From the 19th of September 2018, Mirabile will work with a new more efficient open source search engine. This new search engine will allow to implement new features in the future.
The search engine has been tested by the staff of the AIM (Integrated Archives for the Middle Ages).
However, if you encounter problems, expecially with complex queries, please contact the AIM staff at redazione@mirabileweb.it. Thank you for your collaboration

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Descrizione diretta

Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Redi 15

Composito


cart.
filigranato
ff. I, 222, I'; numerazione per 1-221, mod. a matita nell'angolo superiore esterno (Francesco Del Furia), corretta e integrata in inchiostro rosso da Enrico Rostagno (1860-1942); la numerazione non prende in considerazione le guardie e non computa il primo foglio; guardie cart. (coeve alla legatura); tracce di una serie continua di segnatura dei fasc. in cifre arabe in gran parte asportata dalla rifilatura nel marg. inf. dei ff. 104r, 116r (16), 124r, 166r, 184r (23), 190r (24), 198r (25), 206r (26) (forse risalente al sec. XVI)
dimensioni: 210 x 153 (f. 12r)

Lingua copisti greco


Legatura moderna (sec. XIX), piatti in cartone rigido coperti di tela; dorso e punte in cuoio marrone; sul dorso, in oro, in capitali, C. Alexandrin. et aliorum Chrestomath. Gr.; più sotto un cartellino con la segnatura attuale, parzialmente danneggiato

Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)
Storia del manoscritto
Il ms. è costituito da sezioni pressoché coeve, in gran parte confezionate a Creta nell'ultimo quarto del sec. XV (localizzata a Creta la sez. II; copiata a Venezia nel dicembre 1489 la sez. IV; benché non sottoscritte, sono di mano di copisti senz'altro cretesi le sezioni V-VII, IX; non precisabile con assoluta sicurezza, ma probabile la localizzazione cretese delle sez. VIII, X; per le sezioni I, III non si può escludere un'origine veneta); fu quasi certamente allestito nella forma attuale dal primo possessore, il camaldolese Pietro da Portico, noto anche come Pietro Candido, la cui nota di possesso, Monasterii Angelorum Petrus Candidus compare nel margine inferiore del f. 1r; suoi marginalia si trovano inoltre nelle sezioni I, II, VI, IX. Considerata la dimostrabile origine cretese di molte delle sezioni, il ms. - o la sua maggior parte - è da collocare nel novero della praeclara librorum suppellectile che il monaco si procurò durante un soggiorno a Candia protrattosi dal 1491 dal 1496 (Dolfin, Epistolae, f. 4v, ep. del 3 giugno 1496): quest'ultima data sembra quindi poter fornire un ragionevole terminus ante quem per tutte le sezioni del codice. Non sono note le vicende del ms. a seguito della morte di Pietro Candido, nel 1513; nel sec. XVIII appartenne all'erudito Francesco Redi (1626-1697) e nel 1820 approdò in Laurenziana in forza delle volontà testamentarie dell'ultimo erede della famiglia, Francesco Saverio Redi: all'interno del piatto anteriore, a penna, insieme alla segnatura attuale, la segnatura 130, facente riferimento a un inventario dei codici contenuti in due armadi in casa di Francesco Saverio Redi, redatto prima dell'arrivo dei mss. stessi in Laurenziana; entrambe le segnature sono ripetute a matita nell'angolo sup. est. del f. IIr, di mano di Francesco Del Furia, direttore della Laurenziana dal 1803 al 1856; la sola segnatura attuale si trova, scritta a penna, al f. Ir.

Bibliografia Rostagno - Festa Indice (1893) pp. 219-220; Rostagno Supplementum (1898) p. 151; Vogel-Gardthausen Schreiber (1909) pp. 189 e n. 8, 257, 472, 475; Oliver Era plagiario (1957) pp. 253-271; Pertusi, "Erotèmata" (1962) p. 349 n. 1; Baldelli Cherubini Manoscritti (1972) p. 24; Schmitt Donati Graeci (1975) p. 208; Bernardinello Manoscritti e rari (1977) p. 266; Gamillscheg-Harlfinger Specimen (1978) p. 306; Bernardinello Autografi greci (1979) p. 59 nr. 43; Derron Inventaire (1980) p. 241; RGK (1981) vol. I/A n° 22, 58, 114, 249; Branca Poliziano (1983) p. 172; Eleuteri-Canart Scrittura greca (1991) pp. 156-158 nr. LXIII; Boter Greek Sources (1993) p. 168; Manfredini Nuove osservazioni (1993) p. 1007; Viti Pico (1994) pp. 315-317 nr. 125 (scheda di Alessandro Daneloni); Vendruscolo Edizione planudea (1994) p. 54 n. 79; Corali Angeli (1995) p. 88; Vendruscolo Lorenzo Loredan (1995) pp. 340-342, 346, 357-362; Vendruscolo Consolatio (1996) pp. 8-9, 15 et passim (ms. siglato j); Melandri Giorgio Gregoropulo (1999) pp. 116-123, 126; Boter Encheiridion of Epictetus (1999) pp. 7, 40-42, 108-109; Gionta Postille (2004) pp. 243-263; Malta Amatoriae narrationes (2004) p. 182 n. 2; Pontani Sguardi su Ulisse (2005) p. 427; Gionta Amorion (2005) p. 401 n. 1; Gionta Michele Sincello (2005) p. 347 e n. 2; Speranzi Aristobulo (2006) p. 427 n. 5; Speranzi Tra Creta e Firenze (2006) p. 198; Ciccolella Donati Graeci (2008) pp. XXII n. 27, 155, 156, 159, 160, 164, 170-179, 181, 182 n. 74; Zorzi Tommaso Zanetelli (2008) p. 71 n. 107; Stefec Michael Apostoles (2010) p. 136 n. 59

U.C. I (ff. 1-13) sec. sec. XV ex. data stimata
Note datazione datazione e localizzazione fondate sulla scrittura e sulle filigrane
cart.
filigranato: fil. di due tipi: ai ff. II/13 sim. a Piccard, Waage, V.125 (Bassano [Vicenza] 1494), ai ff. 1-12 sim. a Piccard, Waage, VI.91 (Udine 1476)
in quarto
ff. II, 13; fascicoli 1 (14)
dimensioni: 210 x 153 (f. 12r); specchio di scrittura: 6/14 [152] 20/5/13 x 11/5 [86] 5/28/18 (f. 12r); rr. 27/ll. 24, rigatura a secco: con mastara; bianco il f. IIr-v

note generali sulla scrittura: Gregoropoulos-Schrift


Lingua copisti greco

Presenza di note
Varie annotazioni marginali in greco e in latino di Pietro Candido

decorato
Iniziali semplici: in rosso
rubricato


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)

Stromata, Clemens Alexandrinus, ff. 1r-13v
excerpta

U.C. II (ff. 14-33) sec. XV ex. data stimata
Note datazione ante 1496

Luogo di copia Creta (sec. XV ex.)
cart.
filigranato: fil. di due tipi: ai ff. 23/28, 31/32 sim. a Piccard, Waage, V.530 (Padova 1497), ai ff. 1-12 sim. a Harlfinger Main 21 (Creta, 27 agosto 1491, Antonio Damila)
in quarto
ff. 20; fascicoli 1-2 (8), 3 (4): segnature dei fascicoli in lettere greche (alfa-gamma) di mano del copista al centro del marg. inf. del primo recto
dimensioni: 210 x 152 (f. 18r); specchio di scrittura: 23/151/36 × 20/84/48 (f. 18r); rr. 25/ll. 25, rigatura a secco: con mastara

note generali sulla scrittura: mano di Antonio Damila (RGK, I/A nr. 22, II/A nr. 30, III/A nr. 34), che si sottoscrive al f. 31v (vd. trascrizione in allegato)


Presenza di note
Moltissime annotazioni marginali in greco e in latino di Pietro Candido di Santa Maria degli Angeli, già falsamente ascritte ad Angelo Poliziano (la falsa identificazione di Poliziano è, e. g., in Rostagno-Festa, Indice, p. 219; v. invece Gionta, Postille, ove si dimostra l'autografia di Pietro Candido)


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)

Enchiridion, Epictetus, ff. 14r-31v

U.C. III (ff. 34-49) sec. XV ex. data stimata
Note datazione datazione e localizzazione fondata sulle filigrane
cart.
filigranato: balance sim. a Piccard V.530 (Padova 1497), diverse da quelle analoghe per motivo presenti nella sez. II
in quarto
ff. 16; fascicoli 1-2 (8): segnature dei fascicoli in lettere greche (alfa-beta) di mano coeva nel margine inferiore del primo recto
dimensioni: 211 x 150 (f. 35r); specchio di scrittura: 20/160/31 x 20/87/43 (f. 35r); rr. 29/ll. 29, rigatura a secco: con mastara

note generali sulla scrittura: scritto da un'unica mano, accostabile e. g. a quella del copista argivo Michele Suliardo (RGK I/A nr. 286, II/A nr. 392, III/A nr. 468)


Lingua copisti greco

decorato
Iniziali semplici: a f. 34r iniziale semplice rossa
rubricato: titolo in rosso (f. 34r)


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)

Consolatio ad Apollonium, Plutarchus pseudo, ff. 34r-49v

U.C. IV (ff. 50-55)
datato
a. 1489 dicembre
Note datazione subscr. f. 53v; cfr. l'interpretazione in Vendruscolo, Lorenzo Loredan, pp. 358-9 e nn. 88-9, le cui argomentazioni sono riassunte infra

Luogo di copia Venezia (a. 1489)
cart.
filigranato: sim. a Harlfinger arbalète 38 (Udine, 29 settembre 1497, Daniele Caietano)
in quarto
ff. 6; fascicoli 1 (6): segnatura di fascicolo theta/9 in inchiostro rosso di mano del copista al centro del margine inferiore del f. 50r
dimensioni: 210 x 154 (f. 53r); specchio di scrittura: 15/169/26 x 16/5/86/5/42 (f. 53r); rr. 27/ll. 27, rigatura a secco: con mastara

note generali sulla scrittura: mano di Lorenzo Loredan, che si sottoscrive in rosso al f. 53v (vd. trascrizione in allegato); a proposito di questa sottoscrizione in Vendruscolo, Lorenzo Loredan, p. 359 n. 89: «si intenderebbe allora il 15 dicembre (.) '5 della seconda decade'» (p. 359)


Lingua copisti greco

decorato
Iniziali decorate; fascia decorativa: fascia decorativa in rosso con motivi a intreccio in negativo (f. 1r); iniziali rosse decorate con motivi fitomorfi
rubricato: titoli in rosso


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)

Commentarii in libros Archimedis De sphaera et cylindro, Eutocius Ascalonius n. 480 ca., ff. 51r-53v
excerpta

U.C. V (ff. 56-115) sec. XV ex. data stimata
Note datazione datazione e localizzazione fondate sulle filigrane e sull'identificazione del copista nel cretese Tommaso Bitzimano

Luogo di copia Creta (sec. XV ex.)
cart.
filigranato: filigrane di vari tipi: ai ff. 56-71 fil. balance sim. a Piccard VI.251 (San Daniele [Udine] 1489), id. a quella dei ff. 1-32, 49-50, 55-56, 59-62, 83-86 del ms. BML Conv. Soppr. 141, appartenuto a Pietro Candido e in parte trascritto a Creta; ai ff. 72-98, 101-115 fil. id. a Halrfinger coupe 3 (XV ex.-XVI in. ); ai ff. ff. 99-100 fil. tête de Boeuf sim. a Briquet 14522 (Praga 1492, Venezia,1492, 1495)
in quarto
ff. 60; fascicoli 1-7 (8), 8 (4): segnature di fascicoli in lettere greche (alfa-eta) di mano del copista nel margine inferiore del primo recto di ciascun fascicolo
dimensioni: 209 x 153 (f. 57r); specchio di scrittura: 13/13/144/15/24 x 20/77/8/48 (f. 57r); rr. 24/ll. 22, rigatura a secco: con mastara

note generali sulla scrittura: mano di Tommaso Bitzimano (RGK I/A nr. 141, II/A nr. 187, III/A nr. 236)


decorato
Iniziali semplici; Iniziali decorate; fascia decorativa: fregio a tralcio in inchiostro rosso (f. 56r); iniziali rosse decorate con elementi fitomorfi; iniziali semplici rosse
rubricato


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)

Epistulae, Michael Apostolius 1420 - 1474/86 ca., ff. 56r-115v

U.C. VI (ff. 116-157) sec. XV ultimo quarto data stimata
Note datazione post 1482 (nella sottoscrizione di f. 156r il copista Giorgio Gregoropulo si definisce [.], qualifica che non sembra aver posseduto prima del 1482; cfr. Vendruscolo, Lorenzo Loredan, p. 358 n. 86; la localizzazione a Creta è suggerita dalle filigrane e dalla biografia del copista, per il quale cfr. infra)

Luogo di copia Creta (sec. XV ultimo quarto)
cart.
filigranato: filigrane di due tipi: ai ff. 116-123, 132-157 balance sim. a Briquet 2588 (Treviso, Venezia 1483); ai ff. 124-131 filigrana sim. a Harlfinger main 29 (<±1490>, Creta, ), ma senza il motivo decorativo centrale
in quarto
ff. 42; fascicoli 1-4 (8), 5 (10): segnature dei fascicoli in lettere greche di mano del copista (beta-epsilon) al centro del margine inferiore dei fascicoli 2-5
dimensioni: 210 x 153 (f. 119r); specchio di scrittura: 22/149/39 x 15/77/6/55 (f. 119r); rr. 25/ll. 25, rigatura a secco: con mastara

note generali sulla scrittura: interamente di mano di Giorgio Gregoropulo (RGK, I/A nr. 58, II/A nr. 78, III/A nr. 98), che si sottoscrive in rosso al f. 156r (vd. trascrizione in allegato)


Presenza di note
Marginalia in greco e in latino di Pietro Candido di Santa Maria degli Angeli

decorato
Iniziali decorate; fascia decorativa: fascia decorativa in inchiostro rosso in negativo di stile cretese (f. 116r); elementi ornamentali a tralcio in rosso (f. 156r); nastri rossi a separare i paragrafi; iniziali rosse decorate con elementi fitomorfi
rubricato: titoli in rosso; rubriche


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)

Ianua [Aelii Donati opus; translatio], Maximus Planudes n. 1255 ca., m. ante 1305, ff. 116r-156r

U.C. VII (ff. 158-183) sec. XV ex. data stimata
Note datazione datazione e localizzazione fondate sulle filigrane e sull'identificazione della mano del copista cretese Emanuele Zacaride, per il quale cfr. infra

Luogo di copia Creta (sec. XV ex.)
cart.
filigranato: filigrane di due tipi: ai ff. 158-173 identica a Harlfinger main 25 (Creta, 27 agosto 1491, Antonio Damila); ai ff. 174-183 identica a Harlfinger main 21 (Creta, 27 agosto 1491, Antonio Damila)
in quarto
ff. 26; fascicoli 1-2 (8), 3 (10): segnature dei fascicoli in lettere greche (alfa-beta) di mano del copista nel margine inferiore del primo recto e dell'ultimo verso dei fasc. 1-2
dimensioni: 210 x 152 (f. 183r); specchio di scrittura: 10/13/148/26/8/5 x 12/4/86/6/44 (f. 183r); rr. 27/ll. 28, rigatura a secco: con mastara
disposizione del testo: le linee sono utilizzate in maniera alternata per il testo e la parafrasi interlineare

note generali sulla scrittura: nella sezione è stata identificata la mano del copista Emanuele Zacaride (RGK I/A nr. 114, II/A nr. 146, III/A nr. 189)


Lingua copisti greco

decorato
Iniziali decorate; fascia decorativa: fascia decorativa in inchiostro rosso in negativo di stile cretese (ff. 158r, 173r); nastri e linee decorative rosse; iniziali rosse decorate con elementi fitomorfi
rubricato: titoli in rosso.


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)

Disticha Catonis in graeco translata, Maximus Planudes n. 1255 ca., m. ante 1305, ff. 158r-172v
Sententiae, Phocylides pseudo, ff. 173r-182r

U.C. VIII (ff. 184-189) sec. XV ex. data stimata
Note datazione datazione e localizzazione fondate sulle filigrane e sulla scrittura

Luogo di copia Creta (sec. XV ex.)
cart.
filigranato: balance sim. a Piccard VI.123 (Gemona del Friuli 1527)
in quarto
ff. 6; fascicoli 1 (6)
dimensioni: 208 x 154 (f. 186r); specchio di scrittura: 6/18/141/17/26 x 12/7/73/13/49 (f. 186r); rr. 24/ll. 22, rigatura a secco: con mastara

note generali sulla scrittura: Gregoropoulos-Schrift, probabilmente di Manuele Gregoropoulo


Lingua copisti greco

decorato
Iniziali decorate: iniziali rosse decorate con elementi fitomorfi; elementi decorativi fitomorfi rossi; riempitivi di paragrafo
rubricato: titoli in rosso


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)

Preghiere, ff. 184r-187v
in greco

U.C. IX (ff. 190-205) sec. XV ex. data stimata
Note datazione datazione e localizzazione fondate sulle filigrane e sull'identificazione del copista in Aristobulo Apostolio

Luogo di copia Creta (sec. XV ex.)
cart.
filigranato: main identica a quella del ms. di Bruxelles, Bibliothèque Royale 18170-73 riprodotta in Wittek, Manuscrits et codicologie, p. 296
in quarto
ff. 16; fascicoli 1-2 (8): segnature dei fascicoli in lettere greche (alfa-beta) di mano del copista nel margine inferiore del primo recto
dimensioni: 210 x 152 (f. 203r); specchio di scrittura: 6/15/139/32/6/12 x 16/5/89/7/34 (f. 203r); rr. 25 / ll. 22
disposizione del testo: le linee sono utilizzate in maniera alternata per il testo e la parafrasi interlineare

note generali sulla scrittura: si può riconoscere nella sezione la mano di Aristobulo Apostolio (RGK I/A nr. 27, II/A nr. 38, III/A nr. 46)


Presenza di note
Marginalia greci e latini di Pietro Candido di Santa Maria degli Angeli

decorato
Iniziali semplici; Iniziali decorate: iniziale rossa decorata con elementi fitomorfi (f. 190r); iniziali rosse
rubricato: titolo in rosso (f. 190r); rubriche


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)

Batrachomyomachia, ff. 190r-203r

U.C. X (ff. 206-221) sec. XV ex. data stimata
Note datazione localizzazione e datazione proposta sulla base delle filigrane e della scrittura, per la quale cfr. infra

Luogo di copia Creta (sec. XV ex.)
cart.
filigranato: identica a Harlfinger coupe 3 (XV ex.-XVI in. ), la stessa presente in alcuni fogli della sezione V
in quarto
ff. 16; fascicoli 1-2 (8)
dimensioni: 210 x 153 (f. 207r); specchio di scrittura: 23/150/37 x 10/5/107/5/26 (f. 207r); rr. 25/ll. 25, rigatura a secco: con mastara

note generali sulla scrittura: Gregoropoulos-schrift


Lingua copisti greco

decorato
Iniziali semplici; Iniziali decorate: iniziale rossa decorata con elementi fitomorfi (f. 206r); iniziali semplici rosse
rubricato: titolo in rosso (f. 206r)


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (post 1513)
Nomi Petrus Candidus OSBCam (a. v. 1481), possessore (sec. XV ex.-XVI in.); Redi Francesco (a. 1626 - 1697), possessore (sec. XVII. 2); Redi Francesco Saverio (m. 1820), possessore (sec. XVIII-XIX in.)

Imagines, Flavius Philostratus, ff. 206r-216r

Note inv. 208235

Risorse esterne collegate
BML Redi 15 scheda completa

Responsabile scheda: davide speranzi

Altri progetti collegati:
ABC

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/firenze-biblioteca-medicea-laurenziana-redi-15-manoscript/171571

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

Se disabiliti questi cookies non sarai in grado di salvare le tue preferenze. Ciò significa che tutte le volte che visualizzi www.mirabileweb.it dovrai impostare nuovamente le impostazioni cookies. (Non consigliato)

Cookie di terze parti



Questo sito Web utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito e le pagine più popolari.


Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Disabilitato

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy