From the 19th of September 2018, Mirabile will work with a new more efficient open source search engine. This new search engine will allow to implement new features in the future.
The search engine has been tested by the staff of the AIM (Integrated Archives for the Middle Ages).
However, if you encounter problems, expecially with complex queries, please contact the AIM staff at redazione@mirabileweb.it. Thank you for your collaboration

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Descrizione diretta

Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Conv. soppr. A.4.254

Composito


membr.
ff. IV, 112. II'; cartulazione moderna (a. 1908, nota a f. 112r) a matita al marg. inf. interno; riscontro della cartulazione a f. II'r in data 1964 (forse in occasione di un intervento di restauro). Al marg. sup. sono seguibili due numerazioni: la prima originale, parziale e incoerente, ad inchiostro rosso e numeri romani; la seconda, sempre in numeri romani ma più esterna e ad inchiostro nero, inizia da xxix e prosegue seguibile a blocchi, evidenziando una risistemazione di materiale proveniente da un corpus molto più ampio (vd. infra); questo rimaneggiamento è comunque antico visto che è esattamente rendicontato nella nota trecentesca a f. 1r; ff. I-III, I'-II' cartacei mod. n.n. probabilmente aggiunti in fase di restauro; f. IV (num. I) di formato minore, sec. XVIII (con l'indice) ; fascicoli 1 (8), 2-8 (10) // 9-10 (12) //11 (10): l'espressione della fascicolazione rende conto delle sezionature; il corpus attuale presenta, come già detto, una cartulazione ad inchiostro nero che evidenzia mancanze interne e acefalia (forse corrispondente ad un quinterno ed un quaterno). La situazione attuale corrisponde  alla nota di consistenza che segue la nota di possesso a f. 1r marg. sup. - con ogni probabilità messa al momento del confezionamento del ms. (dunque a ridosso della morte di Simone eremita) - : Sunt enim quaterni i, quinterni viii, sesterni ii. L'erroneo posizionamento del fascicolo iniziale finito all'ottava posizione (vd. lo specchio qui in calce) è gia attestato dall'inv. A, che registra come incipit Abbas.

Di seguito uno specchio del rapporto struttura-contenuto.

Sezione I:
1 (8): ff. 1-8         num. (inchiostro nero)  xxix-xxxvi             segnato II  (incipit Abbas)
2 (10): ff. 9-18     num.        "                    xxxvii -                 segnato III
3 (10): ff. 19-28   num.        "                    xlvii - lvi                segnato IV
4 (10): ff. 29-38   num.        "                    lvii - lxvi                segnato V
5 (10): ff. 39-48   num.        "                    lxvii - lxxvi             segnato VI
6 (10): ff. 49-58   num.        "                    lxxvii - lxxxvi          segnato VII    
7 (10): ff. 59-68   num.        "                    lxxxvii - lxxxxvi      non segnato (fine sez.)               
8 (10): ff.  69-78  num.        "                    xix - xxviii              segnato I  (richiamo in fine, antico ma non orig.  Abbas
i fasc. 2-7 hanno numerazione originale ad inchiostro rosso  i-lx.

sez. II
9 (12):  ff. 79-90          num. ad inchiostro nero    ccclxviii-ccclxxix 
10 (12):  ff. 91-102                           "                   ccclxxx-ccclxxxxi

sez. III
11 (10) : ff. 103-112     num. ad inchiostro nero    clxx-clxxix

dimensioni: 190 x 130


Legatura di restauro (forse 1964)

Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (?) (sec. XIV - 1808)
Nomi Simone eremita OSBCam (sec. XIII in. - 1292), copista e possessore (ante 1292)
Precedenti segnature omega 46, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ultimo quarto); Q.V.14, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex)
Storia del manoscritto
A f. 1r marg. sup. (sec. XIV. 1): Iste liber est heremi Camaldulensis quem scripsit domnus Symon in eadem heremo reclusus; in un secondo tempo è stato aggiunto, sempre dalla stessa mano: Sunt enim quaterni i, quinterni viii, sexterni ii; quem qui furavit anathema sit. Più sopra la segnatura corrispondente all'inventario B, depennata:Sacr(ae) Eremi Camalduli I(nscr). C(at). [omega] .46; più sotto la collocazione corrispondente all'inventario C: Q.IV.14.
A f. 112v nota di possesso: Hic liber alpensis heremi sit Camaldulensis, quem qui furatur anathematis ense necatur.
Al marg. sup. di f. 1r titolo complessivo del volume (sec. XIV. 2): Abreviatio Summe magistri Raymundi cum glosis suis edita a fratre Brocardo ordinis predicatorum, che è ripresa dal cartellino seicentesco a bordi rossi recuperato dalla precedente legarura e ora all'interno dell'asse posteriore.
Sulla controguardia anteriore un cartellino con segnatura Camaldoli N° 254 risale all'incameramento per la soppressione napoleonica del 1808.

Inv. A (Magheri Cataluccio-Fossa, p. 155): Item Summa de casibus conscientie que incipit Abbas tres ordines et aliis libris et finit: hic liber alpensis heremi fit (sic) Camaldulensis; inv. B e C rispettivamente: Magheri Cataluccio-Fossa, p. 465 nr. 46 e 494 Grado IV nr. 14.

Bibliografia Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979) pp. 94, 155, 214-17, 373, 381, 382; Ruiz Disputatio (2002) p. 298

Spoglio inventariale
Camaldoli (Arezzo) - Eremo. [Inventario A]187- cxcii. Item Summa de casibus conscientie, que incipit 'Abbas tres ordines, et aliis libris', et finit: 'hic liber alpensis heremi sit camaldulensis'.

U.C. I (ff. 1-78) sec. XIII ultimo quarto data stimata
membr.
ff. 78; la numerazione originale ad inchiostro rosso compare solo sugli attuali fasc. 2-7; la seconda numerazione antica procede con la seguente successione: xxix-lxxxxvi, xix-xxviii; fascicoli 1 (8), 2-8 (10): i fasc. 1-6 sono segnati in fine da II aVII; il fasc. 7 (che dovrebbe essere quello di chiusura della sezione) non è segnato; il fasc.8 è segnato I con esatto richiamo al fascicolo iniziale segnato II; è da notare che questo fascicolo 8 che dovrebbe trovarsi in posizione iniziale è testualmente mutilo; richiami orizzontali centrati molto bassi, a volte intaccati dalla rifilatura
dimensioni: 330 x 229; specchio di scrittura: ll. 53/rr. 52 24 [216 ] 90 x 30 [73 (12) 75] 39 (f. 30r, zona più libraria) ll. 55/rr. 54 (f. 68r, zona più corsiva; della quale non si offrono le misure in quanto i fogli sono stati tutti risarciti al marg. inf. lo specchio, grosso modo, non offre variazioni), rigatura a colore: quasi impercettibile

il copista Simone alterna una scrittura più testuale a esecuzioni più fluide e con elementi di corsività (sempre di tipo librario; l'unicità della mano è sicura e confermata da specifiche esecuzioni ad es. s iniziale con raddoppio ); questo permette di percepire diverse fasi di lavoro

decorato
Iniziali semplici; Iniziali decorate: quattro lettere decorate a intrecci e motivi vegetali: f. 9r lb. I Q (corpo in rosa acquoso, fondo blu, interno fogliame a cascata poco rosso, blu e rosa tutti acquosi); f. 24r lb. II; f. 37r lb. III (E, sempre su fondo blu) e f. 59r altra Q con due volute intrecciantesi interne sempre su fondo blu e corpo rosa acquoso; fusti rosa acquosi azzurro-blu e un tratto aranciato; iniziali semplici alternate in rosso e blu con filigrana in colore contrastante
rubricato: toccature di rosso; rubriche


Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (?) (sec. XIV - 1808)
Nomi Simone eremita OSBCam (sec. XIII in. - 1292), copista e possessore (sec. XIII ultimo quarto)

Summa de paenitentia seu de casibus conscientiae [libri quattuor], Burchardus Anerbe de Argentina fl. saec. XIII post med., ff. 1ra-7vb
Capitula
De secreto [pars reportationis commissionis Capituli Generalis Parisiensis a. 1269], Thomas de Aquino n. 1224/1225, m. 7-3-1274, f. 8ra-b
Apparatus in Summam sancti Raymundi de poenitentia et matrimonio, Guillelmus Redonensis saec. XIII, ff. 9ra-66ra
Collectio constitutionum, Gregorius X papa sedit 1271, m. 10-1-1276, ff. 66ra-68ra
Summa super titulis Decretalium [a. 1241-1243], Gaufridus de Trano v. 1227, m. 3/11-4-1245, f. 69ra-b
excerptum
Summa de casibus reservatis [Summula «Nota sex tantum casus»] (?), Clarus de Florentia n. saec. XIII ante med., m. post 1261, ff. 70ra-78va
Notae et formulae iuris, f. 78v a-b

Manfredus de Terdona OFM v. 1245-1268

U.C. II (ff. 79-102) sec. XIII ultimo quarto data stimata
membr.
ff. 24; numerazione recente 79-112; antica CCCLXVIII-CCCLXXXXI; fascicoli 1-2 (12): richiamo presente alla fine del fasc. I
dimensioni: 327 x 226 (f. 82); specchio di scrittura: 27 [230] 70 x 18 [83 (7) 84] 34 (f. 82r); rr. 67/ ll. 66 (f. 82r)

note generali sulla scrittura: la scrittura della sez. è di modulo molto piccolo ma con un buon grado di testualità; pur se qualitativamente inferiore al nucleo della sez. I non presenta gli elementi di corsività che in questa  risultano (dopo f. 66) di inserimento graduale e successivo


decorato
Iniziali filigranate: lettera iniziale a corpo fesso; iniziali minori in blu o in rosso con modesta filigranatura


Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (?) (sec. XIV - 1808)
Nomi Simone eremita OSBCam (sec. XIII in. - 1292), copista e possessore (sec. XIII ultimo quarto)

Policraticus, Iohannes Sarisberiensis n. 1110/1120, m. 1182 ca., ff. 79ra-102vb

U.C. III (ff. 103-112) sec. XIII ultimo quarto data stimata
membr.
ff. 10; numerazione attuale 103-112, precedente CLXX-CLXXIX; fascicoli 1 (10)
dimensioni: 332 x 233 (f. 109); specchio di scrittura: 26 [219] 87 x 18 [81 (7) 83] 41 (f. 109r); ll. 61/rr. 60 (f. 109r), rigatura a colore: leggerissima

note generali sulla scrittura: la scrittura della sez. è di modulo molto piccolo ma con un buon grado di testualità, affine a quella della sezione precedente


decorato
Iniziali filigranate: iniziale a corpo fesso con modesta filigranatura; iniziali minori a colori alterni rosso e blu con limitati elementi di filigrana
rubricato: rubriche, paragrafi, ritocchi di rosso interni


Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (?) (sec. XIV - 1808)
Nomi Simone eremita OSBCam (sec. XIII in. - 1292), copista e possessore (sec. XIII ultimo quarto)

Liber de contemptu mundi, Isaac Ninivita episcopus fl. 680 ca., ff. 103ra-112vb

Note la descrizione di questo manoscritto, fondamentale per la ricostruzione della vita culturale dell'eremo nella seconda metà del sec. XIII in quanto ascritto (f. 1r marg. sup.) a don Simone recluso, richiede una preliminare introduzione. 
Il corpus attuale doveva essere parte di una compagine più ampia, come prova una numerazione antica, più estesa della compagine attuale, ora incoerente; questa numerazione complessiva comprende anche la parte iniziale che ha però una numerazione propria originaria. Il fatto indurrebbe a pensare di aver tra le mani materiale via via accumulato da don Simone (la mano è unica), da lui stesso in parte riordinato (sui fascicoli iniziali si seguono rinvii di sua mano) ma poi risistemato una seconda volta, forse alla sua morte.
La più antica nota di possesso dell'eremo, a f. 1r, è primo-trecentesca e suggerisce una sistemazione già corrispondente alla situazione attuale.
La complessità dell'insieme richiede una scheda principale che dia conto del rapporto fascicoli/numerazione e tre sottoschede conseguenti alle sezioni che sembrano aver avuto una relativa autonomia di stesura e di utilizzo.

Responsabile scheda: Gabriella Pomaro

Altri progetti collegati:
ABC
RICABIM

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/firenze-biblioteca-nazionale-centrale-conv-soppr-a-manoscript/160306

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

I cookie tecnici devono essere sempre abilitati per poter usufruire dei servizi di base sel sito web.

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy