Si informano i lettori che dal 19 settembre 2018 Mirabile funziona su un motore di ricerca più avanzato e open source, che consente una maggiore efficienza delle funzionalità offerte e l'implementazione di nuove in un prossimo futuro.
La fase di testaggio della nuova infrastruttura è stata condotta dalla redazione dell'Archivio Integrato per il Medioevo (AIM).
A fronte di malfunzionamenti inattesi, che potrebbero verificarsi a proposito di domande complesse, il lettore è pregato di segnalarlo alla redazione, utilizzando il seguente indirizzo redazione@mirabileweb.it. E noi lo ringraziamo di questa collaborazione.

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Sermones et prothemata in CODEX
Sermones et prothemata
Trovati 3 records. Pagina 1 di 11
Responsabile descrizione interna CODEX

Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo, 423

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni

sec. XV ultimo quarto
cart.
Luogo di copia Arezzo (sec. XV ultimo quarto)
ff. VI, 237, VI', ff. numerati 241: numerazione recente a matita estesa al quinto e sesto foglio di guardia iniziale e al primo e secondo foglio di guardia finale; la numerazione originale a penna sul margine destro superiore computa a partire dal f. 12 prima in cifre arabe (1-9), poi in numeri romani (10-231), che ripete XX, omette LVIII, ripete LXXXV, omette CXII, CLXII, CLXXVI e CCXXVII; i ff. I-IV e III'-VI' sono cartacei recenti di restauro; i ff. V-VI (numerati 1-2) e I'-II' (numerati 240-241) sono membranacei antichi di recupero da due manoscritti diversi ma entrambi di contenuto patristico e liturgico (sec. XII); fascicoli 1 (5), 2-3 (2), 4 (12), 5-7 (16), 8-9 (12), 10-11 (14), 12 (16), 13 (18), 14-15 (16), 16 (20), 17 (8), 18 (12), 19 (10): il fasc. 1, in origine un duerno, ha il quinto foglio aggiunto
Dimensioni: 293 x 218; specchio di scrittura: 43 [185] 65 x 27 [153] 38; rr. 0/ll. 25 (variabili)
Lingua copisti latino; volgare italiano

Presenza di note
Numerose note a margine di mano del copista Cristoforo del Biada


Rubricato

Legatura di restauro

Ente possessore Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.); Arezzo, S. Maria della Misericordia, fraternita (Fraternita dei Laici) (sec. XIX - 1952); Arezzo, SS. Laurentino e Pergentino, chiesa (sec. XV ex. - XVII) (?)
Nomi Cristoforo del Biada, copista e possessore (sec. XV ultimo quarto)
Precedenti segnature Q.II-17, Camaldoli (Arezzo), Eremo OSBCam (sec. XVII ex.)
Storia del manoscritto Questo zibaldone, di mano unica (ad eccezione dei ff. 198-201), inizia a f. 1r, margine sup., con la data 1482 e si chiude al f. 239v con un'annotazione veloce e da non considerarsi elemento di datazione per i testi (o per il testo finale), ma che comunque individua l'arco di lavorazione e utilizzo del manoscrittto all'ultimo quarto del sec. XV.
Al f. 239v è presente un'ulteriore datazione: 1490. Da questo millesimo in din sotto per in fino al mille 77 sono 413 anni che sancto Romualdo morì. Sempre al f. 239v nota di possesso (sec. XV ex.): Hic liber est domini Cristofori del Biada. Al f. 7v, nella serie dei diversi indici che occupano i fogli iniziali, si legge: Qui di sotto ene una tavola delle chose che sono in uno quaderno segnato Christofano, ciò permette di supporre che il possessore Cristoforo del Biada sia anche il copista.
Il manoscritto dovrebbe provenire in prima battuta dalla chiesa dei Ss. Laurentino e Pergentino, della quale il del Biada era priore, e avere un percorso analogo al ms. BML Conv. Soppr. 519; difficile precisarne i passaggio a Camaldoli.
Al f. 3r nota di possesso dell'Eremo di Camaldoli con segnatura moderna corrispondente al catalogo C (sec. XVII ex.): Inscrip(t). Catalogo S(acr). E(r). C(am). Q.II-17
Il codice è rintracciabile nel catalogo C (vd. in bibl. Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca, p. 492 nr. 17: ms. non individuato). Ai ff. 3r, 239v e 241v timbri della Fraternita dei Laici di Arezzo (sec. XIX).
Bibliografia Mazzatinti Inventari (1896), VI p. 239; Magheri Cataluccio-Fossa, Biblioteca (1979); Menestò Codici datati (1981), p. 331; Mss. med. AR (2003), p. 22, pp. 75-76 scheda 73, tav. XCII, p. 133

numero d'ordine: I

I. ff. 12r-133v Sermones et prothemata
sermo 1 inc. Ubi est thesaurus (Mt 6, 21) - Dicit beatus Augustinus quod anima plus est
prothema 1, f. 124r inc. Ubi est thesaurus (Mt. 6, 21) - Nam quod est triplex thesaurus est primo dic(ti)one thesaurus operum
Note sermoni in latino e volgare dalla feria IV ante Dominicam XLe alla Domenica di Passione; da f. 124r prothemata in latino e volgare per il tempo quaresimale; inframezzati sermoni, prothemata de diversis, excerpta biblici e patristici.
Il testo è preceduto, ai ff. 3r-11v, da tre diverse tavole riferentesi al manoscritto - che è di lunga lavorazione -; la tavola ai ff. 8v-11v fa riferimento ai testi contenuti nei ff. 12r-197v.

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

numero d'ordine: V

numero d'ordine: VI

numero d'ordine: VII

numero d'ordine: VIII

numero d'ordine: IX

numero d'ordine: X

numero d'ordine: XI

numero d'ordine: XII

numero d'ordine: XIII

numero d'ordine: XIV

numero d'ordine: XV

numero d'ordine: XVI

Risorse esterne collegate
Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 423, f. 12r
Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 423, f. 150r
Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 423, f. 239v
Arezzo, Biblioteca Città di Arezzo 423, f. 7v

Permalink: http://www.mirabileweb.it/CODEX/arezzo-biblioteca-città-di-arezzo-423/213373

Responsabile descrizione interna CODEX

Firenze, Biblioteca Provinciale dei Frati Minori, 4 (olim C. 1)

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni

sec. XIV.1 data stimata
Il manoscritto è una raccolta fortemente disorganica di materiale vario ad utiltà di un frate nell'esercizio di funzioni probabilmente legate alla formazione spirituale dei novizi; i blocchi testuali hanno confini labili e le tematiche si mescolano. La schedatura Codex è sommaria.
membr.
ff. II, 414, I', numerazione complessiva recente; antica rubricata 1-84, seguita da altra parziale 1-193 (attuale nr. 86-274) e, dall'attuale nr. 275, ancora 1-108 (attuale 392)
Dimensioni: 140 x 99; specchio di scrittura: 15 [100] 25 x 9 [68] 22; rr. 29/ ll. 28 (f. 104)

Rubricato

Legatura moderna in cuoio su assi
Stato di conservazione
Velatura parziale ai fogli iniziali

Storia del manoscritto Sul dorso cartellino con profili blu e segnatura C.1 (sec. XX).
Bibliografia Mohan Initia (1978); Cenci Vademecum (1997), pp. 427-463

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

numero d'ordine: III

numero d'ordine: IV

IV. ff. 84r-274v Sermones et prothemata
text. inc. Cum intrasset in Ierosolimam (Mt. 21) - Salomonis illud (?) temp(ore) ecclesie

numero d'ordine: V

numero d'ordine: VI

numero d'ordine: VIII

Risorse esterne collegate
Firenze, BPFM 4, f. 1r
Firenze, BPFM 4, f. 40r
Firenze, BPFM 4, f. 414v
Firenze, BPFM 4, f. 75r

Permalink: http://www.mirabileweb.it/CODEX/firenze-biblioteca-provinciale-dei-frati-minori-4-/213815

Responsabile descrizione interna CODEX

Siena, Biblioteca Comunale degli Intronati, G.IX.28

Apri tutte le sezioni / Chiudi tutte le sezioni

sec. XIV.2 data stimata
cart.
ff. I, 68, cartulazione antica a penna in numeri arabi; il foglio di guardia, membr., di recupero, proviene da un ms. del sec. XII (?); fascicoli 1-3 (12), 4-5 (10), 6 (12): il fascicolo 6 è un setterno decurtato dei due fogli finali
Dimensioni: 226 x 148 (f. 19), 226 x 151 (f. 42); specchio di scrittura: variabile: 25 [160] 41 x 15 [54 (9) 55) 15 (f. 19r), 12 [187] 27 x 10 [60 (10) 58] 13 (f. 42r), 21 [171] 34 x 15 [122] 15 (f. 58r); rr. 31/ll. 30 (f. 19r), rr. 40/ll. 39 (f. 42r), rr. 47/ll. 47 (f. 58r), rigatura a colore

Decorato
Iniziali filigranate: ma spesso la filigrana non è stata eseguita
Rubricato: maiuscole toccate di rosso, segni di paragrafo nel medesimo colore; rubriche

Legatura antica, in pergamena rossiccia su assi lignee; dorso a tre nervi doppi.
Stato di conservazione
Il ms. è parzialmente sfascicolato.

Ente possessore Siena, S. Francesco, convento OFM
Nomi Niccolò di Bertoldo Fuscarani magister OFM, possessore (sec. XIV.2); Ludovicus de Asciano, possessore (sec. XV)
Storia del manoscritto Si tratta di un manoscritto unitario non omogeneo, nel quale il nucleo iniziale, forse più antico, corrispondente agli attuali ff. 1-23, è stato proseguito all'inizio del sec. XV, utilizzando il medesimo supporto cartaceo; a tale mano primo quattrocentesca si deve verosimilmente anche la cartulazione che numera tutto il codice. L'attribuzione a Niccolò di Bertoldo Foscarani avanzata nella nota a f. Ir è da verificare.
A f. 1r, nel marg. inf., una sottoscrizione coeva che potrebbe avere un collegamento con i testi, non precisabile: d. fratris Thome Iohannis subscripsit XI° iulii XIe indictionis.
A f. 24vb (sec. XV?): Tiemi caro perché trovarai buone cose in questo libro.
Fra i ff. 53-54 un foglietto inserito nella legatura con integrazioni relative al f. 54ra, della stessa mano del testo.
Sulla controguardia poster., prove di penna e note di possesso (sec. XV), alcune parzialmente erase e/o deperdite per caduta del supporto cartaceo e solo in parte restituibili ai raggi ultravioletti: Iste liber est fratris Ludovici de Asciani ordinis Minorum quem habuit a magistro Nicolao Bertaldi(?) in tenero(???) celebrare missas sancti Gregorii e Iste liber est [...] in asacra (sic) theologia [...] pro cessi[...] de Aquapendenti.
La cucitura centrale dei fascicoli è stata rinforzata con strisce membr. di recupero, provenienti da un ms. del sec. XIII (?), ma l'esigua porzione utilizzata non consente di identificarne la tipologia (si tratta forse di un codice liturgico).
Sul piatto anter. della legatura un cartellino mod.: AA n° 12. Sermoni varii.
A f. Ir ad inchiostro nero (sec. XVIII): Sermoni vari del P. magistero Niccolò di Bertoldo da Siena min. conv. che fiorì nel principio del sec. XV; in basso, della stessa mano: Del convento di S. Francesco di Siena.
Ancora a f. Ir (sec. XIX): Ha carte 68 e mutilo in fine.
Bibliografia Ilari La Biblioteca (1846), V p. 227

numero d'ordine: I

numero d'ordine: II

II. ff. 56r-62v Sermones et prothemata
text. inc. Exaudi, Domine, clamorem populi huius (Nm. 20) -- Duo neccessaria debet habere quelibet petitio digna exauditione
notabilia, f. 63ra inc. Homines sunt in duplici differentia, quia aliqui credunt omnia scire et nullum sciunt
Note Pro puellispro matrepro mulierepro puerispro muliebre viduata, etc.; ai ff. 63ra-65r presenti notabilia

numero d'ordine: III

Risorse esterne collegate
Siena, BCI G.IX.28, f. 1r
Siena, BCI G.IX.28, f. 37r
Siena, BCI G.IX.28, f. 59r

Permalink: http://www.mirabileweb.it/CODEX/siena-biblioteca-comunale-degli-intronati-g-ix-28/215732

Trovati 3 records. Pagina 1 di 11

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

I cookie tecnici devono essere sempre abilitati per poter usufruire dei servizi di base sel sito web.

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy