From the 19th of September 2018, Mirabile will work with a new more efficient open source search engine. This new search engine will allow to implement new features in the future.
The search engine has been tested by the staff of the AIM (Integrated Archives for the Middle Ages).
However, if you encounter problems, expecially with complex queries, please contact the AIM staff at redazione@mirabileweb.it. Thank you for your collaboration

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Descrizione diretta

Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Conv. soppr. C.8.16

Composito


membr.
ff. III, 236, III'; ff. I, II e II', III' cartacei, recenti, n.n.;  ff. III e I' membr., ant., numerati da mano recente
dimensioni: 195 x 145 max. (l'unità II è di dimensioni minori)


Legatura recentemente restaurata: coperta in pergamena su assi in cartone

Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam
Storia del manoscritto
Sulla controguardia sono stati incollati parte del dorso dell'antica legatura dove si legge il contenuto Theologia. Beati Alberti Magni e le precedenti segnature: A VIII 32, A VII 33 (sec. XVIII-XIX) e Angeli 16 (riferibile al periodo delle soppressioni) accanto a due cartellini che riportano la segnatura corrente.
Il ms. risulta individuabile nell'inventario del 1729 (vd. scheda RICABIM, Spoglio inventariale e Baldelli Cherubini in bibl.).

Bibliografia Alberti Magni Opera (1895) vol. XXXIV (fonte); Baldelli Cherubini Manoscritti (1972) p. 40; Distelbrink (1975) (repertorio); ILWVV (1979) (repertorio)

U.C. I (ff. 2-201) sec. XIV primo quarto data stimata

Luogo di copia Italia centro-orientale (sec. XIV primo quarto)
membr.
ff. 200; fascicoli 1-9 (12), 10-13 (8), 17, 20 (8), 14 (4), 15 (6), 16 (10), 17 (8), 18-19 (10), 20 (8), 21 (4): le diverse consistenze non sono dovute ad accidenti materiali, i richiami sono presenti tranne che al fasc. 15 (ff. 146-151: termine del lavoro del primo copista) e al fasc. 21
dimensioni: 195 x 145 (f. 97); 196 x 144 (f. 152); specchio di scrittura: 20 [123] 46 x 24 [105] 20 (f. 97r); 23 [138] 394 x 23 [94] (f. 152r); rr. 29/ll. 28 (f. 97r); rr. 32/ll. 31 (f. 194r), rigatura a colore

scritture e mani littera textualis; Italia
note generali sulla scrittura: nella redazione del ms. si succedono due mani; la prima scrive i lb. I-III e termina a f. 151v (fine fasc. 15) utilizzando anche il marg. inferiore esterno, come se fosse condizionato dalla preesistenza di una parte successiva; in effetti il secondo copista, cui si devono i lb. III-V e l'opera nr. 2 attua delle scelte leggermente diverse nella preparazione materiale ma la stretta sincronia e l'unitarietà della rubricatura fa propendere per un lavoro unitario distribuito. La prima mano utilizza una penna larga e attua ritocchi pesanti; è mano - per quanto abituata a scrivere e dunque con una propria regolarità - di preparazione mediocre forse inseribile nel territorio proposto per l'origine del codice (zona centro-orientale); la seconda è una regolare libraria italiana


decorato: la decorazione si lascia genericamente inserire nella produzione dell'Italia centro-orientale ma l'iniziale figurata (f. 2r) ha chiaro accento bolognese
Iniziali filigranate; Iniziali figurate; Iniziali decorate: a f. 2r iniziale figurata in cui viene rappresentato il volto di un frate domenicano (secondo la consueta tipologia del ritratto d'autore); a f. 152r iniziale decorata, in corrispondenza dell'inizio del VI libro dell'opera, con intreccio geometrico su fondo vinaccia
rubricato: la rubrica iniziale manca in entrambe le opere presenti ma nel testo nr. 1 sono presenti, sporadicamente, rubriche interne che rimandano alla divisione in libri dell'opera; nel margine superiore di ciascun foglio sono presenti titoli correnti spesso rispassati in inchiostro rosso; segni di paragrafo


Ente possessore Firenze, S. Benedetto a Porta Pinti, monastero OSBCam (sec. XIV-XVI in.); Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam
Storia del manoscritto
A f. 201v nota di possesso del XVI sec.: Questo libro è del monastero di Sancto Benedetto fuori della porta a pPinti della cipttà di Firenze dell'ordine di Camaldoli.
Il monastero Camaldolese di Porta a Pinti venne distrutto nel 1529; il suo patrimonio librario giunge a S. Maria degli Angeli forse non sempre in linea diretta ma attraverso un passaggio intermedio per Camaldoli.

Compendium theologicae veritatis, Hugo Ripelin de Argentina n. 1200 ca., m. 1268, ff. 2r-192r
De articulis fidei et ecclesiae sacramentis, Thomas de Aquino n. 1224/1225, m. 7-3-1274, ff. 192v-201v

U.C. II (ff. 202-237) sec. XV ex. - XVI in. data stimata

Luogo di copia Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (?) (sec. XV ex.-XVI in.)
membr.
ff. 36; fascicoli 1 - 2(10), 3-4 (8): richiami presenti.
dimensioni: 195 x 134 (f. 203r); 194 x 132 (f. 213r; la sez. II è regolarmente di dimensioni minori rispetto alla I); specchio di scrittura: 20 [127] 48 x 14 [80] 39 (f. 203r); 17 [122] 55 x 15 [80] 38 (f. 213r); rr. 24/ll. 24 (f. 213r), rigatura a colore
disposizione del testo: il copista non rispetta sempre la rigatura del foglio.

scritture e mani bastarda;
note generali sulla scrittura: si succedono due o tre mani (dopo f. 202r dove la caduta di inchiostro rende difficile lalettura): ai ff. 202v-206r buona scrittura bastarda su base notulare con evidenti segni di origine grafica transalpina; ai ff. 206v-225r  scrittura testuale di grande modulo, rigida, di ambiente poco precisabile e ai ff. 225v-237v altra scrittura rozza, degradante in corsiva, che non è automaticamente collegabile ad una terza mano. L'insieme grafico e il testo interessato sembrano molto ben inseribili proprio all'Eremo dove sono accertate presenze transalpine nella seconda metà del sec. XV.


decorato
Iniziali semplici: in inchiostro rosso.


Ente possessore Firenze, S. Maria degli Angeli, monastero OSBCam (a. 1529-XIX in.)
luoghi / enti collegati Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (?)

De puritate conscientiae, Matthaeus de Cracovia n. 1345 ca., m. 5-3-1410, ff. 202r-237v

Note la compagine unisce un'unità proveniente dal monastero fiorentino di Porta a Pinti e una seconda priva di qualsiasi segno di provenienza ma fortemente collegabile con la produzione eremitica alla casa madre nel tardo Quattrocento

Responsabile scheda: SISMEL Sez. paleografica

Scheda derivata da: RICABIM

Altri progetti collegati:
ABC

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/firenze-biblioteca-nazionale-centrale-conv-soppr-c-manoscript/194362

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

Se disabiliti questi cookies non sarai in grado di salvare le tue preferenze. Ciò significa che tutte le volte che visualizzi www.mirabileweb.it dovrai impostare nuovamente le impostazioni cookies. (Non consigliato)

Cookie di terze parti



Questo sito Web utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito e le pagine più popolari.


Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Disabilitato

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy