Si informano i lettori che dal 19 settembre 2018 Mirabile funziona su un motore di ricerca più avanzato e open source, che consente una maggiore efficienza delle funzionalità offerte e l'implementazione di nuove in un prossimo futuro.
La fase di testaggio della nuova infrastruttura è stata condotta dalla redazione dell'Archivio Integrato per il Medioevo (AIM).
A fronte di malfunzionamenti inattesi, che potrebbero verificarsi a proposito di domande complesse, il lettore è pregato di segnalarlo alla redazione, utilizzando il seguente indirizzo redazione@mirabileweb.it. E noi lo ringraziamo di questa collaborazione.

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Hermeneutica [opus Aristotelis; translatio ex graeco], Boethius n. 480 ca., m. 524 in CODEX
Hermeneutica [opus Aristotelis; translatio ex graeco], Boethius n. 480 ca., m. 524
Trovati 7 records. Pagina 1 di 11
Responsabile descrizione interna CODEX

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo, 237

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni

sec. XIII ex. - XIV in. data stimata
membr.
ff. III, 26, III', numerazione recente a matita; i fogli di guardia sono cartacei recenti di restauro; fascicoli 1 (12), 2 (10), 3 (4): richiamo aggiunto da mano posteriore al f. 12v;
Dimensioni: 203 × 157; specchio di scrittura: 15 [137] 51 × 27 [95] 35 (f. 14r); rr. 33/ll. 32.
Presenza di glosse
Lunghe glosse e schemi logici di mani diverse, coeve, ai margini.


Decorato
Iniziali semplici: iniziali semplici con successivo scadente intervento di filigranatura (sec. XV);
Rubricato

Legatura di restauro, in pergamena semifloscia.
Stato di conservazione : mediocre. Macchie, fori, righe e segni d'inchiostro deturpanti. Il margine inferiore di f. 26 è stato asportato e poi reintegrato ab antiquo.

Ente possessore Arezzo, Fraternita dei Laici (s.d.)
Nomi Gamurrini Gian Francesco, possessore (s.d.); Puccius baccalaureus, copista in parte (?) (sec. XIII ex.)
Storia del manoscritto Dal catalogo di Gamurrini (cfr. bibl.) si evince che il codice è un suo dono alla Biblioteca di Arezzo.
Bibliografia Mazzatinti Inventari (1896), VI p. 219; Aristoteles Latinus. Codices (1957), pp. 1-5, XXIII (I); 6-7, XVII (I); 1-2, XII (II); Codd. II, p. 869 nr. 1254; Lohr (1967), XXIII; Stoppacci Arezzo (2000), pp. 37-8 scheda 20; Codices Boethiani III (2001), pp. 30-1; Mss. med. AR (2003), p. 42 scheda 24, tav. XXXVI; Pomaro Libro e scrittura (2018), p. 127

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

Risorse esterne collegate
Arezzo, BCA 237, f. 18r
Arezzo, BCA 237, f. 1r

Permalink: http://www.mirabileweb.it/CODEX/arezzo-biblioteca-città-di-arezzo-237/213761

Responsabile descrizione interna Francesca Mazzanti

Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Plut. 11 sin. 2

Composito

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni


ff. V, 226, IV', numerazione recente a matita, in basso, lungo la rettrice esterna per 227 (include un foglio di recupero, aggiunto con funzione di guardia finale); è presente una numerazione moderna, nell'angolo superiore esterno, saltuaria e inesatta (f. 43r: 43; f. 167r: 166; f. 203r: 202; f. 227r: 226); tracce di una cartulazione antica a penna; guardie anteriori: ff. I-III cart. moderni, ff. IV-V membr. antichi di recupero (vd. Framm. I); guardie posteriori: ff. II'-IV' (num. I'-III') cart. moderni, f. I' (num. 227) membr. antico di recupero (vd. Framm. II)
Dimensioni: 200 x 280

Legatura moderna (sec. XIX ex.), in tela color vinaccia su cartone; dorso in cuoio

Ente possessore Firenze, S. Croce, convento OFM
Storia del manoscritto A f. Vr, in alto, tracce di un'annotazione in rosso di una mano corsiva trecentesca, probabilmente una nota di possesso erasa e di difficile restituzione (leggibile solo il nome Vanni); alla stessa mano si deve probabilmente anche la nota, parimenti in rosso, presente nel margine superiore di f. 227v: [.] datur pro III florenis cum dimidio(?).
Sulla controguardia anteriore è recuperato un tassello che pare riferibile alla sola. sez. I.
A f. Vv (mano b1): Iste liber est conventus Sancte Crucis de Florentia ordinis Minorum / Loica Aristotilis scilicet Ars vetus et nova. N° 511 (segnatura corrispondente a Mazzi, Inventario; il ms. compare In decimo bancho ex parte claustri).
Sempre sulla controguardia anteriore si trova il cartellino a stampa del passaggio del ms. all'attuale sede di conservazione nel 1766, completato a penna con la segnatura attuale.
Sul dorso della legatura in alto titolo impresso in oro (Porphyrii Isagoge et Aristot. quaedam ex vet. translatione) e in basso, sempre impressa in oro, una segnatura (sempre dell'attuale sede di conservazione ma precedente a quella espressa sul cartellino a stampa): Plut. XI sin. cod. 2 e 86; nel secondo riquadro di piede, cartellino moderno con l'attuale segnatura.
Nel margine inferiore di f. 1r tracce di una segnatura a matita non restituibile e non precisamente collegabile: D (?) 3 III(?).
Bibliografia Bandinius Catalogus (1777), IV coll. 90-91; Mazzi, Inventario (1897), p. 131 nr. 511; Aristoteles Latinus. Codices (1955), II p. 932; Aristoteles Latinus, 1.1-5 (1961), p. XXVII; Aristoteles Latinus, 3.1-4 (1962), pp. XXVII, LIII; Davis, Education (1965), p. 424 nn. 79 e 89; Aristoteles Latinus, 2.1-2 (1965), p. XVI; Aristoteles Latinus, 1.6-7 (1966), pp. XVI, XXV; Aristoteles Latinus, 4.1-4 (1968), pp. XXIII, 354; Aristoteles Latinus, 5.1-3 (1969), p. XV; Aristoteles Latinus, 6.1-3 (1975), p. XVIII; Davis Dante (1988), p. 150 nn. 79 e 89; Brunetti-Gentili Biblioteca (2000), pp. 34, 35, 44-45, 52 fig. 4 ; Codices Boethiani III (2001), p. 106 nr. 78; Bertelli Mss. Origini BML (2011), p. 71 nr. 40 e tav. LX; Bertelli, Mss. Origini (2013), p. 319 n. 21

U.C. I (ff. 1-42) sec. XIII ex. data stimata
membr.
ff. 42; fascicoli 1-3 (12), 4 (6): richiami orizzontali al centro del margine incorniciati, asportati integralmente dalla rifilatura (resta solo traccia al fasc. 1)
Dimensioni: 286 × 202 (f. 19r); specchio di scrittura: 15 | 18 | 3 [86] 16 | 45 | 14 × 16 | 28 [160] 87; rr. 28 /ll. 27, rigatura mista: a colore le rettrici e la parte riservata alle glosse a margine, a secco le righe 

Scritture e mani : littera textualis semplificata

Presenza di note
Il manoscritto presenta un forte utilizzo - differenziato per opera -; in particolare una mano utilizza i Sex principiorum con lunghe glosse (vd. 34v. 35r) : la scrittura è in inchiostro chiaro e più veloce ma è sostenibile sia quella dello stesso copista. Questo non solo rende questa fascia di note il primo intervento in ordine cronologico ma esclude anche per il testimone una provenienza di bottega. Una (seconda?) fascia di interventi investe le Categorie con glosse molto lunghe di mano coeva, in minuta testuale di alto livello.
Una serie di piccole chiose interlineari, anche più tarde (ma pur sempre primo trecentesche), prospettano per la sezione un utilizzo di tipo scolastico


Decorato
Iniziali filigranate: iniziali rifesse rosse e blu con filigrana nei medesimi colori ad apertura di ogni testo (ff. 1r, 9r, 25r, 33v); iniziali filigranate rosse e blu alternate
Rubricato: segni di paragrafo rossi e blu, alternati; rubriche nello stesso inchiostro del testo

Storia del manoscritto Sulla controguardia anteriore un tassello di recupero probabilmente da una guardia precedente  è restituibile come: Ista Loy(c)a est  [in interlineo: ad usum] fratris Guidonis Dulcis de Florentia ordinis Minorum.; nonostante la bizzarra forma della L di loyca non è possibile diversa interpretazione e va riferita alla sola sez. I (ipotesi che non è ostacolata dall'analisi del manoscritto: le due sezioni hanno segni di forte utilizzo ma di mani differenti).

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

U.C. II (ff. 43-226) sec. XIII ex. data stimata
membr.
ff. 184; fascicoli 1-9 (8), 10 (10), 11-15 (8), 16 (2), 17-20 (8), 21 (4), 22-24 (8): richiami orizzontali al centro del margine incorniciati e decorati (rifilati quasi integralmente quelli ai fasc. 2, 3, 4, 8, 9, 10, 22, 23, assenti al fasc. 15, 16, 18, 21)
Dimensioni: 286 × 206 (f. 55r); specchio di scrittura: 40 [160] 86 × 39 [97] 70; rr. 28 /ll. 27, rigatura a colore: fori guida lungo il margine esterno spesso rifilati

Scritture e mani : littera textualis

Presenza di note
Ai margini è notevole la presenza, su tutta l'unità, di note a punta a secco che vanno puntualmente indagate rappresentando la fascia più antica di utilizzo. Una mano coeva annota tutti i testi a blocchi di interesse (ad es. il lb. IV dei Topica) e verga schemi a margine (notevole lo schema logicale a f. 139v): nel complesso ai margini si rilevano (di mani comunque sempre grosso modo coeve al testo) maniculae, disegni (ff. 136r. 136v, 210v), schemi (ff. 118v, 139v, 148r), notabilia (ff. 43r, 49r, 63v)


Decorato
Iniziali filigranate; Iniziali figurate; Iniziali decorate: iniziali decorate ad apertura di ogni testo: 1 iniziale figurata (f. 43r), 3 iniziali fitomorfe (ff. 116v, 167r, 203r); iniziali filigranate rosse e azzurre alternate
Rubricato: segni di paragrafo rossi e blu, alternati; maiuscole toccate di rosso; rubriche

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

Frammento framm. I (ff. IV-V) sec. XIV med. data stimata


membr.


Luogo di copia Toscana
ff. 2, bifoglio utilizzato con funzione di guardia iniziale (ff. IV-V); fascicoli 1 (2): bifoglio (non centrale di fascicolo)
Dimensioni: 283 × 195 (f. IVr); specchio di scrittura: 15 [233] 35 × 15 | 5 [70 (12) 70] 6 | 17; rr. 2/ll. 36 (col. A), 44 (col. B), rigatura a secco

Scritture e mani : bastarda; : littera textualis semplificata


Decorato: iniziali di verso nello stesso inchiostro del testo

numero d'ordine: fr.I

Frammento framm. II (f. 227) sec. XIV.2 data stimata
membr.


f. 1, foglio utilizzato con funzione di guardia finale
Dimensioni: 285 × 204 (f. 227r); specchio di scrittura: 27 [221] 37 × 17 | 5 [65 (5 | 6) 64] 6 | 36; rr. 56/ll. 55, rigatura a colore

Scritture e mani : littera textualis


numero d'ordine: fr. II

Risorse esterne collegate
Nuova teca digitale laurenziana

Permalink: http://www.mirabileweb.it/CODEX/firenze-biblioteca-medicea-laurenziana-plut-11-sin/228643

Responsabile descrizione interna CODEX

Poppi (Arezzo), Biblioteca Comunale Rilliana, 27

Composito

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni


membr.
ff. IV, 222, III', numerazione recente a matita nel margine sinistro inferiore; i ff. I-III e I'-III' sono cart. moderni da restauro, mentre il f. IV è cart. moderno (sec. XIX);
Dimensioni: 298 x 213

Legatura di restauro.

Ente possessore Assisi (Perugia), S. Francesco, convento OFM (sec. XIV ultimo quarto - XVIII ultimo quarto)
Nomi Orsini Rilli Fabrizio cavaliere conte, possessore (sec. XVIII ultimo quarto - XIX primo quarto)
Storia del manoscritto Il manoscritto, di forte utilizzo scolastico, deve essere di antica composizione; la forte chiosatura ai margini è di diverse mani, coeve o primotrecentesche, in parte presenti su ambedue le sezioni.

A f. 1r traccia del cartellino ex-libris asportato del Convento di San Francesco di Assisi.
A f. 1r timbro ex-libris del Rilli; a f. 51r nota di possesso del medesimo: C. F. O. Rilli.
Il codice compare nell'inventario del Convento di San Francesco di Assisi del 1381, redazioni A e T (cfr. in bibl. Cenci) già nell'assetto attuale.
Bibliografia Mazzatinti Inventari (1896), VI p. 131; Alessandri, Inventario (1906), p. 87 nr. CCXXXIV; Fanfani Inventario (1925), p. 14; Settimana Aretina (1930), p. 15; Aristoteles Latinus. Codices (1955), II pp. 1053-1054; Menestò Codici sacro convento (1979), pp. 385-388; De Robertis Poppi (1980), pp. 80-82 nr. 2; Cenci, Bibliotheca manuscripta (1981), p. 253 nr. 415 tav. XXXIV fig. 42; Francesco d'Assisi (1982), p. 123 nr. 33; Dall'eremo al cenobio (1987), tav. 193; Ciardi Libri miniati (1990), pp. 22, 71, 72, 245, 247, fig. LXX, 246-248; Kristeller Iter Italicum (1992), VI p. 147; Cat. mss. Poppi (1993), pp. 20-22 scheda nr. 17, tavv. XIX-XX; Brunori Manoscritti bolognesi (1998); Libros habere (1999), pp. 90-93; Amerini Codex e la filosofia (2018), p. 126

U.C. I (ff. 1-90) sec. XIII ultimo quarto data stimata
membr.
ff. 90; fascicoli 1-6 (10), 7-9 (8), 10 (6);
Dimensioni: 298 x 207; specchio di scrittura: 44 [150] 104 x 48 /4 [86] 4/ 65; rr. 28 /ll. 27.
oltre alla forte chiosatura a f. 90r sono presenti brevi definizioni aggiuntedi triangulus, circulus, quadratus, forma longior.


Decorato: Brunori (in bilb.) inserisce la decorazione in àmbito bolognese
Iniziali filigranate; Iniziali decorate: iniziali decorate ai ff. 1r, 11r, 26v, 34r, 40r, 44v, 52r, 63r, 70r, 78v;
Rubricato

Nomi Tebaldus Solari magistri Cambii de Urbino, collegamento non precisabile (sec. XIV); Tadiolus, collegamento non precisabile (sec. XIV)
Storia del manoscritto A f. 89v: A Tebaldo Solari magistri Cambii de Urbino quem Tadiolum (sic) Dominus benedicat.

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

numero d'ordine: V

numero d'ordine: VI

U.C. II (ff. 91-222) sec. XIII ultimo quarto data stimata
membr.
ff. 132; fascicoli 1-11 (12);
Dimensioni: 296 x 213; specchio di scrittura: 45 [149] 102 x 50/4 [87] 5/67; rr. 28/ ll. 27.

Rubricato: titoli correnti.

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

Risorse esterne collegate
Poppi, BRill 27, sez. I, f. 1r
Poppi, BRill 27, sez. I, f. 34v
Poppi, BRill 27, sez. I, f. 89v
Poppi, BRill 27, sez. II, f. 212r
Poppi, BRill 27, sez. II, f. 91r

Permalink: http://www.mirabileweb.it/CODEX/poppi-(arezzo)-biblioteca-comunale-rilliana-27/213689

Responsabile descrizione interna CODEX

Siena, Biblioteca Comunale degli Intronati, H.VI.2

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni

sec. XIV in. data stimata
membr.
ff. II, 31, I', numerazione ottocentesca a penna di mano dell'Ilari; il f. II, membr., di recupero, proviene da un manoscritto del sec. XIV contenente le Epistulae morales di Seneca; fascicoli 1 (7), 2-4 (8): il fascicolo 1, in origine un quaderno, è privo del foglio finale; richiami orizzontali, incorniciati, al centro del margine inferiore
Dimensioni: 272 x 191 (f. 5); 270 x 189 (f. 12)  ; specchio di scrittura: 40 [150] 82 x 35 [108] 48 (f. 5r); 39 [150] 81 x 35 [98] 56 (f. 12r); rr. 30/ll. 29 (f. 5r); rr. 31/ll. 30 (f. 12r), rigatura a colore

Scritture e mani : littera textualis

Presenza di note
Saltuarie chiose marginali e interlineari, di modulo minuto, ad illustrazione dei vari testi (es. f. 19r: Periermenias greca est, dicitur a 'peri', quod est 'de', et 'ermenias' 'interpretatio', unde 'periermenias' idest 'de interpretatione').


Decorato
Iniziali filigranate
Rubricato
Notazione musicale: notazione quadrata su tetragramma ad inchiostro nero nel margine inferiore dei ff. 5r-7r e 31v

Legatura moderna in pelle su cartone

Ente possessore Monte Oliveto Maggiore (Siena), Monte Oliveto Maggiore, abbazia OSBOliv (sec. XV - XIX in.)
Precedenti segnature B. 26, Monte Oliveto Maggiore (Siena), Monte Oliveto Maggiore, abbazia OSBOliv (sec. XVII - XVIII); H.V, Monte Oliveto Maggiore (Siena), Monte Oliveto Maggiore, abbazia OSBOliv (sec. XVI)
Storia del manoscritto Si tratta in realtà di due unità singole strettamente coeve (ff. 1-7 e 8-31), con sensibili differenze nei caratteri estrinseci (mano, ampiezza dello specchio, decorazione...), il cui accorpamento immediato, evidente anche dal tentativo di uniformazione del corpus, suggerisce un trattamento unitario della compagine. A f. IIr, di recupero, nel margine inferiore, una tavola del contenuto (sec. XV): Isagoge Porphirii in Praedicamenta Aristotelis. Praedicamenta Aristotelis. Perierminias Aristotelis. Sex principiorum Aristotelis. A f. 1r, nel margine inferiore, la nota di possesso di Monte Oliveto (sec. XV ex.): Iste liber est Montis Oliveti de Haccona. Ancora a f. 1r, nel margine superiore (sec. XV ex.): Maneat in XV° (riscritto su rasura) bancho partis orientis (scritto sopra linea su occidentis, espunto); a fianco di altra mano (sec. XVI): Et est eiusdem monasterii Montis (scritto su rasura) Oliveti principalis sig. (scritto su rasura) H.V. Sul dorso, la segnatura olivetana (sec. XVIII): B.26; al di sopra, tracciato sul cartellino in pelle profilato in oro recante il titolo, un numero (sec. XVIII): 61. Ancora sul dorso, un cartellino cart. incollato, con la segnatura precedente della Biblioteca pubblica senese (sec. XIX): L.3.27. A f. 1r, nel margine inferiore, vergata in rosso, la notizia del passaggio del ms. alla Biblioteca comunale di Siena in data 17 gennaio 1811, di mano del bibliotecario Luigi De Angelis. Sulla controguardia anteriore, in alto, un numero a matita (sec. XX): N° 122.
Bibliografia Ilari La Biblioteca (1845), II p. 12; Repertorium Hymnologicum (1892); Aristoteles Latinus. Codices (1957), II p. 1072 nr. 1562; Kristeller Iter Italicum (1992), VI p. 213

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

Risorse esterne collegate
Siena, BCI H.VI.2, f. 19v
Siena, BCI H.VI.2, f. 1r
Siena, BCI H.VI.2, f. 6v

Permalink: http://www.mirabileweb.it/CODEX/siena-biblioteca-comunale-degli-intronati-h-vi-2/213723

Responsabile descrizione interna CODEX

Siena, Biblioteca Comunale degli Intronati, H.VI.10

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni

sec. XIII ultimo quarto data stimata
membr.
ff. II, 179, III', numerazione moderna a penna comprensiva della guardia membr. antica, segnata 178, con ripetizione dei nnr. 8, 84 e salto di un foglio fra i ff. 24-25; nuova numerazione recente a matita; ff. I, III', cart. di restauro; ff. II, II', cart. recenti; f. I', membr. antico; fascicoli 1-4 (8), 5 (2), 6-10 (8), 11 (6), 12-13 (8), 14 (6), 1 5(8), 16 (14), 17-23 (8): richiami orizzontali per lo più rifilati
Dimensioni: 259 x 178 (f. 27); 256 x 179 (f. 59) ; specchio di scrittura: 30 [140] 89 x 30/3 [88] 3/54 (f. 27r); 34 [164] 58 x 32 [100] 47 (f. 59r);  rr. 33/ll. 32 (f. 27r); rr. 31/ll. 30 (f. 59r), rigatura a secco

Scritture e mani : littera textualis semplificata

Presenza di note
Sono presenti fitte note ai margini (cfr. descrizioni interne)


Decorato
Iniziali filigranate: iniziali minori alternativamente rosse filigranate in violetto e blu in rosso
Rubricato: segni di paragrafo rossi e blu alternati; rubriche

Legatura di restauro, in assi nude e quarto di pelle
Stato di conservazione
I foglio iniziali sono dilavati e parzialmente evaniti con conseguenti difficoltà di lettura

Nomi Angelicus de Vecchiis Senensis frater, possessore (sec. XVII)
Storia del manoscritto Il ms. è probabilmente unione sincrona di due unità (ff. 1-34 e 35-179) affini per contenuto e caratteri estrinseci. A f. 1r, nel margine superiore, una nota di possesso (sec. XVII): Fratris Angelici de Vecchiis Senensis.
Bibliografia Ilari La Biblioteca (1844), II p. 12; Aristoteles Latinus. Codices (1955), II p. 1073 nr. 1565; Minio-Paluello Analytica post. (1968); Kristeller Iter Italicum (1992), VI p. 213; Magee De divisione (1994), p. 49

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

numero d'ordine: V

numero d'ordine: VI

numero d'ordine: VII

numero d'ordine: VIII

Risorse esterne collegate
Siena, BCI H.VI.10, f. 149r
Siena, BCI H.VI.10, f. 19r
Siena, BCI H.VI.10, f. 79r
Siena, BCI H.VI.10, f. 8r

Permalink: http://www.mirabileweb.it/CODEX/siena-biblioteca-comunale-degli-intronati-h-vi-10/213724

Responsabile descrizione interna CODEX

Siena, Biblioteca Comunale degli Intronati, H.IX.2

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni

sec. XIV primo quarto data stimata
membr.
ff. 79, numerazione antica e moderna a penna poi corretta da un'altra coeva; fascicoli 1-2 (8), 3 (9), 4 (8), 5 (6), 6-7 (8), 8(6), 9 (8), 10 (10), 11-20 (8), 21 (2), 22-27 (8), 28-29 (10), 30-31 (8), 3 2(10): richiami orizzontali, a volte parzialmente rifilati; il f. 17, singolo e ultimo della prima opera, è stato incollato al fasc. 3 (ff. 18-25); il fasc. 8 (ff. 56-61) ha perso gli ultimi due fogli, con conseguente perdita di testo
Dimensioni: 216 x 132 (f. 10); specchio di scrittura: 17 [133] 66 x 20 [75] 37 (f. 10); 14 [132] 70 x 20 [74] 38 (f. 229); rr. 20 / ll. 19
Presenza di note
vd. Storia del ms.


Decorato
Iniziali semplici; Iniziali filigranate; Iniziali figurate: iniziale figurata solo a f. 59v
Rubricato

Legatura moderna con assi di recupero
Stato di conservazione
Il ms. è parzialmente slegato

Nomi Bernardinus Antonii de Spanochiis magister artium et medicinae, possessore (sec. XV. 2)
Storia del manoscritto Il manoscritto, unitario non omogeneo, è costituito da un nucleo originale (ff. 80-227, 236-253), databile agli inizi del sec. XIV, restaurato non molto tempo dopo (sec. XIV primo quarto) nelle parti cadute (i ff. 228-235 sanano la caduta del testo iniziale del De sophisticis elenchis) e aumentato di ben dieci fascicoli (ff. 1-79), contenenti le opere ai nrr. 1-4.
La compagine presenta lunghe annotazioni marginali, trecentesche e successive. Una mano più tarda, del sec. XV, ha tracciato i tituli. La controguardia anteriore è un frammento di recupero da un codice liturgico del sec. XII; la controguardia posteriore è un frammento di recupero da un codice medico del sec. XIII.
A f. 253v due elenchi delle opere: uno di mano del sec. XV. 1 e l'altro di mano del possessore (sec. XV. 2), del quale si legge la nota di possesso: Iste liber est mei Bernardini Antonii de Spanochiis; infine, nota sulla consistenza del codice, di mano del sec. XVIII.
Bibliografia Aristoteles Latinus. Codices, pp. 1073-1074 nr. 1566

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

numero d'ordine: V

numero d'ordine: VI

numero d'ordine: VII

numero d'ordine: VIII

Risorse esterne collegate
Siena, BCI H.IX.2, f. 17v
Siena, BCI H.IX.2, f. 18r
Siena, BCI H.IX.2, f. 1r
Siena, BCI H.IX.2, f. 59v

Permalink: http://www.mirabileweb.it/CODEX/siena-biblioteca-comunale-degli-intronati-h-ix-2/213725

Responsabile descrizione interna CODEX

Volterra (Pisa), Biblioteca Comunale Guarnacci, LIV.5.15 (inv. 5999)

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni

sec. XIII-XIV data stimata
membr.
ff. 144, I', numerazione meccanica sul margine superiore esterno; guardia posteriore, controguardia anteriore e posteriore di recupero, da un ms. musicale con notazione diastematica su un rigo giallo e uno rosso; fascicoli 1-5 (10), 6 (4), 7-15 (10): i ff. 1-2, 10 e il fasc. 6 (ff. 51-54) sono palinsesti, aggiunti nel sec. XV ad integrazione di parti cadute; manca un fascicolo fra f. 124 e f. 125
Dimensioni: 246 x 183 (f. 25); specchio di scrittura: 39 [132] 75 x 37 [82] 64 (f. 25r); rr. 28/ll. 27
Presenza di note
Note interlineari e marginali, glosse e schemi in margine


Decorato
Iniziali semplici; Iniziali filigranate: iniziali semplici sui fogli palinsesti
Rubricato
Notazione musicale: sulle controguardie di recupero (vd. supra)

Legatura moderna, d'amatore (assi di legno, dorso e punte in pelle, coperta di carta)
Stato di conservazione Vari fogli sono interessati da una leggera caduta di inchiostro; macchiati gli ultimi fogli e quasi illeggibile il f. 144v

Bibliografia Mazzatinti Inventari (1892), II p. 181 nr. 15; Funaioli Index Guarnacciana (1910), p. 109; Aristoteles Latinus. Codices (1955), II p. 1128 nr. 1654; Pomaro Volterra (1982), p. 214; Kristeller Iter Italicum (1992), VI p. 292

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

numero d'ordine: V

numero d'ordine: VI

Risorse esterne collegate
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 124v
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 125r
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 12v
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 1r
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 32v
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 3r
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 44v
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 48r
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 54v
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 55r
Volterra, BGuar LIV.5.15 (inv. 5999), f. 84v

Permalink: http://www.mirabileweb.it/CODEX/volterra-(pisa)-biblioteca-comunale-guarnacci-liv-/219638

Trovati 7 records. Pagina 1 di 11

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

Se disabiliti questi cookies non sarai in grado di salvare le tue preferenze. Ciò significa che tutte le volte che visualizzi www.mirabileweb.it dovrai impostare nuovamente le impostazioni cookies. (Non consigliato)

Cookie di terze parti



Questo sito Web utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito e le pagine più popolari.


Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Disabilitato

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy