XII ex.-XIII in.)
membr.
ff. 239; fascicoli 1-20 (8), 21 (7), 22-30 (8): il fascicolo 21 (ff. 161-168) è un originario quaterno, decurtato del quinto foglio, segnalato dal tallone residuo; sporadiche tracce della segnatura a registro; richiami orizzontali al centro del margine, per lo più decorati e acquerellati
dimensioni: 369 x 235 (f. 21); specchio di scrittura: 4/5/23 [232] 105 x 31/5 [142] 4/37/5/11 (f. 21r); rr. 24/ll. 23 (f. 21r); 8 trigrammi-8 linee, rigatura a colore

scritture e mani littera textualis;
note generali sulla scrittura: littera textualis di grande modulo di una sola mano


decorato: la decorazione di pennello è attribuita al miniatore noto come Maestro di Bagnacavallo, da un ciclo di tre antifonari ora alla Biblioteca Comunale di Bagnacavallo, attivo in Romagna e forse in Emilia nel terzo quarto del XIII secolo (cfr. Lollini, Bagnacavallo, pp. 677-79)
Iniziali filigranate; Iniziali istoriate; Pagine miniate; Iniziali figurate; Iniziali decorate: pagina illustrata a f. 164r; iniziali istoriate ai ff. 1r, 10r, 15v, 111r, 125v, 163v, 171r, 180v, 185r, 210r; iniziali figurate ai ff. 4v, 8r, 10v, 12v, 13r-v, 15v, 16v, 17v, 18v, 19v, 20v, 22r-v, 23v, 24r, 25v, 27r, 31r, 32r, 39r-v, 46v, 54r, 64r, 71r, 72r-v, 82v, 89r, 95v, 97r, 105v, 111r-v, 113r, 114r, 115r-v, 116r, 117r, 118r, 119v, 120r, 121r-v, 123r, 124r, 126r-v, 127r, 131r-v, 132v, 133v, 134v, 135r, 136r, 137r, 138r, 139r, 140r, 141v, 142r, 143r, 144r, 145v, 146v, 148r-v, 151v, 153r, 154r, 155r, 157v, 158v, 159v, 160v, 161v, 162r-163v, 171r-v, 172r-v, 174r, 176v, 177r-v, 178r, 180v, 181r, 182r, 183r, 184v, 185r, 186v, 189v, 195v, 197r-v, 198v, 199r, 201v, 202v, 203r, 205r, 208r, 209r, 211r, 219r, 221r, 222r, 223r-v, 225v, 227v, 229v, 230v, 231v; iniziali zoomorfe ai ff. 2v, 3v, 7r, 9v, 11r, 12r, 132v, 187v, 210r, 212v, 214r-v, 216r, 218r, 225r; iniziali fitomorfe ai ff. 1r, 2v, 3v, 6r-v, 7r, 8r-v, 9v, 11r-v, 13r, 14r, 15r, 16v, 17v, 19r, 20v, 21v, 23v, 24r, 27r-v, 31r, 32r-v, 38r, 54r, 64r, 71v, 101v, 104r, 109v, 110r, 111v, 113r, 114r, 115r-v, 116r, 117r, 118r-v, 121v, 122r, 124v, 126v, 130r, 140r, 141r, 142r, 143r, 144r, 145v, 147v, 148v, 149v, 153r, 154r, 156r n.n., 157v, 158v, 159v, 160v, 161r, 173v, 175r, 179v, 183v, 184r, 186v, 187v, 188r, 189v, 192r, 193v, 198r, 199r, 200v, 209r, 211v, 212r, 217v, 219r, 220r, 222v, 226r-v, 229v, 231v, 233r-v, 235r, 237v, 238r, 239v; iniziali filigranate rosse e azzurre con filigrana di colore opposto, alternate; maiuscole acquerellate di giallo; incipit dei testi talora in capitale decorata
rubricato

Notazione musicale: quadrata nera su trigramma ad inchiostro nero e rigo rosso (ff. 104r-109v, 163v-164v, 168v-169v, 170v)

Ente possessore Bagno di Romagna (Forlì-Cesena), Monastero di Santa Maria Assunta OSBCam (sec. XIII ex.-XVII med.); Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (sec. XVII med.-XIX in.)
Nomi Maestro di Bagnacavallo (sec. XIII ultimo quarto), miniatore (sec. XIII ex.)

Missale, ff. 1r-240v
mutilo

U.C. III (ff. 241-448) sec. XV ex. data stimata

Luogo di copia Emilia Romagna (sec. XV ex.)
membr.
ff. 202; fascicoli 1-13 (10), 14 (8), 15-19 (10), 20 (4), 21 (10): il fascicolo 20 (ff. 429-432) è un originario quinterno, decurtato dei ff. V-X, di cui resta in parte traccia dei talloni (il IV foglio, attuale f. 432, è privo della metà inferiore); segnatura a registro ancora parzialmente seguibile (a1-o[5], poi b-f); richiami orizzontali al centro del margine
dimensioni: 368 x 240 (f. 276); specchio di scrittura: 40 [231] 97 x 30 [148] 62 (f. 276r); rr. 25/ll. 24 (f. 276r, lievemente var.: ll. 24-25/rr. 23-24); 9 trigrammi-9 linee, rigatura a colore

scritture e mani littera textualis;
note generali sulla scrittura: littera textualis di una sola mano, con variazioni di modulo funzionali al testo


Presenti rare maniculae

decorato
Iniziali semplici; Iniziali filigranate: iniziali rosse filigranate d'azzurro e azzurre filigranate di violetto (talora di rosso), alternate (ma spesso la filigrana - soprattutto delle rosse - non è stata eseguita; iniziale solo abbozzata ai ff. 242v, 251v, 255v e 330r, spazi riservati ai ff. 254r, 342v, 343v); letterine rosse e azzurre, segni di paragrafo in azzurro
rubricato: spazi riservati ai ff. 306r n.n.-307r n.n., 309r-v


Ente possessore Bagno di Romagna (Forlì-Cesena), Monastero di Santa Maria Assunta OSBCam (sec. XV ex. - XVII med.); Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (sec. XVII med.-XIX in.)

Missale, ff. 241r-448v

Note Nel codice, composito, si distinguono tre parti - due messali (sez. II e III) e un calendario (sez. I) - provenienti dal monastero camaldolese di Santa Maria Assunta di Bagno di Romagna. Il primo messale (ff. 1-240), verosimilmente collocabile a ridosso dell'insediamento dei Camaldolesi a Bagno (1298) è riccamente miniato (con decorazione attribuita al Maestro di Bagnacavallo); il secondo (ff. 241-448), espressamente eseguita per il monastero di Santa Maria (come dichiara la rubrica a f. 241r) è sensibilmente più tardo (sec. XV ex.). Alla compagine è premesso il calendario (ff. IV-VIII), acefalo (comincia con il mese di marzo), coevo alla seconda sezione (sec. XV ex.) e ugualmente collegato al monastero romagnolo. Il corpus passa tardi a Santa Maria degli Angeli di Firenze ad opera dell'abate Mauro Corsi (cfr. f. 1r), che fece pervenire agli Angeli anche altri codici qui in catalogo (BML Conv. soppr. 220, 541 e 591)

Responsabile scheda: Francesca Mazzanti

Altri progetti collegati:
ABC

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/firenze-biblioteca-medicea-laurenziana-conv-soppr--manoscript/172181

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

I cookie tecnici devono essere sempre abilitati per poter usufruire dei servizi di base sel sito web.

Cookie di terze parti



Questo sito Web utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito e le pagine più popolari.


Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Disabilitato

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy