From the 19th of September 2018, Mirabile will work with a new more efficient open source search engine. This new search engine will allow to implement new features in the future.
The search engine has been tested by the staff of the AIM (Integrated Archives for the Middle Ages).
However, if you encounter problems, expecially with complex queries, please contact the AIM staff at redazione@mirabileweb.it. Thank you for your collaboration

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Scheda TETRA

Godeschalcus Orbacensis monachus n. 805/808, m. 30-10-866/870

Carmina

Titoli di parti dell'opera

inc. Age quaeso perge Clio; Christe mearum; Christe rex regum; Ebo Remense decus; Heu valeo omnigenum; O Deus, miseri; O mi custos, o mi heros; O veneranda Dei suboles; Quo ne tu missus; Spes mea, Christe; Ut quid iubes, pusiole

Riferimenti Te.Tra. vol. I p. 146-51; Repertorium (1984) vol. V p. 172; CSLMA (2010) vol. III pp. 205-11, 514-5; CALMA (2013) vol. IV 4 pp. 385-6

New Haven, CT, Yale University, Beinecke Rare Book and Manuscript Library, 481, 40
Paris, Bibliothèque Nationale de France, lat. 1154, ff. 131va-132rb
Ut quid iubes, Spes mea Christe, Christe rex regum, O Deus miseri, O veneranda Dei suboles
Tradizione del testo: Ogni testo ha tradizione sostanzialmente indipendente, condizione aggravata dalla condanna per eresia subita da Gotescalco: fattore che ha reso ancor più frammentari l'ordinamento testuale e la trasmissione manoscritta (solo il Parigino 1154 raccoglie un gruppo di carmi), insieme alla grande notorietà e diffusione mnemonica e musicata (redazioni neumate in alcuni testimoni di Ut quid iubes e O mi custos; prove di penna) che genera interpolazioni e riscritture. La provenienza di molti testimoni dalla Francia occidentale (area tra Reims, Fleury, Corbie e Tours, nella quale fu attivo Gotescalco dopo l'abbandono di Fulda) e la loro antichità (IX-X) fa propendere per un inizio della trasmissione già durante la vita di Gotescalco. A partire da Cellot e Sirmond, varie edizioni si sono susseguite, tutte di singoli o pochi carmi; alcune sono le principes (Traube per Christe mearum), talvolta sono nuove scoperte (Fickermann, O mi custos e Horarium). L'unica complessiva (a parte Quo ne tu missus) è l'edizione Weber che, migliorando in ogni caso il testo e ampliando la recensione, conferma la attribuzione di Ebo, Remense decus (proposta di Vielhaber) e la non attribuzione di Gesta Apolloni ed Ecloga Theoduli. L'edizione è discussa da Stella, che avanza proposte di emendamenti sulla base di una nuova collazione e ha in preparazione una nuova edizione di O mi custos e Ut quid iubes per il Corpus dei Ritmi Latini IV-IX secolo, vol. I. È impossibile determinare uno stemma comune a tutti i componimenti; esso è ricostruibile solo per alcuni carmi, quelli a tradizione plurima: per O mi custos ci sono due rami, il primo rappresentato dai mss. Città del Vat., Bibl. Ap. Vat., Reg. lat. 1616 + Bern, BB, AA.90.1 (sigla V) e London, BL, Harley 3072 (L), il secondo (accomunato da errori comuni e tre strofe - 70 b,c e d - assenti negli altri) suddiviso in due famiglie: il ms. Paris, BN, lat. 544 (P3) contro il Parigino 1928 (P2) e il ms. Grenoble, BM 265 (G). Anche se nello studio della Weber c'è qualche contraddizione, non è immaginabile stemma diverso. Per il carme Ut quid iubes, i mss. Parigino 1154, Autun, BM, 33 e Montpellier, Bibliothèque de la Faculté de Médicine, H. 219 (M) sono accomunati dalla vistosa lacuna di tre strofe (10-12; il ms. di Autun e M sono accomunati anche da un'iterazione o anticipazione di ritornello a 13, 1) e formano un ramo. I mss. Angers, Bibliothèque Municipale, 477 (461) e Parigino lat. 12140 (P5) compongono l'altro; ci sono ad ogni modo varianti trasversali (il Parigino 1154 e Angers; Angers e M), dovute forse a contaminazione per trasmissione orale. (da Te.Tra. I, scheda a cura di Francesco Stella)
Bibliografia filologica: Marie-Luise Weber, Die Gedichte des Gottschalks von Orbais, Frankfurt am Mein - Berlin - Bern - New York - Paris - Wien 1992; F. Stella, Recensione a M. L. Weber, Die Gedichte..., in «Studi Medievali», 33 (1992), pp. 727-752; B. Bischoff, Gottschalks Lied für den Reichenauer Freund, in Medium Aevum Vivum. Festschrift für Walther Bulst, a cura di H. R. Jauss - D. Schaller, Heidelberg 1960, pp. 61-8 (= B. Bischoff, Mittelalterliche Studien, vol. II, Stuttgart 1966, pp. 26-34); K. Vielhaber, Gottschalk der Sachse, Bonn 1956; C. Lambot, Oeuvres théologiques et grammaticales de Godescalc d'Orbais, Louvain, 1946; N. Fickermann, Wiedererkannte Dichtungen Gottschalks, «Revue Bénédictine» 44 (1932), pp. 314-21; L. Cellot, Historia Gottescalchi praedestinatiani, Parisiis 1655, pp. 415-418 (Age quaeso perge Clio) = PL 121

Risorse esterne collegate
Repertorium
TETRA_015_Godeschalcus - sigle
TETRA_016_Godeschalcus, stemma ed. Weber

Altri progetti collegati:
CALMA
MEL

Permalink: http://www.mirabileweb.it/title/carmina-godeschalcus-orbacensis-monachus-n-805-808-title/5280

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

Se disabiliti questi cookies non sarai in grado di salvare le tue preferenze. Ciò significa che tutte le volte che visualizzi www.mirabileweb.it dovrai impostare nuovamente le impostazioni cookies. (Non consigliato)

Cookie di terze parti



Questo sito Web utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito e le pagine più popolari.


Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Disabilitato

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy