Si informano i lettori che dal 19 settembre 2018 Mirabile funziona su un motore di ricerca più avanzato e open source, che consente una maggiore efficienza delle funzionalità offerte e l'implementazione di nuove in un prossimo futuro.
La fase di testaggio della nuova infrastruttura è stata condotta dalla redazione dell'Archivio Integrato per il Medioevo (AIM).
A fronte di malfunzionamenti inattesi, che potrebbero verificarsi a proposito di domande complesse, il lettore è pregato di segnalarlo alla redazione, utilizzando il seguente indirizzo redazione@mirabileweb.it. E noi lo ringraziamo di questa collaborazione.

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Tommaso Giustiniani (v. a. 1473) in Manoscritti
Tommaso Giustiniani (v. a. 1473)
Trovati 3 records. Pagina 1 di 11


Descrizione diretta

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 432

Composito


cart.
ff. IV, 78, IV'; doppia numerazione recente a matita sul margine destro inferiore: una corretta (qui seguita) ed una che ripete 67; i ff. di guardia sono cart. recenti di restauro;
dimensioni: 290 x 205.


Legatura di restauro.

Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII - XVIII); Arezzo, Fraternita dei Laici (sec. XIX - XX med.)
luoghi / enti collegati Venezia (a. 1473)
Nomi Tommaso Giustiniani (v. a. 1473), possessore (ca. aut post 1473)
Precedenti segnature omega 176, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ultimo quarto); Q.II-6, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.)
Storia del manoscritto

Al f. 78r nota di possesso e di acquisto: Iste liber est mei Tome Iustiniani et emi Venesis 1473 die 10 octobris pro presium duarum librarum et dimidio. Questa stessa mano ha vergato al f. 74v un breve testo dall'incipit: Proficia Teoforii Batistini [...]. Karolus Lodovici filius ex nacione.
Al f. 78v margine superiore nota di prezzo (sec. XVI): Lire 3.
Al f. Iv frammento cartaceo con annotazioni e indice (sec. XVII-XVIII).
Al f. 1r nota di possesso dell'Eremo di Camaldoli con segnature moderne corrispondenti all'inventario B (sec. XVII) e al catalogo C (sec. XVIII.1): Sacrae Eremi Camalduli I(nscript). C(at). omega.176 (depennata); Q.II-6.
Il codice è rintracciabile nell'inventario B e nel catalogo C (vd. Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca, p. 473 nr. 176; p. 492 nr. 6; ms. non identificato).
Ai ff. 1r e 74v timbri della Fraternita dei Laici di Arezzo (sec. XIX).
Il manoscritto è costitito da almeno cinque sezioni distinte, corrispondenti ai ff. 1-10, 11-23, 24-53, 54-66 e 67-78, di cui tre datate rispettivamente 1441, 1466 e 1468 e due databili al terzo quarto del sec. XV.
L'assemblaggio delle sezioni risale ad un'epoca anteriore al 1473, anno della nota di acquisto apposta al f. 78r.



Bibliografia Mazzatinti Inventari (1896) vol. VI p. 240 (Gian Francesco Gamurrini, Arezzo. Biblioteca della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, pp. 170-241); Kristeller Iter Italicum (1963) vol. I p. 4; Thorndike-Kibre (1963) (repertorio); Dondaine - Shooner (1967) vol. I p. 25 nr. 50; Lohr (1968) vol. II pp. 174-176; Glorieux Faculté (1971) (fonte); Thomae Aquinatis Opp. XLIII (1976) p. 388 nr. 3; Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979) (fonte); Menestò Codici datati (1981) p. 325; Stoppacci Arezzo (2000) pp. 75-79 scheda 40; Mss. med. AR (2003) pp. 79-80 scheda 79, tavv. XCIX, C; MDI XV (2007) pp. 34-35 scheda 14, tavv. 16, 33; Smith Bibliotheca (2010) p. 170

Spoglio inventariale
Camaldoli (Arezzo) - Eremo. [Inventario B]176- Quidam Tractatus Philosophici S. Thome Aquinatis. in f°. C.O.
Camaldoli (Arezzo) - Eremo. [Inventario C]6- [Q.II ] Logicales Tractatus diuersorum.

U.C. I (ff. 1-10)
datato
a. 1441, giugno

Luogo di copia Italia settentrionale (?) (a. 1441 giugno)
cart.
ff. 10; fascicoli 1 (10);
dimensioni: 280 x 200; specchio di scrittura: 20 [190] 70 x 20 [62 (18) 62] 38; rr. 46/ll. 46.

scritture e mani libraria; Italia settentrionale ; la scrittura è veloce, eseguita con penna di tipo documentario, con sottili s inclinate; d diritta e tonda in concorrenza; fusione delle curve contrapposte regolarmente osservata
note generali sulla scrittura: la mano è graficamente inseribile nell'ambiente scolastico settentrionale, più specificamente veneto.


decorato
Iniziali semplici
rubricato


Sottoscritto / Colophon
Al f. 10ra colophon in lettere capitali di difficile comprensione; il toponimo di provenienza dell'autore Gaetano di Thiene resta in bianco, mentre dopo la data il nome del copista, non completamente eraso, è poco chiaro: Expliciunt quedam utilia super consequentiis Strudi edita per me (me: depennato) Gaetanum de. Ame. M° CCCC° XXXXI° iunii Amalteus.
Nomi Amalteus (a. 1441), copista (a. 1441)
Storia del manoscritto
Al f. 10ra, sotto al colophon, un'altra mano ha aggiunto, sempre in lettere capitali: Moriola, di incerto significato.

Regulae super Consequentiis Strodi, Caietanus de Thienis n. 1387, m. 1465, ff. 1ra-10ra

U.C. II (ff. 11-23)
datato
a. 1466, agosto 21 e 22

Luogo di copia Italia (a. 1466)
cart.
ff. 13; fascicoli 1 (13): la sezione è costituita da un unico fasc. formato da un quinterno mancante dell'ultimo foglio, con aggiunti in fine quattro fogli (con filigrana diversa);
dimensioni: 292 x 204; specchio di scrittura: 25 [208] 59 x 33 [60 (18) 60] 33; rr. 2/ll. 43 (var.).

scritture e mani bastarda all'antica; Italia Toscana ; la scrittura è molto regolare, fluida e uniforme; s / f spesso si fermano al rigo di base; l'alfabeto maiuscolo è di tipo librario, competentemente eseguito
note generali sulla scrittura: il copista, cui si devono senz'altro le sez. III e V, dubitativamente, la IV, si lascia inserire in ambiente toscano seppur con qualche incertezza per saltuari trattamenti delle aste vicini alle esecuzioni di àmbito veneto.


Spazi riservati.

Sottoscritto / Colophon
Al f. 18va: Explicit santus Thomas de Aquino De fallatiis. 1466 21 augusti. Lucas scripsit.
Al f. 23rb: Expliciunt formalitates sancti (sancti: depennato) Petri (Petri: aggiunto) Thome de ordine Sancti Francisci (de ordine sancti Francisci: aggiunto a margine) predicamentorum. Lucas scripsit 1466 die vero 22 augusti.
Nomi Lucas (a. 1466), copista (a. 1466)

De fallaciis, Thomas de Aquino pseudo, ff. 11ra-18va
Tractatus de formalitatibus, Petrus Thomae OFM n. 1280ca., m. 1337/1350, ff. 20ra-23rb
redactio B

U.C. III (ff. 24-53) sec. XV terzo quarto data stimata

Luogo di copia Italia (sec. XV terzo quarto)
cart.
ff. 30; fascicoli 1-3 (10);
dimensioni: 292 x 202; specchio di scrittura: 292 x 202 = 29 [200] 63 x 27 [60 (16) 60] 39; rr. 2/ll. 44 (var.).

scritture e mani bastarda all'antica; Italia Toscana ; vd. sez. II


Spazi riservati.

Nomi Lucas (a. 1466), copista (sec. XV terzo quarto)
Storia del manoscritto
La sezione è stata espletata dal copista Lucas che si sottoscrive nella II sezione.

Expositio librorum Praedicamentorum et Perihermeneias [II], Galterius Burlaeus n. 1275, m. post 1343, ff. 24ra-52vb

U.C. IV (ff. 54-66) sec. XV terzo quarto data stimata

Luogo di copia Italia (sec. XV terzo quarto)
cart.
ff. 13; fascicoli 1 (10); 2 (3): il fasc. 2 è un bifoglio con un foglio singolo aggiunto alla fine;
dimensioni: 292 x 202; specchio di scrittura: 2 [175] 85 x 22 [62 (16) 62] 40; rr. 42/ll. 41.

scritture e mani bastarda all'antica; Italia Toscana


Spazi riservati.

Nomi Lucas (a. 1466), copista (?) (sec. XV terzo quarto)
Storia del manoscritto
Il copista potrebbe anche essere lo stesso delle sezioni II e III, pur sussistendo una indubbia maggior regolarità e posatezza grafica.

De intensione et remissione formarum [in partes tres, aa. 1381-1384], Iacobus Foroliviensis n. 1360 ca., m. 12-2-1414, ff. 54ra-66va

U.C. V (ff. 67-78)
datato
a. 1468, 25 agosto

Luogo di copia Italia (a. 1468)
cart.
ff. 12; fascicoli 1 (12);
dimensioni: 290 x 202; specchio di scrittura: 26 [224] 40 x 31 [60 (23) 60] 28; rr. 2/ll. 48 (var.).

scritture e mani bastarda all'antica; Italia Toscana ; vd. sez. II


rubricato


Colophon
Al f. 70r: Deo gratias. Amen. 1468 die 25 augusti in festo sancti Bartolomei apostoli in 2a hora noctis.
Nomi Lucas (a. 1466), copista (a. 1468)
Storia del manoscritto
La sezione è stata esemplata dallo stesso copista delle sezioni II, III e - con qualche dubbio - IV.

De intentionibus, Franciscus de Prato v. 1330-1345, ff. 67ra-69rb

Risorse esterne collegate
Arezzo, BCAr 432, sez. I, f. 1r (da CODEX)
Arezzo, BCAr 432, sez. II, f. 11r (da CODEX)
Arezzo, BCAr 432, sez. II, f. 23r (da CODEX)
Arezzo, BCAr 432, sez. III, f. 28r (da CODEX)
Arezzo, BCAr 432, sez. IV, f. 54r (da CODEX)
Arezzo, BCAr 432, sez. V, f. 67r (da CODEX)
Arezzo, BCAr 432, sez. V, f. 70r (da CODEX)

Responsabile scheda: CODEX

Schede derivate:
ABC
CODEX

Altri progetti collegati:
CALMA
MADOC
MEL
RICABIM

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/arezzo-biblioteca-città-di-arezzo-432-manoscript/25162



Descrizione diretta

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 432

Composito


cart.
ff. IV, 78, IV'; doppia numerazione recente a matita sul margine destro inferiore: una corretta (qui seguita) ed una che ripete 67; i ff. di guardia sono cart. recenti di restauro;
dimensioni: 290 x 205.


Legatura di restauro.

Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII - XVIII); Arezzo, Fraternita dei Laici (sec. XIX - XX med.)
Nomi Tommaso Giustiniani (v. a. 1473), possessore (ca. aut post 1473)
Precedenti segnature omega 176, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ultimo quarto); Q.II-6, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.)
Storia del manoscritto
Al f. 78r nota di possesso e di acquisto: Iste liber est mei Tome Iustiniani et emi Venesis 1473 die 10 octobris pro presium duarum librarum et dimidio. Questa stessa mano ha vergato al f. 74v un breve testo dall'incipit: Proficia Teoforii Batistini [...]. Karolus Lodovici filius ex nacione.
Al f. 78v margine superiore nota di prezzo (sec. XVI): Lire 3.
Al f. Iv frammento cartaceo con annotazioni e indice (sec. XVII-XVIII).
Al f. 1r nota di possesso dell'Eremo di Camaldoli con segnature moderne corrispondenti all'inventario B (sec. XVII) e al catalogo C (sec. XVIII.1): Sacrae Eremi Camalduli I(nscript). C(at). omega.176 (depennata); Q.II-6.
Il codice è rintracciabile nell'inventario B e nel catalogo C (vd. Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca, p. 473 nr. 176; p. 492 nr. 6; ms. non identificato).
Ai ff. 1r e 74v timbri della Fraternita dei Laici di Arezzo (sec. XIX).
Il manoscritto è costitito da almeno cinque sezioni distinte, corrispondenti ai ff. 1-10, 11-23, 24-53, 54-66 e 67-78, di cui tre datate rispettivamente 1441, 1466 e 1468 e due databili al terzo quarto del sec. XV.
L'assemblaggio delle sezioni risale ad un'epoca anteriore al 1473, anno della nota di acquisto apposta al f. 78r.

Bibliografia Mazzatinti Inventari (1896) vol. VI p. 240 (Gian Francesco Gamurrini, Arezzo. Biblioteca della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, pp. 170-241); Kristeller Iter Italicum (1963) vol. I p. 4; Thorndike-Kibre (1963) (repertorio); Dondaine - Shooner (1967) vol. I p. 25 nr. 50; Lohr (1968) vol. II pp. 174-176; Glorieux Faculté (1971) (fonte); Thomae Aquinatis Opp. XLIII (1976) p. 388 nr. 3; Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979) (fonte); Menestò Codici datati (1981) p. 325; Stoppacci Arezzo (2000) pp. 75-79 scheda 40; Mss. med. AR (2003) pp. 79-80 scheda 79, tavv. XCIX, C; MDI XV (2007) pp. 34-35 scheda 14, tavv. 16, 33; Smith Bibliotheca (2010) p. 170

U.C. I (ff. 1-10)
datato
a. 1441, giugno

Luogo di copia Italia settentrionale (?) (a. 1441)
cart.
ff. 10; fascicoli 1 (10);
dimensioni: 280 x 200; specchio di scrittura: 20 [190] 70 x 20 [62 (18) 62] 38; rr. 46/ll. 46.

scritture e mani libraria;
note generali sulla scrittura: la scrittura è veloce, eseguita con penna di tipo documentario, con sottili s inclinate; d diritta e tonda in concorrenza; fusione delle curve contrapposte regolarmente osservata. La mano è graficamente inseribile nell'ambiente scolastico settentrionale, più specificamente veneto.


decorato
Iniziali semplici
rubricato


Sottoscritto / Colophon
Al f. 10ra colophon in lettere capitali di difficile comprensione; il toponimo di provenienza dell'autore Gaetano di Thiene resta in bianco, mentre dopo la data il nome del copista, non completamente eraso, è poco chiaro: Expliciunt quedam utilia super consequentiis Strudi edita per me (me: depennato) Gaetanum de. Ame. M° CCCC° XXXXI° iunii Amalteus.
Nomi Amalteus (a. 1441), copista (a. 1441)
Storia del manoscritto
Al f. 10ra, sotto al colophon, un'altra mano ha aggiunto, sempre in lettere capitali: Moriola, di incerto significato.

Regulae super Consequentiis Strodi, Caietanus de Thienis n. 1387, m. 1465, ff. 1ra-10ra

U.C. II (ff. 11-23)
datato
a. 1466, agosto 21 e 22
cart.
ff. 13; fascicoli 1 (13): la sezione è costituita da un unico fasc. formato da un quinterno mancante dell'ultimo foglio, con aggiunti in fine quattro fogli (con filigrana diversa);
dimensioni: 292 x 204; specchio di scrittura: 25 [208] 59 x 33 [60 (18) 60] 33; rr. 2/ll. 43 (var.).

scritture e mani bastarda all'antica;
note generali sulla scrittura: la scrittura è molto regolare, fluida e uniforme; s / f spesso si fermano al rigo di base; l'alfabeto maiuscolo è di tipo librario, competentemente eseguito. Il copista, cui si devono senz'altro le sez. III e V, dubitativamente, la IV, si lascia inserire in ambiente toscano seppur con qualche incertezza per saltuari trattamenti delle aste vicini alle esecuzioni di àmbito veneto.


Spazi riservati.

Sottoscritto / Colophon
Al f. 18va: Explicit santus Thomas de Aquino De fallatiis. 1466 21 augusti. Lucas scripsit.
Al f. 23rb: Expliciunt formalitates sancti (sancti: depennato) Petri (Petri: aggiunto) Thome de ordine Sancti Francisci (de ordine sancti Francisci: aggiunto a margine) predicamentorum. Lucas scripsit 1466 die vero 22 augusti.
Nomi Lucas (a. 1466), copista (a. 1466)

De fallaciis, Thomas de Aquino pseudo, ff. 11ra-18va
Tractatus de formalitatibus, Petrus Thomae OFM n. 1280ca., m. 1337/1350, ff. 20ra-23rb
redactio B

U.C. III (ff. 24-53) sec. XV terzo quarto data stimata

Luogo di copia Italia (sec. XV terzo quarto)
cart.
ff. 30; fascicoli 1-3 (10);
dimensioni: 292 x 202; specchio di scrittura: 29 [200] 63 x 27 [60 (16) 60] 39; rr. 2/ll. 44 (var.).

scritture e mani bastarda all'antica;
note generali sulla scrittura: vd. sez. II.


Spazi riservati.

Nomi Lucas (a. 1466), copista (sec. XV terzo quarto)
Storia del manoscritto
La sezione è stata espletata dal copista Lucas che si sottoscrive nella II sezione.

Expositio librorum Praedicamentorum et Perihermeneias [II], Galterius Burlaeus n. 1275, m. post 1343, ff. 24ra-52vb

U.C. IV (ff. 54-66) sec. XV terzo quarto data stimata

Luogo di copia Italia (sec. XV terzo quarto)
cart.
ff. 13; fascicoli 1 (10); 2 (3): il fasc. 2 è un bifoglio con un foglio singolo aggiunto alla fine;
dimensioni: 292 x 202; specchio di scrittura: 2 [175] 85 x 22 [62 (16) 62] 40; rr. 42/ll. 41.

scritture e mani bastarda all'antica;


Spazi riservati.

Nomi Lucas (a. 1466), copista (?) (sec. XV terzo quarto)
Storia del manoscritto
Il copista potrebbe anche essere lo stesso delle sezioni II e III, pur sussistendo una indubbia maggior regolarità e posatezza grafica.

De intensione et remissione formarum [in partes tres, aa. 1381-1384], Iacobus Foroliviensis n. 1360 ca., m. 12-2-1414, ff. 54ra-66va

U.C. V (ff. 67-78)
datato
a. 1468, 25 agosto

Luogo di copia Italia (a. 1468)
cart.
ff. 12; fascicoli 1 (12);
dimensioni: 290 x 202; specchio di scrittura: 26 [224] 40 x 31 [60 (23) 60] 28; rr. 2/ll. 48 (var.).

scritture e mani bastarda all'antica;
note generali sulla scrittura: vd. sez. II.


rubricato


Colophon
Al f. 70r: Deo gratias. Amen. 1468 die 25 augusti in festo sancti Bartolomei apostoli in 2a hora noctis.
Nomi Lucas (a. 1466), copista (a. 1468)
Storia del manoscritto
La sezione è stata esemplata dallo stesso copista delle sezioni II, III e - con qualche dubbio - IV.

De intentionibus, Franciscus de Prato v. 1330-1345, ff. 67ra-69rb

Risorse esterne collegate
Arezzo, BCAr 432, sez. I, f. 1r
Arezzo, BCAr 432, sez. II, f. 11r
Arezzo, BCAr 432, sez. II, f. 23r
Arezzo, BCAr 432, sez. III, f. 28r
Arezzo, BCAr 432, sez. IV, f. 54r
Arezzo, BCAr 432, sez. V, f. 67r
Arezzo, BCAr 432, sez. V, f. 70r

Responsabile scheda: CODEX

Scheda derivata da: MADOC

Altri progetti collegati:
ABC
CALMA

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/arezzo-biblioteca-città-di-arezzo-432-manoscript/214289



Descrizione diretta

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 432

Composito


cart.
ff. IV, 78, IV'; doppia numerazione recente a matita sul margine destro inferiore: una corretta (qui seguita) ed una che ripete 67; i ff. di guardia sono cart. recenti di restauro;
dimensioni: 290 x 205.


Legatura di restauro.

Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII - XVIII); Arezzo, Fraternita dei Laici (sec. XIX - XX med.)
Nomi Tommaso Giustiniani (v. a. 1473), possessore (ca. aut post 1473)
Precedenti segnature omega 176, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ultimo quarto); Q.II-6, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.)
Storia del manoscritto

Al f. 78r nota di possesso e di acquisto: Iste liber est mei Tome Iustiniani et emi Venesis 1473 die 10 octobris pro presium duarum librarum et dimidio. Questa stessa mano ha vergato al f. 74v un breve testo dall'incipit: Proficia Teoforii Batistini [...]. Karolus Lodovici filius ex nacione.
Al f. 78v margine superiore nota di prezzo (sec. XVI): Lire 3.
Al f. Iv frammento cartaceo con annotazioni e indice (sec. XVII-XVIII).
Al f. 1r nota di possesso dell'Eremo di Camaldoli con segnature moderne corrispondenti all'inventario B (sec. XVII) e al catalogo C (sec. XVIII.1): Sacrae Eremi Camalduli I(nscript). C(at). omega.176 (depennata); Q.II-6.
Il codice è rintracciabile nell'inventario B e nel catalogo C (vd. Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca, p. 473 nr. 176; p. 492 nr. 6; ms. non identificato).
Ai ff. 1r e 74v timbri della Fraternita dei Laici di Arezzo (sec. XIX).
Il manoscritto è costitito da almeno cinque sezioni distinte, corrispondenti ai ff. 1-10, 11-23, 24-53, 54-66 e 67-78, di cui tre datate rispettivamente 1441, 1466 e 1468 e due databili al terzo quarto del sec. XV. Al copista 'Lucas' si devono senz'altro le sez. II, III e V, dubitativamente la IV.
L'assemblaggio delle sezioni risale ad un'epoca anteriore al 1473, anno della nota di acquisto apposta al f. 78r.



Bibliografia Mazzatinti Inventari (1896) vol. VI p. 240 (Gian Francesco Gamurrini, Arezzo. Biblioteca della Fraternita di Santa Maria della Misericordia, pp. 170-241); Kristeller Iter Italicum (1963) vol. I p. 4; Thorndike-Kibre (1963) (repertorio); Dondaine - Shooner (1965) vol. I p. 25 nr. 50; Lohr (1968) vol. II pp. 174-176; Glorieux Faculté (1971) (fonte); Thomae Aquinatis Opp. XLIII (1976) p. 388 nr. 3; Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979) (fonte); Menestò Codici datati (1981) p. 325; Stoppacci Arezzo (2000) pp. 75-79 scheda nr. 40; Mss. med. AR (2003) pp. 79-80 scheda 79, tavv. XCIX, C; MDI XV (2007) pp. 34-35 scheda 14, tavv. 16, 33; Smith Bibliotheca (2010) p. 170

U.C. I (ff. 1-10)
datato
a. 1441, giugno
cart.
ff. 10; fascicoli 1 (10);
dimensioni: 280 x 200; specchio di scrittura: 20 [190] 70 x 20 [62 (18) 62] 38; rr. 46/ll. 46.

decorato
Iniziali semplici
rubricato


Sottoscritto / Colophon
Al f. 10ra colophon in lettere capitali di difficile comprensione; il toponimo di provenienza dell'autore Gaetano di Thiene resta in bianco, mentre dopo la data il nome del copista, non completamente eraso, è poco chiaro: Expliciunt quedam utilia super consequentiis Strudi edita per me (me: depennato) Gaetanum de. Ame. M° CCCC° XXXXI° iunii Amalteus.
Nomi Amalteus (a. 1441), copista (a. 1441)
Storia del manoscritto
Al f. 10ra, sotto al colophon, un'altra mano ha aggiunto, sempre in lettere capitali: Moriola, di incerto significato.

Regulae super Consequentiis Strodi, Caietanus de Thienis n. 1387, m. 1465, ff. 1ra-10ra

U.C. II (ff. 11-23)
datato
a. 1466, agosto 21 e 22
cart.
ff. 13; fascicoli 1 (13): la sezione è costituita da un unico fasc. formato da un quinterno mancante dell'ultimo foglio, con aggiunti in fine quattro fogli (con filigrana diversa);
dimensioni: 292 x 204; specchio di scrittura: 25 [208] 59 x 33 [60 (18) 60] 33; rr. 2/ll. 43 (var.).

Spazi riservati.

Sottoscritto / Colophon
Al f. 18va: Explicit santus Thomas de Aquino De fallatiis. 1466 21 augusti. Lucas scripsit.
Al f. 23rb: Expliciunt formalitates sancti (sancti: depennato) Petri (Petri: aggiunto) Thome de ordine Sancti Francisci (de ordine sancti Francisci: aggiunto a margine) predicamentorum. Lucas scripsit 1466 die vero 22 augusti.
Nomi Lucas (a. 1466), copista (a. 1466)

De fallaciis, Thomas de Aquino pseudo, ff. 11ra-18va
Tractatus de formalitatibus, Petrus Thomae OFM n. 1280ca., m. 1337/1350, ff. 20ra-23rb
redactio B

U.C. III (ff. 24-53) sec. XV terzo quarto
cart.
ff. 30; fascicoli 1 - 3 (10);
dimensioni: 292 x 202; specchio di scrittura: 292 x 202 = 29 [200] 63 x 27 [60 (16) 60] 39; rr. 2/ll. 44 (var.).

Spazi riservati.

Nomi Lucas (a. 1466), copista
Storia del manoscritto
La sezione è stata espletata dal copista Lucas che si sottoscrive nella II sezione.

Expositio librorum Praedicamentorum et Perihermeneias [II], Galterius Burlaeus n. 1275, m. post 1343, ff. 24ra-52vb

U.C. IV (ff. 54-66) sec. XV terzo quarto
cart.
ff. 13; fascicoli 1 (10); 2 (3): il fasc. 2 è un bifoglio con un foglio singolo aggiunto alla fine;
dimensioni: 292 x 202; specchio di scrittura: 2 [175] 85 x 22 [62 (16) 62] 40; rr. 42/ll. 41.

Spazi riservati.

Nomi Lucas (a. 1466), copista (?)
Storia del manoscritto
Il copista potrebbe anche essere lo stesso delle sezioni II e III, pur sussistendo una indubbia maggior regolarità e posatezza grafica.

De intensione et remissione formarum [in partes tres, aa. 1381-1384], Iacobus Foroliviensis n. 1360 ca., m. 12-2-1414, ff. 54ra-66va

U.C. V (ff. 67-78)
datato
a. 1468, 25 agosto
cart.
ff. 12; fascicoli 1 (12)
dimensioni: 290 x 202; specchio di scrittura: 26 [224] 40 x 31 [60 (23) 60] 28; rr. 2/ll. 48 (var.)

rubricato


Colophon
Al f. 70r: Deo gratias. Amen. 1468 die 25 augusti in festo sancti Bartolomei apostoli in 2a hora noctis.
Nomi Lucas (a. 1466), copista
Storia del manoscritto
La sezione è stata esemplata dallo stesso copista delle sezioni II, III e - con qualche dubbio - IV.

De intentionibus, Franciscus de Prato v. 1330-1345, ff. 67ra-69rb

Note scheda originaria a c. di Patrizia Stoppacci; revisione 2018

Risorse esterne collegate
Arezzo, BCAr 432, sez. I, f. 1r
Arezzo, BCAr 432, sez. II, f. 11r
Arezzo, BCAr 432, sez. II, f. 23r
Arezzo, BCAr 432, sez. III, f. 28r
Arezzo, BCAr 432, sez. IV, f. 54r
Arezzo, BCAr 432, sez. V, f. 67r
Arezzo, BCAr 432, sez. V, f. 70r

Responsabile scheda: CODEX

Scheda derivata da: MADOC

Altri progetti collegati:
CODEX

Permalink: http://www.mirabileweb.it/manuscript/arezzo-biblioteca-città-di-arezzo-432-manoscript/213360

Trovati 3 records. Pagina 1 di 11

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

Se disabiliti questi cookies non sarai in grado di salvare le tue preferenze. Ciò significa che tutte le volte che visualizzi www.mirabileweb.it dovrai impostare nuovamente le impostazioni cookies. (Non consigliato)

Cookie di terze parti



Questo sito Web utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito e le pagine più popolari.


Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Disabilitato

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy