Si informano i lettori che dal 19 settembre 2018 Mirabile funziona su un motore di ricerca più avanzato e open source, che consente una maggiore efficienza delle funzionalità offerte e l'implementazione di nuove in un prossimo futuro.
La fase di testaggio della nuova infrastruttura è stata condotta dalla redazione dell'Archivio Integrato per il Medioevo (AIM).
A fronte di malfunzionamenti inattesi, che potrebbero verificarsi a proposito di domande complesse, il lettore è pregato di segnalarlo alla redazione, utilizzando il seguente indirizzo redazione@mirabileweb.it. E noi lo ringraziamo di questa collaborazione.

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Dionisius frater OSBCam in Manoscritti
Dionisius frater OSBCam
Trovati 5 records. Pagina 1 di 11


Descrizione diretta

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 312

sec. XI ultimo quarto data stimata

Luogo di copia Arezzo, zona di (?) (sec. XI ultimo quarto)
membr.
ff. VII, 275, V'; ff. I-IV e II'-V' cart. recenti di restauro; ff. V-VI e I' (numer. 1, 2 e 279) membr. antichi ; f. VII (numer. 3) cart. moderno (sec. XVIII). Numerazione recente a matita, qui seguita,  sul marg. destro inf., estesa ai ff. V-VII (numer. 1-3) e I'-II' (numer. 279-280). Una precedente numerazione moderna a penna sul marg. destro sup. parte dall'attuale f. 5 e numera 1-274.; le due guardie membr. numerate. 1 e 279 sono di recupero da un ms. liturgico del sec. XII; fascicoli 1 - 20 (8), 21 (6), 22 - 34 (8), 35 (3), 36 (2): il fasc. 35 è un ternione  mancante degli ultimi tre fogli. I fogli della prima metà di ogni fascicolo presentano una numerazione di ordinamento non originale (sec. XIV).
dimensioni: 177 x 114; specchio di scrittura: 18 [112] 47 x 10/4 [66] 4/30; rr. 19/ll. 19.

decorato: Semoli (vd. bibliografia) colloca genericamente il manoscritto nell'Italia centrale.
Iniziali semplici; Iniziali decorate: una lettera decorata (f. 166r), che si ricollega ai primi esempi dello stile geometrico, e 214 lettere rubricate (Semoli, vd. bibl., p. 39).
rubricato: titoli in maiuscole miste di dimensioni maggiori.


Legatura legatura di restauro

Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XIV. 1 - XIX in.); Arezzo, S. Maria della Misericordia, fraternita (Fraternita dei Laici) (sec. XIX in.-XX med.)
Nomi Macarius frater OSBCam (fl. XIV. 1), possessore (sec. XIV. 1); Dionisius frater OSBCam (fl. XIV. 1), possessore (sec. XIV. 1)
Precedenti segnature lxxxvi, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (a. 1406); omega 11, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ultimo quarto); O.I-1, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.)
Storia del manoscritto
A f. 279v: Frater Macario (sic) scripsit, ripetuta a f. 278v da una mano del sec. XVI: sempre a f. 279v due annotazioni: Frater Dionisius (tale nome, vergato dalla stessa mano, compare anche, in questo stesso fondo aretino, nel ms. 367 e nel ms., sempre di provenienza camaldolese, Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Conv. Sopp. 498) e ancora Frater Macarius hec scripsit (tutte queste note sono assegnabili al sec. XIV. 1 e hanno valore autoreferenziale). Prove di penna con alcune date al margine superiore dello stesso foglio: 1534, 1428, 1427.
Al centro del f. 2r nota di prestito (sec. XIV ex.): Questo libro prestò il generale Girolamo a frate Georgio, poi facto il generale Andrea; frate Georgio glelo rappresentò. Rispuose: tenetelo. Abbiamoci speso a farlo rilegare che era sanza asse fiorini XXV. Accanto alla nota una mano moderna specifica anno domini 1390; Andrea da Faenza è priore generale dal 1391 al 1408 ma il manoscritto doveva già da tempo essere presente all'Eremo come prova la nota di Frate Dionisio.  Al f. 2r margine superiore, nota di possesso dell'eremo  (sec. XVI in.): S. Camaldulensis Eremi; più in basso altra nota con segnatura corrispondente al catalogo C (sec. XVII ex.): Sacrae Eremi Camalduli I(nscript). C(at). O.I-1. Al f. 5r margine esterno nuovamente: Sacrae Eremi Camalduli I(nscript). C(at). omega.11 (sec. XVII ultimo quarto). Al f. 3r-v, indice (sec. XVIII).
Il ms. è rintracciabile negli inventari A, B, e nel catalogo C (cfr. Magheri-Fossa, Biblioteca, 183-187 nr. 87; 463 nr. 11; 486 nr. 1).

Exhortatio sive ammonitio ad monachos, ff. 243r-245r
Luctus Iacob, ff. 4r-4v
acefalo
Vita sancti Fursei abbatis Latiniacensis, ff. 109r-113v: Vita (BHL 3209-3210)
excerptum
Tractatus de virtutibus, ff. 113v-147v
Liber de vita christiana (?), Pelagius monachus, ff. 148r-166v
De virginitate perpetua beatae Mariae, Ildephonsus Toletanus archiepiscopus v. 657, m. 23-1-667, ff. 166v-169v
Poenitentiale [partim spurium], Egbertus Eboracensis archiepiscopus m. 19-11-766, ff. 170r-211r
Admonitio ad filium spiritualem, Basilius Caesariensis episcopus pseudo, ff. 211r-231v
De discretione virtutum [titolo elaborato], ff. 231v-237r
De virtutibus, ff. 237r-238r
Monita, ff. 238r-239r
Sermones, Antonius in Thebaide abbas, ff. 239v-241r
Super septem psalmos poenitentiales, Remigius Autissiodorensis monachus n. 841 ca., m. 2-5-908, ff. 4v-43v
Sermo de vanitate mundi et de resurrectione mortuorum, Antonius in Thebaide abbas pseudo, ff. 239v-241r
Admonitio ad monachos, Basilius Caesariensis episcopus pseudo, ff. 241r-243r
Exhortatio sive ammonitio ad monachos, Hieronymus Stridonius pseudo, ff. 243r-245r
Sententiae ad monachos, Evagrius Ponticus, ff. 245v-247v
Admonitio ad Nonswindam reclusam (?), Adalgerus monachus saec. VII/X, ff. 247v-269v
Visio, ff. 269v-272r
Vitae Patrum, ff. 272r-278v
Homiliae, Gregorius I papa n. 540 ca., m. 604, ff. 43v-53v
excerptum
De vita christiana liber I ad Iulianam viduam, Augustinus Aurelius pseudo, f. 54r-v
excerptum
Homiliae in Evangelia et Epistolas [una cum epistola Lotharii ad Hrabanum et epistolis praefatoriis Hrabani ad Lotharium Augustum], Hrabanus Maurus n. 780 ca., m. 4-2-856, ff. 54v-63r
hom. XLII
Ad Theodorum lapsum libri 1-2, Iohannes Chrysostomus, ff. 63r-65v
De vitiis et virtutibus, remediis peccatorum et ordine vel iudiciis poenitentiae [libri sex; una cum epistola praefatoria Ebboni Remensi archiepiscopo], Halitgarius Cameracensis episcopus sedit 817-831, ff. 65v-102r
praef., libri 1-2
Cento de vitiis, ff. 102r-107v
Expositio orationis dominicae, ff. 107v-108v

Bibliografia Stegmüller (repertorio); PL (fonte); PG (fonte); CCSL (fonte); Bibliotheca Casinensis (1877) vol. III (fonte); Mazzatinti Inventari (1896) vol. VI pp. 225-226 (G. F. Gamurrini, Arezzo. Biblioteca della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, pp. 170- 241); BHL (1898) vol. I (repertorio); Wilmart Discours de saint Basile (1910) (fonte); Mostra Romualdiana Camaldolense (1927) p. 13, tav. I; Rochais Florilèges ascétiques (1953) p. 251 n. 1, p. 255; Heist SS. Hiberniae (1965) (fonte); BHMs (1969) n° 362 (vol. IIIa), n° 551 (vol IIIb); Oberleitner Augustinus Italien (1970) vol. I/2 p. 15; CPG (1974) vol. II (fonte); Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979) pp. 38, 56, 80, 147, 238, 409, 416; Semoli Codici miniati (1986) pp. 37-40 scheda nr. 1, tav. 1; CSLMA (1994) vol. I p. 19; CPPM II B (1994) p. 679 nr. 40; CPL (1995) (fonte); Mss. med. AR (2003) p. 20, pp. 47-9 scheda 33, tavv. XLV, A, p. 131; Licciardello Consuetudo (2004) p. lxxi

Spoglio inventariale
1- [O.I] Remigii vel Remis Archepiscopi Expositio Septem Psalmorum.
11- Sancti Remigii Archiepiscopi Expositio super Septem Psalmos poenitentiales. Item nonnulla sancti Gregorii Pape. Item de poenitentie utilitate, quae a 318 Venerabilium Sanctorum Patrum in Niceno Concilio dicta, seu constituta sunt. Item libri de 8. principalibus vitiis, et unde oriuntur. Item quaedam opera S. Augustini. Item quaedam S. Ephrem Monachi. Item quaedam S. Basilii. Item quaedam S. Hieronimi. in 8.
Camaldoli (Arezzo) - Eremo. [Inventario A]87- [lxxvj] Jtem Expositio sanctj Remigij super septem psalmos penitentiales que incipit: Vidit Ioseph uisionem, et finit penitentiam eius in cartis pecudinis tabulis et corio rubeo.

Responsabile scheda: CODEX

Schede derivate:
CODEX

Altri progetti collegati:
ABC
CALMA
MEL
RICABIM

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/arezzo-biblioteca-città-di-arezzo-312-manoscript/88642



Descrizione diretta

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 312

sec. XI ultimo quarto data stimata
membr.
ff. VII, 275, V'; ff. I-IV e II'-V' cart. recenti di restauro; ff. V-VI e I' (numer. 1, 2 e 279) membr. antichi ; f. VII (numer. 3) cart. moderno (sec. XVIII). Numerazione recente a matita, qui seguita,  sul marg. destro inf., estesa ai ff. V-VII (numer. 1-3) e I'-II' (numer. 279-280). Una precedente numerazione moderna a penna sul marg. destro sup. parte dall'attuale f. 5 e numera 1-274; le due guardie membr. numerate. 1 e 279 sono di recupero da un ms. liturgico del sec. XII; fascicoli 1 - 20 (8), 21 (6), 22 - 34 (8), 35 (3), 36 (2): il fasc. 35 è un ternione  mancante degli ultimi tre fogli. I fogli della prima metà di ogni fascicolo presentano una numerazione di ordinamento non originale (sec. XIV);
dimensioni: 177 x 114; specchio di scrittura: 18 [112] 47 x 10/4 [66] 4/30; rr. 19/ll. 19.

decorato
Iniziali semplici; Iniziali decorate: una lettera decorata (f. 166r), che si ricollega ai primi esempi dello stile geometrico, e 214 lettere rubricate;
rubricato: titoli in maiuscole miste di dimensioni maggiori.


Legatura legatura di restauro.

Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XIV. 1 - XIX in.); Arezzo, S. Maria della Misericordia, fraternita (Fraternita dei Laici) (sec. XIX in. - XX med.)
Nomi Macarius frater OSBCam (fl. XIV. 1), possessore (sec. XIV. 1); Dionisius frater OSBCam (fl. XIV. 1), possessore (sec. XIV. 1)
Precedenti segnature lxxxvi, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (a. 1406); omega 11, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ultimo quarto); O.I-1, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.)
Storia del manoscritto
A f. 279v : Frater Macario (sic) scripsit, ripetuta a f. 278v da una mano del sec. XVI: sempre a f. 279v due annotazioni: Frater Dionisius (tale nome, vergato dalla stessa mano, compare anche, in questo stesso fondo aretino, nel ms. 367 e nel ms., sempre di provenienza camaldolese, Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Conv. Sopp. 498, per quest'ultimo vd. la banca dati ABC - Antica Biblioteca Camaldolese) e ancora: Frater Macarius hec scripsit (tutte queste note sono assegnabili al sec. XIV. 1). Prove di penna con alcune date al margine superiore dello stesso foglio: 1534, 1428, 1427.
Al centro del f. 2r nota di prestito (sec. XIV ex.): Questo libro prestò il generale Girolamo a frate Georgio, poi facto il generale Andrea; frate Georgio glelo rappresentò. Rispuose: tenetelo. Abbiamoci speso a farlo rilegare che era sanza asse fiorini XXV. Accanto alla nota una mano moderna specifica anno domini 1390; Andrea da Faenza è priore generale dal 1391 al 1408 ma il manoscritto doveva già da tempo essere presente all'Eremo come prova la nota di Frate Dionisio.  Al f. 2r margine superiore, nota di possesso dell'eremo (sec. XVI in.): S. Camaldulensis Eremi; più in basso altra nota  con segnatura corrispondente al catalogo C (sec. XVII ex.): Sacrae Eremi Camalduli I(nscript). C(at). O.I-1. Al f. 5r margine esterno nuovamente: Sacrae Eremi Camalduli I(nscript). C(at). omega.11 (sec. XVII ultimo quarto). Al f. 3r-v, indice (sec. XVIII).
Il ms. è rintracciabile negli inventari A, B, e nel catalogo C (cfr. Magheri-Fossa, Biblioteca, 183-187 nr. 87; 463 nr. 11; 486 nr. 1).

Luctus Iacob, ff. 4r-4v
acefalo
Vita sancti Fursei abbatis Latiniacensis, ff. 109r-113v: Vita (BHL 3209-3210)
excerptum
Tractatus de virtutibus, ff. 113v-147v
Liber de vita christiana (?), Pelagius monachus, ff. 148r-166v
De virginitate perpetua beatae Mariae, Ildephonsus Toletanus archiepiscopus v. 657, m. 23-1-667, ff. 166v-169v
Poenitentiale [partim spurium], Egbertus Eboracensis archiepiscopus m. 19-11-766, ff. 170r-211r
Admonitio ad filium spiritualem, Basilius Caesariensis episcopus pseudo, ff. 211r-231v
De discretione virtutum [titolo elaborato], ff. 231v-237r
De virtutibus, ff. 237r-238r
Monita, ff. 238r-239r
Sermones, Antonius in Thebaide abbas, ff. 239v-241r
Super septem psalmos poenitentiales, Remigius Autissiodorensis monachus n. 841 ca., m. 2-5-908, ff. 4v-43v
Sermo de vanitate mundi et de resurrectione mortuorum, Antonius in Thebaide abbas pseudo, ff. 239v-241r
Admonitio ad monachos, Basilius Caesariensis episcopus pseudo, ff. 241r-243r
Exhortatio sive ammonitio ad monachos, Hieronymus Stridonius pseudo, ff. 243r-245r
Sententiae ad monachos, Evagrius Ponticus, ff. 245v-247v
Admonitio ad Nonswindam reclusam (?), Adalgerus monachus saec. VII/X, ff. 247v-269v
Visio, ff. 269v-272r
Vitae Patrum, ff. 272r-278v
Homiliae, Gregorius I papa n. 540 ca., m. 604, ff. 43v-53v
excerptum
De vita christiana liber I ad Iulianam viduam, Augustinus Aurelius pseudo, f. 54r-v
excerptum
Homiliae in Evangelia et Epistolas [una cum epistola Lotharii ad Hrabanum et epistolis praefatoriis Hrabani ad Lotharium Augustum], Hrabanus Maurus n. 780 ca., m. 4-2-856, ff. 54v-63r
hom. XLII
Ad Theodorum lapsum libri 1-2, Iohannes Chrysostomus, ff. 63r-65v
in latino
De vitiis et virtutibus, remediis peccatorum et ordine vel iudiciis poenitentiae [libri sex; una cum epistola praefatoria Ebboni Remensi archiepiscopo], Halitgarius Cameracensis episcopus sedit 817-831, ff. 65v-102r
praef., libri 1-2
Cento de vitiis, ff. 102r-107v
Expositio orationis dominicae, ff. 107v-108v

Iohannes Chrysostomus

Bibliografia PL (fonte); Stegmüller (repertorio); PG (fonte); Mazzatinti Inventari (1896) vol. VI pp. 225-226 (G. F. Gamurrini, Arezzo. Biblioteca della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, pp. 170- 241); Wilmart Discours de saint Basile (1910) (fonte); Mostra Romualdiana Camaldolense (1927) p. 13 tav. I; Rochais Florilèges ascétiques (1953) p. 251 n. 1, p. 255; Heist SS. Hiberniae (1965) (fonte); BHMs (1969) n° 362 (vol. IIIa); n° 551 (vol. IIIb); Oberleitner Augustinus Italien (1970) vol. I/2 p. 15; Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979) pp. 38, 56, 80, 147, 238, 408, 416; Semoli Codici miniati (1986) pp. 37-40 scheda nr. 1, tav. 1; CSLMA (1994) vol. I p. 19; CPPM II B (1994) p. 679 nr. 40; CPL (1995) (fonte); Mss. med. AR (2003) p. 20, pp. 47-9 scheda 33, tavv. XLV, A, p. 131; Licciardello Consuetudo (2004) p. lxxi

Note scheda originaria a c. di Patrizia Stoppacci; revisione 2018

Responsabile scheda: CODEX

Scheda derivata da: ABC

Altri progetti collegati:
CODEX

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/arezzo-biblioteca-città-di-arezzo-312-manoscript/213368



Descrizione diretta

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 367

sec. XIII terzo quarto

Luogo di copia Italia (sec. XIII terzo quarto)
membr.
II,152, II'; numerazione recente a matita sul margine destro inferiore, che salta un foglio tra 62 e 63; numerazione antica a penna in numeri romani al centro del margine superiore che non calcola l'ultimo foglio del codice; fogli di guardia cart. recenti di restauro; fascicoli 1 - 5 (8), 6 (4), 7 - 17 (8), 18 - 19 (10).
dimensioni: 298 x 198; specchio di scrittura: 21 [212] 65 x 16/6 [61 (10) 61] 6/38  (ff. 1r-131v);  22 [216] 60 x 22 [62 (10) 62] 42  (ff. 132r-150v); rr. 45 / ll. 45  (ff. 1r-131v); rr. 45 /ll. 44  (ff. 132r-150v).

scritture e mani littera textualis semplificata;
note generali sulla scrittura: littera textualis semplificata di mano unica, di elevata qualità, morbida, italiana ma difficilmente localizzabile, forse legata ad uno studium. E' inseribile nella fascio media degli anni proposti, nel sesto-settimo decennio del Duecento. La mano che aggiunge la tavola dei capitoli in fine, in scrittura testuale di modulo minore, sottile e con qualche accenno di sinuosità di tipo documentario è accostabile alle scritture di elevata qualità espresse, tra gli ultimi decenni del Duecento ed inizio Trecento, all'Eremo.


decorato
Iniziali semplici
rubricato


Legatura di restauro.

Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XIV. 1 - XVIII in.); Arezzo, S. Maria della Misericordia, fraternita (Fraternita dei Laici) (sec. XVIII in - XIX ex.)
Nomi Dionisius frater OSBCam (fl. XIV. 1), possessore (sec. XIV. 1)
Precedenti segnature Q.III-7, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.)
Storia del manoscritto
Ai ff. 150v-151v, tavola di contenuto aggiunta (sec. XV).
Al f. 1r, margine superiore, nota di possesso in inchiostro rosso, strettamente coeva al manoscritto, parzialmente erasa: Iste liber est fratris [...].
Al f. 150vb (sec. XIV): Hic liber Alpensis heremi sit Camaldulensis, quem qui furatur anathematis ense necatur.
Al f. 151v, margine superiore, un nome: Frater Dionisius, che probabilmente designa un antico utilizzatore (lo stesso nome, della stessa mano, nel ms. Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo, 312 e nel ms. Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, 498).
Timbri della Fraternita dei Laici di Arezzo ai ff. IIr e I'r (sec. XIX).
Il codice, che non conserva più segnature espresse, è identificabile nell'inventario A (vd. Magheri Cataluccio - Fossa, Biblioteca, p. 159 nr. 235) e nel catalogo C (idem, pag. 493, ms. corrispondente alla segn. Q.III-7); resta invece incerta l'identificazione nell'inventario B.
La compagine presenta una leggera variazione codicologica nei due quinterni finali che, in compresenza di una chiara diversità di preparazione del primo bifoglio del fascicolo iniziale (ff. 1/8) al confronto con il corpus circostante, rende probabile un riassetto dello stesso legato al suo primo utilizzo, immediatamente vicino alla scrittura, cui probabilmente risale anche la cartulazione.

Historia scholastica, Petrus Comestor n. 1100 ca., m. 22-10-1178, ff. 1ra-150vb

Bibliografia PL vol. 198 (fonte); Mazzatinti Inventari (1896) vol. VI p. 232 in part. (Francesco Gamurrini, Arezzo. Biblioteca della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, pp. 170-241); Stegmüller (1954) vol. IV (repertorio); Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979) pp. 66, 76, 159, 226-227 nr. 235; Mss. med. AR (2003) p. 21, p. 64 scheda nr. 57, p. 132, tav. LXXV e passim

Spoglio inventariale
7- [Q.III] Historia Scholastica Petri Comestoris.
Camaldoli (Arezzo) - Eremo. [Inventario A]235- ccxli. Item storie scolastice que incipiunt 'imperatorie maiestatis', et finiunt 'passum est, ut ait clemens', in cartis pecudinis tabulis et corio albo.

Risorse esterne collegate
Arezzo, BCA, 367, f. 150v (da CODEX)
Arezzo, BCA, 367, f. 16r (da CODEX)

Responsabile scheda: CODEX

Schede derivate:
CODEX

Altri progetti collegati:
ABC
RICABIM

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/arezzo-biblioteca-città-di-arezzo-367-manoscript/147705



Descrizione diretta

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 367

sec. XIII terzo quarto data stimata

Luogo di copia Italia (sec. XIII terzo quarto)
membr.
II,152, II'; numerazione recente a matita sul margine destro inferiore, che salta un foglio tra 62 e 63; numerazione antica a penna in numeri romani al centro del margine superiore che non calcola l'ultimo foglio del codice; fogli di guardia cart. recenti di restauro; fascicoli 1 - 5 (8), 6 (4), 7 - 17 (8), 18 - 19 (10).
dimensioni: 298 x 198; specchio di scrittura: 21 [212] 65 x 16/6 [61 (10) 61] 6/38  (ff. 1r-131v);  22 [216] 60 x 22 [62 (10) 62] 42  (ff. 132r-150v); rr. 45 / ll. 45  (ff. 1r-131v); rr. 45 /ll. 44  (ff. 132r-150v).

scritture e mani littera textualis semplificata;
note generali sulla scrittura: littera textualis semplificata di mano unica, di elevata qualità, morbida, italiana ma difficilmente localizzabile, forse legata ad uno studium. E' inseribile nella fascio media degli anni proposti, nel sesto-settimo decennio del Duecento. La mano che aggiunge la tavola dei capitoli in fine, in scrittura testuale di modulo minore, sottile e con qualche accenno di sinuosità di tipo documentario è accostabile alle scritture di elevata qualità espresse, tra gli ultimi decenni del Duecento ed inizio Trecento, all'Eremo.


decorato
Iniziali semplici
rubricato


Legatura di restauro.

Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XIV. 1 - XVIII in.); Arezzo, S. Maria della Misericordia, fraternita (Fraternita dei Laici) (sec. XVIII in - XIX ex.)
Nomi Dionisius frater OSBCam (fl. XIV. 1), possessore (sec. XIV. 1)
Precedenti segnature Q.III-7, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.)
Storia del manoscritto
Ai ff. 150v-151v, tavola di contenuto aggiunta (sec. XV).
Al f. 1r, margine superiore, nota di possesso in inchiostro rosso, strettamente coeva al manoscritto, parzialmente erasa: Iste liber est fratris [...].
Al f. 150vb (sec. XIV): Hic liber Alpensis heremi sit Camaldulensis, quem qui furatur anathematis ense necatur.
Al f. 151v, margine superiore, un nome: Frater Dionisius, che probabilmente designa un antico utilizzatore (lo stesso nome, della stessa mano, nel ms. Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo, 312 e nel ms. Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, 498).
Timbri della Fraternita dei Laici di Arezzo ai ff. IIr e I'r (sec. XIX).
Il codice, che non conserva più segnature espresse, è identificabile nell'inventario A (vd. Magheri Cataluccio - Fossa, Biblioteca, p. 159 nr. 235) e nel catalogo C (idem, pag. 493, ms. corrispondente alla segn. Q.III-7); resta invece incerta l'identificazione nell'inventario B.
La compagine presenta una leggera variazione codicologica nei due quinterni finali che, in compresenza di una chiara diversità di preparazione del primo bifoglio del fascicolo iniziale (ff. 1/8) al confronto con il corpus circostante, rende probabile un riassetto dello stesso legato al suo primo utilizzo, immediatamente vicino alla scrittura, cui probabilmente risale anche la cartulazione.

Historia scholastica, Petrus Comestor n. 1100 ca., m. 22-10-1178, ff. 1ra-150vb

Bibliografia PL vol. 198 (fonte); Mazzatinti Inventari (1896) vol. VI p. 232 in part. (Francesco Gamurrini, Arezzo. Biblioteca della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, pp. 170-241); Stegmüller (1954) vol. IV (repertorio); Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979) pp. 66, 76, 159, 226-227 nr. 235; Mss. med. AR (2003) p. 21, p. 64 scheda nr. 57, p. 132, tav. LXXV e passim

Note scheda originaria a c. di Patrizia Stoppacci; revisione 2018

Risorse esterne collegate
Arezzo, BCAr 367, f. 16r
Arezzo, BCAr 367, f. 150v

Responsabile scheda: CODEX

Scheda derivata da: ABC

Altri progetti collegati:
CODEX

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/arezzo-biblioteca-città-di-arezzo-367-manoscript/213404



Descrizione diretta

Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Conv. soppr. 498

sec. XIV med. data stimata

Luogo di copia Firenze (?) (sec. XIV med.)
membr.
ff. VII, 122, II'; la numerazione moderna a matita in alto ripete due volte il nr. 23 e giunge fino a 119 non calcolando i due fogli bianchi del fascicolo finale; ff. I-V (un duerno e un foglio singolo, cart.) e ff. I'-II' (bifoglio cart.) moderni non numerati; ff. VI-VII bifoglio membr. antico numerato in basso a matita I-II; fascicoli 1-9 (12), 13 (10), 14 (4): il fascicolo finale è residuo di unità maggiore, i quattro fogli rimasti (l'ultimo dei quali reca i segni di una precedente incollatura al piatto della legatura) sono solidali per quanto rinforzati lungo la linea di cucitura; presenti richiami
dimensioni: 236 x 167 (f. 47); specchio di scrittura: 26 [145] 65 x 26 [42 (12) 44] 43 (f. 47r); ll. 29/rr. 28, rigatura a colore

scritture e mani littera textualis;
note generali sulla scrittura: una sola mano in littera textualis di buona qualità


Presenza di note
Rarissimi segni di lettura (minimo intervento a f. 1r e nella tavola dell'op. IV)

decorato
Iniziali filigranate: decorazione solo di penna; iniziali maggiori a corpo fesso con filigranatura interna e marginale; iniziali minori alternate blu e rosse con limitata filigranatura a contrasto
rubricato: paragrafi in blu (tranne nella lemmatura dei cap. del testo IV, a colori alterni); rubriche


Legatura moderna in assi con dorso in pelle

Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XIV med.-XIX in.)
Nomi Dionisius frater OSBCam (fl. XIV. 1), possessore (sec. XIV med.)
Precedenti segnature cclxxxii, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (a. 1406); Q.III-27, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.)
Storia del manoscritto
A f. Iv (mano dei primi decenni del sec. XIV) Pretium quatuor flor. cum dimidium quintus; la nota è ripetuta da altra mano coeva al centro della pagina e nuovamente (ma qui erasa) a f. IIr.
A f. II'r in alto una probabile nota di possesso o di utilizzo frater Dionisius (sec. XIV med.); lo stesso nome, vergato dalla stessa mano, compare sui mss. Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 312 e 367.
A f. IIv indice del contenuto di mano del sec. XV con specificazioni di mano seicentesca: Vita sancti Pauli primi eremite (add.: Hieronimi) / Vita sancti Antonii (add.: Evagrii) / Vita sancti Ylarionis (add.: Hieronimi) / Liber de vitis sanctorum patrum continens capitula 58 (add.: quorum cathalogus prope medium istius transcribitur sed plurimae desunt ex collatione Pascasii Diaconi ad Eugenium presbiterum cum suis prologis).
A f. IIr: Iste liber est eremi camaldulensis (sec. XV in.). A f. 1r marg. inf. (sec. XV): Hic liber est heremi camaldulensis. Al margine sup. rimane in chiaro la nota Sacrae eremi Camalduli I.C. ma erasa e non ricostruibile la segnatura dell'inventario B (che appare di seguito alla nota di possesso) ed erasa ma ancora leggibile, più sotto, la segnatura dell'inventario C: Q.III-27.
A f. Ir (foglio che reca segni di distacco dal piatto superiore di legatura) cartellino cart.: Camaldoli n° 582 (sec. XIX). Sul dorso a lettere d'oro, in alto. il titolo Vitae Patrum; in basso sempre in oro sulla pelle 132. Poco sopra due cartellini cart. moderni, il primo, ovale, con la segnatura laurenziana precedente 132 slp (= sopra la porta) il secondo l'attuale corrente.
Pur se appare erasa la segnatura corrispondente all'inventario B e se nell'inventario C la segnatura Q.III-27 non compare (il palchetto si arresta a '26'), la presenza ab antiquo del manoscritto nella raccolta camaldolese è sicura, essendo indiscutibile, per corrispondenza di incipit/explicit, la sua identificazione nel lemma 277 dell'inventario A (vd. Spoglio inventariale e Magheri Cataluccio-Fossa, p. 162 nr. 278).
A f. 119v, nr. d'inventario: 207003.


Vita sancti Pauli, Hieronymus Stridonius, ff. 1ra-6va

santi

Vita Antonii abbatis in Thebaide [translatio Evagrii], Athanasius Alexandrinus episcopus n. ca. 295-299, m. 2-5-373
trad. lat.
santi

Vita Antonii abbatis in Thebaide [opus Athanasii Alexandrini episcopi; translatio ex graeco], Evagrius Antiochenus, ff. 6vb-41rb
santi

Vita sancti Hilarionis, Hieronymus Stridonius, ff. 41rb-56rb
santi

Historia Lausiaca, Palladius Helenopolitanus, ff. 56rb-119va
mutilo

Bibliografia Del Furia Supplementum (1858) vol. III ff. 575r-576r; Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979) pp. 80, 84, 162, 242-243; Mss. med. AR (2003) p. 48; Guglielmetti Testi agiografici (2007) pp. 382-383 scheda nr. 84

Spoglio inventariale
277- cclxxxii. Item Vita sanctorum patrum, que incipiunt: 'Vere mundum' et finiunt: 'fratribus dum', in cartis pecudinis et tabulis et corio viridi.

Note Il manoscritto, di ottima qualità, si presenta testualmente interrotto. Ai primi nove sesterni regolari segue un quinterno altrettanto regolare e un duerno finale solo parzialmente scritto in quanto il copista interrompe bruscamente il lavoro. Una annotazione di prezzo a f. Iv è sincrona e potrebbe confermare la valutazione del prodotto, che pare inseribile nella produzione di bottega fiorentina attorno al terzo decennio del Trecento.

Responsabile scheda: Gabriella Pomaro

Altri progetti collegati:
ABC
MAGI
MEL
RICABIM

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/firenze-biblioteca-medicea-laurenziana-conv-soppr--manoscript/106295

Trovati 5 records. Pagina 1 di 11

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

I cookie tecnici devono essere sempre abilitati per poter usufruire dei servizi di base sel sito web.

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy