Si informano i lettori che dal 19 settembre 2018 Mirabile funziona su un motore di ricerca pi� avanzato e open source, che consente una maggiore efficienza delle funzionalit� offerte e l'implementazione di nuove in un prossimo futuro.
La fase di testaggio della nuova infrastruttura � stata condotta dalla redazione dell'Archivio Integrato per il Medioevo (AIM).
A fronte di malfunzionamenti inattesi, che potrebbero verificarsi a proposito di domande complesse, il lettore � pregato di segnalarlo alla redazione, utilizzando il seguente indirizzo redazione@mirabileweb.it. E noi lo ringraziamo di questa collaborazione.

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

18 risultati in MEL, è necessario abbonarsi per visualizzare i risultati
Regula Pauli et Stephani in MEL
Regula Pauli et Stephani
Trovati 2 records. Pagina 1 di 11
 Philippe Bernard A-t-on connu la psalmodie alternée à deux choeurs, en Gaule, avant l'époque carolingienne? I Examen critique des sources («à suivre») RB 114 (2004) 291-325

Abstract

L'A. nel preparare l'edizione critica di due ... Leggi tutto
L'A. nel preparare l'edizione critica di due brevi trattati liturgici, falsamente attribuiti al vescovo Germano di Parigi († 576), che sono stati in realtà redatti da un anonimo chierico, verosimilmente all'inizio del sec. VIII, è stato attirato dall'espressione alternis vocibus usata dall'autore per qualificare il modo di cantare la prophetia, cioè il cantico di Zaccaria (Lc. I, 68-79), che sembrerebbe sottintendere l'esistenza di un coro a due voci che si alternano cantando un versetto o un semiversetto a turno. Il proposito è quello di ricostituire non solamente le forme musicali di un canto molto originale, ma anche più in generale di misurare il grado di affidibilità del vocabolario usato dai testi tardoantichi per designare le realtà liturgiche e di cercare di sapere se esistono in questa epoca delle forme lessicali che permettono, perlomeno in modo verosimile, di reperire le differenti forme di salmodia praticate dai chierici. L'A., dunque, ricerca l'esistenza della salmodia alternata (o antifonata) nelle fonti tardoantiche: le fonti epigrafiche (l'epitaffio di Claudiano Mamerto, vescovo di Vienne morto nel 474 scritto da Sidonio Apollinare, e l'epitaffio di Nicezio vescovo di Lione nel 573), i testi normativi (gli atti dei concili che si sono tenuti in Gallia tra il concilio di Arles del 314 e il Concilium Germanicum del 742/743), le regole monastiche (la Regula monachorum di Colombano, la Regula di Fruttuoso di Braga, l'ordo officii degli Statuta sanctarum virginum e della Regula monachorum di Cesario di Arles e della Regula ad monachos del suo secondo successore Aureliano di Arles) e le altre regole monastiche tardoantiche (la Regula Magistri, la Regula Benedicti e la Regula Pauli et Stephani), le fonti narrative (i Decem libri historiarum, in particolare la celebre descrizione nel l. X cap. 1 della septiformis letania organizzata a Roma da Gregorio Magno nel 590, il De cursu stellarum ratio, il Liber in gloria confessorum Gregorio di Tours; i Dialogi di Gregorio Magno, la Vita Columbani di Giona di Bobbio), le fonti agiografiche costituite dalle vite di 130 santi vissuti in Gallia, redatte tra la fine del IV e l'VIII secolo. Tutti i testi esaminati dimostrano che la salmodia alternata a due cori in realtà non viene pressoché menzionata nelle fonti anteriori all'epoca carolingia come nelle Etymologiae e nel De ecclesiasticis officiis di Isidoro di Siviglia, dove il termine antiphona è attestato con il significato di voce alternata, sebbene tale definizione sia solo teorica. Le prime reali e chiare testimonianze sulla salmodia alternata a due cori si trovano solo in piena epoca carolingia come ad esempio nell'Ordo Romanus XV (paulo post 750), nell'Istitutio de diversitate officiorum (ca. 800-811) di Angilberto, negli Statuta Murbacensia (a. 816), nelle tre redazioni del Liber officialis e nel Liber de ordine antiphonarii di Amalario († paulo ante 852), e infine nell'Ordo Romanus X della prima metà del sec. X (a cui si potrebbero aggiungere il Memoriale qualiter della fine del sec. VIII e i Capitula notitiarum redatti poco dopo l'817, in cui si parla dell'esistenza di un sinister chorus e di un dexter [chorus]). L'A. passa poi ad esaminare i trattati di teoria musicale come la Musica disciplina redatta da Aureliano di Réome nella seconda metà del sec. IX, il cui ms. più antico (Valenciennes, BM, 148) è stato copiato nella seconda metà del sec. IX ed è appartenuto ai monaci di Saint-Amand, e la Commemoratio brevis redatta tra la fine del sec. IX e l'inizio del X nel nord della Francia attuale. Alcune fonti carolingie tuttavia, come la Regula canonicorum di Crodegango di Metz († 766), l'Admonitio generalis di Carlo Magno, l'Epistola ad Carolum Magnum imperatorem di Leidrado di Lione, l'Epistola ad Nebridium di Helisachar, la Vita Benedicti Anianensis di Ardo d'Aniane, il Libellus de exordiis et incrementis di Valafrido Strabone, l'Expositio in Regulam sancti Benedicti dell'abate Smaragdo di Saint-Mihiel, nelle anonime expositiones missae e nei Gesta Karoli di Notkero. Secondo l'A., pertanto, la lettura di tutta questa documentazione dimostra da una parte che l'epoca carolingia conosceva e praticava la salmodia alternata a due cori e dall'altra che il vocabolario per definirla deve ancora fissarsi. Tale pratica in seguito diviene il modo normale del canto dei salmi a Cluny nell'XI sec., come è attestato nelle Consuetudines Cluniacenses messe a punto tra il 1079 e il 1086 dal monaco Uldarico di Ratisbona su richiesta dell'abate Ugo, preminenza confermata nel secolo successivo dagli statuti di Pietro il Venerabile (1146-1147). La salmodia alternata a due cori è dunque una pratica che comincia ad avere un'estensione significativa solo a partire dall'epoca carolingia e che s'impone alla fine divenendo a partire dal sec. XI, grazie a Cluny, il modo normale e universale di cantare i salmi in comunità.
Riduci

Argomenti e indici
Musica
Actuum praeliminarium synodi primae Aquisgranensis commentationes (Ad memoriam vestram, fratres karissimi, revocare scripto decrevimus ea quae verbis et capitulis proxime a sancta synodo... )
Agiografia
Benedictus Anianensis abbas n. 750 ca., m. 11-2-821
Claudianus Mamertus, Fortleben
Columbanus (al. Columba) Luxoviensis et Bobiensis abbas n. 543 ca., m. 23-11-615
Commemoratio brevis de tonis et psalmis modulandis
Concili e sinodi
Consuetudines Cluniacenses
Expositio brevis antiquae liturgiae Gallicanae (Capitula patrum traditionum suscipimus... Quia fauente Domino... )
Expositio missae (Introitus missae cui convenit?... )
Karolus Magnus rex
Liturgia gallicana
Memoriale qualiter (In primis, nocturnis horis... )
Ordines Romani
Regole, consuetudini e capitoli
Regula Magistri
Regula Pauli et Stephani (Imprimis ergo hortamur, ut timorem Dei et mutuam charitatem et unanimitatem omnes in bonis studiis habeamus... )
Alcuinus n. 730/735, m. 19-5-804, Admonitio generalis (Regnante domino nostro Iesu Christo in perpetuum. Ego Carolus, gratia dei eiusque misericordia donante rex et rector regni Francorum Considerans pacifico piae mentis intuitu una cum sacerdotibus et consiliariis nostris abundantem in nos nostrumque populum Christi regis clementiam)
Amalarius Symphosius, Mettensis chorepiscopus n. 775 ca., m. 850/853, De ordine antiphonarii
Amalarius Symphosius, Mettensis chorepiscopus n. 775 ca., m. 850/853, Liber officialis
Angilbertus Centulensis abbas n. 750 ca., m. 18-2-814, Institutio de diversitate officiorum
Ardo Anianensis monachus n. 783, m. 7-3-843 ca., Vita sancti Benedicti abbatis Anianensis et Indensis (Dominis merito venerabilibus... Iampridem, dilectissimi fratres, vestrae ad me delatae sunt litterae... Igitur vir ven. nomine et merito Benedictus ex Getarum genere... )
Aurelianus Arelatensis episcopus n. 523, m. 16-6-551, Regula ad monachos
Aurelianus Reomensis monachus fl. 840/850, Musica disciplina
Benedictus Casinensis abbas n. 480 ca., m. post 547, Regula
Caesarius Arelatensis episcopus n. 470 ca., m. 27-8-542, Regula monachorum
Caesarius Arelatensis episcopus n. 470 ca., m. 27-8-542, Statuta sanctarum virginum
Chrodegangus Mettensis episcopus n. 712, m. 6-3-766, Regula canonicorum
Columbanus Luxoviensis et Bobiensis abbas n. 543 ca., m. 23-11-615, Regula monachorum
Fructuosus Bracarensis episcopus n. 600/610, m. 9-4-665 ca., Regula monachorum (Post dilectionem Dei et proximi domini quod est... Primae horae observanda mensura sancita est dicente propheta... )
Germanus Parisiensis episcopus pseudo, Expositio brevis antiquae liturgiae Gallicanae (Capitula patrum traditionum suscipimus... Quia fauente Domino... )
Gregorius I papa n. 540 ca., m. 604, Dialogorum libri IV
Gregorius Turonensis episcopus n. 30-11-538/539, m. 594 ca., De cursu stellarum ratio (Plerique philosophorum, dum studiis... )
Gregorius Turonensis episcopus n. 30-11-538/539, m. 594 ca., Decem libri historiarum
Gregorius Turonensis episcopus n. 30-11-538/539, m. 594 ca., Libri VIII miraculorum [comprehenduntur: Liber in gloria martyrum, Liber de passione et virtutibus sancti Iuliani martyris, Libri I-IV de virtutibus sancti Martini episcopi, Liber vitae patrum, Liber in gloria confessorum]
Helisachar v. 808, m. post 835, Epistola ad Nibridium archiepiscopum Narbonensem [aa. 819-822; de emendatione antiphonarii Gallicani agitur] (Reverentissimo meritoque venerando Nibridio Narbonensis aecclesiae flore virtutum exornato archiepiscopo, Helisachar inutilis et omnium exiguus in Domino Deo aeternae prosperitatis salutem... Meminisse credimus sanctam paternitatem vestram, quod dudum quando apud Aquasgrani palatium... )
Ionas Bobiensis fl. 618-659, m. post 659, Vita sancti Columbani (Dominis eximiis... Memini me ante hoc ferme triennium... Rutilantem atque eximio fulgore micantem ss. praesulum... Columbanus etenim, qui et Columba, ortus Hibernia insula ... Lux et occiduas pontum descendit in umbras...... )
Isidorus Hispalensis episcopus n. 560 ca., m. 4-4-636, De ecclesiasticis officiis
Isidorus Hispalensis episcopus n. 560 ca., m. 4-4-636, Etymologiarum libri XX
Karolus Magnus rex n. 742, m. 28-1-814, Capitularia
Leidradus Lugdunensis archiepiscopus m. 28-12-816, Epistolae
Notkerus Balbulus n. 840 ca., m. 6-4-912, Gesta Karoli (Omnipotens rerum dispositor ordinatorque regnorum... )
Petrus Venerabilis n. 1092/1094, m. 25-12-1156, Statuta
Sidonius Apollinaris, Fortleben, Epistolae
Smaragdus Sancti Michaelis Virdunensis abbas fl. 819-830 ca., Expositio in Regulam sancti Benedicti
Udalricus Cellensis prior n. 1029, m. 14-7-1093, Antiquiores consuetudines Cluniacensis monasterii
Walahfridus Strabo n. 808/809, m. 18-8-849, Libellus de exordiis et incrementis quarundam in observationibus ecclesiasticis rerum

Luoghi: Cluny

Francia

Manoscritti

Scheda N: 27 - 5258

Permalink: http://www.mirabileweb.it/mel/-a-t-on-connu-la-psalmodie-alternée-à-deux-choeurs/503622

 Jacques Biarne La vie quotidienne des moines en Occident du IVe au VIe siècle
in
Moines d'Orient et d'Occident. La premiers siècles. Actes du Colloque (Sénanque, 15-17/9/1982) Sainte-Marie du Mont (Forges), Cisterciens de la Stricte Observance 1987 =CollCist 49 (1987) 3-19

Abstract

La vita quotidiana dei monaci viene presa in considerazione ... Leggi tutto
La vita quotidiana dei monaci viene presa in considerazione nei suoi diversi aspetti, esaminando le diverse concezioni di spazio e di tempo ed il modo di vivere che ne consegue. Ogni parte si articola in tre punti dove vengono analizzate le problematiche secondo l'A. fondamentali per comprendere il fenomeno monastico: la sottomissione, l'ascesi ed il senso psicologico di «rottura» con il mondo. Tra i testi che rientrano nei limiti cronologici di questo studio vengono citati fra l'altro la Regola di Benedetto, la Regula Tarnantensis, la Regula Ferreoli, la Regula Magistri, la Regula Pauli et Stephani e la Vita dei Padri del Giura.
Riduci

Recensioni e segnalazioni

Argomenti e indici

Scheda N: 10 - 4244; 11 - 4429; R - M

Permalink: http://www.mirabileweb.it/mel/-la-vie-quotidienne-des-moines-en-occident-du-ive-/121343

Trovati 2 records. Pagina 1 di 11

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

I cookie tecnici devono essere sempre abilitati per poter usufruire dei servizi di base sel sito web.

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy