From the 19th of September 2018, Mirabile will work with a new more efficient open source search engine. This new search engine will allow to implement new features in the future.
The search engine has been tested by the staff of the AIM (Integrated Archives for the Middle Ages).
However, if you encounter problems, expecially with complex queries, please contact the AIM staff at redazione@mirabileweb.it. Thank you for your collaboration

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Descrizione diretta / da mf.

Verona, Biblioteca Capitolare CCCCXLV (288)

Vr1

sec. XIV ex.-XV in. data stimata

Luogo di copia Italia settentrionale
cart.
ff. IV + 34 + I; numerazione da 1 a 34 a lapis nero con cifre arabe (margine superiore esterno); numerazione moderna per pagine, a lapis rosso, 1-68 (margine superiore al centro); resti di altra numerazione antica (sec. XV) in cifre romane, anteriore alla caduta di alcuni fogli, per cui: ff. ij-vj = 2-6, viij-xxv = 7-24, xx[.] = 25, xx[..] = 26, xxx[.] = 27, xxx[.] = 28, xxxv = 29, xxxvij = 30, xliij-xlvj = 31-34; fascicoli I (14), II-III (8), IV (4): nessuna numerazione, solo un richiamo al f. 14v; lacune dopo i ff. 14 (sono caduti probabilmente tre fogli), 26, 29, 30. La numerazione antica in numeri romani indica che la consistenza originaria del codice doveva essere di una cinquantina di fogli
dimensioni: 310 x 210; specchio di scrittura: 210 x 180
disposizione del testo: canzoni: a mo' di prosa, con distinzione delle stanze e, occasionalmente, delle partizioni interne alle stanze; sonetti: versi a coppie per le quartine, terzine su un'unica riga

scritture e mani ucorsiva cancelleresca;
note generali sulla scrittura: una mano unica, corsiva cancelleresca; di un'altra mano coeva prove di penna e un paio di righe in latino al f. 19r; postille bibliografiche e attributive di mano del sec. XIX nei fogli di guardia e accanto alle rubriche dei componimenti dei ff. 16r-34v (mons. G.B.C. Giuliari)


Lingua copisti italiano
Area dialettale u Padano
Koiné settentrionale-padana con indizi di superstrato di copia veneto-occidentali

Iniziali semplici: iniziali semplici, su una riga, spesso esorbitanti dal margine esterno dello specchio di scrittura, a marcare il capoverso
rubriche nere


Nomi Scipione Maffei (n. 1675, m. 1755), possessore
Storia del manoscritto
Appartenne a Scipione Maffei (vedi Scipione Maffei, Verona illustrata, Verona, per Jacopo Vallassi e Pierantonio Berno, 1731-1732, II. Scrittori veronesi, col. 62)

A ciascun' alma presa e gentil core, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 1v
Al cor gentil rempaira sempre amore, Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, f. 29v
Al poco giorno ed al gran cerchio d'ombra, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 21r-v
Amor che movi tua vertù dal cielo, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, ff. 19v-20r
Amor che nella mente mi ragiona (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, ff. 16v-17r
Amor mi sforza e mi sprona valere, Dino Compagni n. 1246/47 - m. 1324, ff. 31v-32v
Amor, tu vedi ben che questa donna, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 22r
Amore e 'l cor gentil sono una cosa, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 8r-v
Amore è uno spirito ch'ancide, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 26v
Amore, i' prego ch'alquanto sostegni, Giovanni dell' Orto m. pq 22.1.1289, f. 30r
Ballata, i' voi che tu ritrovi Amore, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 4r-v
Bene è forte cosa il dolce sguardo, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 25v
Biltà di donna e di saccente core, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 27r
Cavalcando l' altr' ier per un cammino, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 3r-v
Cercando di trovar minera in oro, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 24r
Cerco l'Italia del mondo lumiera, Paiaio da Lucca (frate) sec. XIV pm?, f. 34r
Certe mie rime a·tte mandar vogliendo, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 27r
Chi vedesse a Lucia un var capuzzo, Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, f. 29r
Ciò che m' incontra, ne la mente more (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 6r
«Con gli occhi lagrimosi, sospirando, Salvi (ser) sec. XIV, f. 33v
Con l' altre donne mia vista gabbate (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 5v
Così nel mio parlar vogli'esser aspro, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 20r-v
Degli occhi della mia donna si move, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 25r
Degno fa voi trovare ogni tesoro, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 24r-v
Deh! com' sarebbe dolce compagnia, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, ff. 25v-26r
Deh peregrini che pensosi andate (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 15r-v
Doglia mi reca nello core ardire, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, ff. 23r-24r
Donna, io vi miro e non è chi vi guidi, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 25v
Donna me prega, - per ch'eo voglio dire, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 28r-v
Donna pietosa e di novella etate, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, ff. 10v-11r
Donne ch' avete intelletto d' amore, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 7r-v
E' m'incresce di me sì duramente, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 16r-v
Egli è sì poco di fede e d'amore, Cecco Angiolieri n. 1260 ca. - m. aq 25.2.1313, f. 31r
Era in penser d'amor quand' i' trovai, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, ff. 28v-29r
Fonte di sapïenza nominato, Matteo paterino ...1270-1279..., f. 33r-v
Gentil madonna, la vertù d'amore, Lupo degli Uberti ... XIII ex.- XIV in. ..., f. 30r
Guata, Manetto, quella scrignutuzza, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 27r-v
Guido, quando dicesti pasturella, Lapo degli Uberti ...1252-1312..., f. 32v
I' ho veduto già senza radice, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 24v
I' son sì magro che quasi traluco (1), Cecco Angiolieri n. 1260 ca. - m. aq 25.2.1313, f. 31r
Io mi credea del tutto esser partito, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 24v
Io mi senti' svegliar dentro a lo core, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 11v
Io non pensava che lo cor giammai, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, ff. 27v-28r
Io sento sì d'Amor la gran possanza, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, ff. 20v-21r
Io son venuto al punto della rota, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 21v
L'anima mia vilment' è sbigotita, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 27v
L'opinion de chi più sa s'accorda, Jacopo Garatori sec. XIV, f. 34r
La bella donna che 'n vertù d'Amore, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 26r
La dispietata mente che pur mira, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 22r-v
La vostra sete, se ben mi ricorda, Pietro Alighieri 1300-1364, f. 34r
Lasso per forza di molti sospiri (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 15r
Le dolci rime d'amor ch'io solea (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, ff. 17r-18r
Li occhi dolenti per pietà del core, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 14v
Lo fin piacer di quell'adorno viso, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 25r
Lo intelletto d'amor ch'io solo porto, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 26v
Madonna, il fino amor ched eo vo porto, Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276, f. 29r-v
Morte villana, di pietà nemica, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 3r
Movo canto amoroso novamente, Lupo degli Uberti ... XIII ex.- XIV in. ..., f. 30r
Ne li occhi porta la mia donna Amore (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 8v
Noi siàn le triste penne isbigotite, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 27r
Non v'accorgete voi d'un che·ssi more, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 25r
Non vi si monta per iscala d' oro, Dino Compagni n. 1246/47 - m. 1324, f. 32v
Novellamente Amor mi giura e dice, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 24v
O donna mia, non vedestù colui, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 27r
O lasso, ch'io credea trovar pietate, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 26r
O sommo saggio di scienz'altera, Dino Compagni n. 1246/47 - m. 1324, f. 33r
O voi che per la via d' Amor passate (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 2v
O voi che siete ver' me sì giudei, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 25v
Oimè, ch'io veggio per entr'un pensero, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 26v
Oltre la spera che piu larga gira (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 15v
Omo, che parli per sì gran contegni, Tomaso da Faenza ...1263-1293..., f. 30v
Perch'i' no spero di tornar giammai, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 28v
Piangete, amanti, poi che piange Amore, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 2v
Poi ch'i' fu', Dante, dal mio natal sito, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 24v
Poscia ch'Amor del tutto m'ha lasciato, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, ff. 18r-19r
Questa donna gentil, che sempremai (1), Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 26r
Questa leggiadra donna, ched i' sento, Cino da Pistoia ?, f. 25r
Se io potesse con la lingua dire, Cecco Angiolieri n. 1260 ca. - m. aq 25.2.1313, f. 31r
Se 'l viso mio a la terra si china, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 25r
Se' tu colui c' hai trattato sovente, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 9v
Se vedi Amore, assai ti priego, Dante, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 27r
Se voi udiste la voce dolente, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 25v
Sed i' avess'un sacco di fiorini, Cecco Angiolieri n. 1260 ca. - m. aq 25.2.1313, f. 31r
Ser Chiaro, lo tu' dir d'ira non sale, f. 32v
Sì lungiamente m' ha tenuto Amore, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 13v
Spesse fiate vegnonmi a la mente, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 6v
Tanto gentile e tanto onesta pare (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 13r
Tre donne intorno al cor mi son venute, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, ff. 22v-23r
Tu che sei voce che lo cor conforte, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 26v
Tu m'hai sì piena di dolor la mente, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 27v
Tutti li miei penser parlan d' Amore, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 5r
Una donna mi passa per la mente, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 26v
Vede perfettamente onne salute (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 13r
Veder poteste, quando v'inscontrai, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 27v
Vedeste, al mio parere, ogni valore, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 1v
Vita nova, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, ff. 1r-16r
Voi che 'ntendendo il terzo ciel movete (2), Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 19r
Voi che per li occhi mi passaste 'l core, Guido Cavalcanti sec. XIII seconda metà, f. 27v
Voi che per nova vista di ferezza, Cino da Pistoia 1265/70? - 1336/37, f. 26r
Voi che portate la sembianza umile, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 9v
Voi che savete ragionar d'amore, Dante Alighieri n. 1265 - m. 1321, f. 24r
Vostra quistione è di sottil matera, Lapo Saltarelli m. aq 1326, f. 33r
Zamai per pasto alcun toa voglia ingorda, Gidino da Sommacampagna, f. 34v

Cecco Angiolieri (n. ca 1260 - m. ante 25.02.1313)
Dino Compagni n. 1246/47 - m. 1324
Francesco Ismera Beccanugi ... 1290 ...
Giovanni dell' Orto m. pq 22.2.1289
Guido Cavalcanti sec. XIII, seconda metà
Guido Guinizelli n. 1230 ca. - m. aq 14.11.1276
Jacopo Garatori sec. XIV
Lapo degli Uberti ...1252-1312...
Lapo Saltarelli n. sec. XIII sm - m. aq 1326
Lupo degli Uberti ... XIII ex.- XIV in. ...
Matteo paterino ...1270-1279...
Paiaio da Lucca (frate) sec. XIV pm?
Pietro Alighieri 1300-1364
Salvi (ser) sec. XIV
Tomaso da Faenza ...1266-1293...

Bibliografia Casini Manoscritti di rime II (1884) pp. 116-28 (tavola); Barbi, Vita Nuova 1932 (1932) pp. LIV (descriz.), CCLIX-CCLXIII (classif.); De Robertis Censimento II (1961) pp. 271-4; Mss. Capitolare Verona (1996) pp. 441-3; Giunta Matteo Paterino (2000) (con l'edizione della canzone di Matteo Paterino); De Robertis, Dante. Rime (2002) vol. I** pp. 820-2 (con tavola parziale); Sangiovanni, T. di Faenza, Rime (2016) p. 18

Note Fonte dei dati: descrizione De Robertis + ms. + mf. [30.10.2006]

Regesto Vita nuova di Dante e rime di poeti diversi due- e trecenteschi - ff. 1r-16r Vita nova di Dante Alighieri con inserito il sonetto di Guido Cavalcanti, Vedeste al mio parere, in risposta al primo del libro - ff. 16r-24r Rime (26-40): canzoni di Dante Alighieri - ff. 24v-26v Rime (41-65): sonetti di Dante Alighieri e Cino da Pistoia - ff. 27r-29r Rime (66-80): sonetti di Guido Guinizzelli e Guido Cavalcanti - f. 29r-v Rime (81-83): canzone Madonna el fino amor di Guido Cavalcanti e Al cor gentil di Guido Guinizzelli, mutila - f. 30r-v Rime (84-87): sonetti di Lupo degli Uberti, Giovanni Dall'Orto e Tommaso da Faenza - ff. 31r-34v Rime (88-103): sonetti e canzoni di autori vari (Cecco Angiolieri, Francesco Ismera, mastro Francesco, Dino Compagni, Lapo Salterelli, Matteo Paterino, Jacopo de' Garatori, Pietro Alighieri, Frate Paiaio da Lucca, Gidino da Sommacampagna, e anonimi)

Responsabile scheda: Roberta Capelli

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/verona-biblioteca-capitolare-ccccxlv-(288)-manoscript/144623

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

I cookie tecnici devono essere sempre abilitati per poter usufruire dei servizi di base sel sito web.

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy