From the 19th of September 2018, Mirabile will work with a new more efficient open source search engine. This new search engine will allow to implement new features in the future.
The search engine has been tested by the staff of the AIM (Integrated Archives for the Middle Ages).
However, if you encounter problems, expecially with complex queries, please contact the AIM staff at redazione@mirabileweb.it. Thank you for your collaboration

MIRABILE

Archivio digitale della cultura medievale
Digital Archives for Medieval Culture

Scheda TETRA

Alcuinus n. 730/735, m. 19-5-804

Compendium in Canticum Canticorum

inc. Vox Synagogae - Osculetur me osculo oris sui. Tangat me dulcedine praesentiae suae, quam saepius a prophetis promissam audivi
expl. quia continua visione te nequeo cernere, saltim crebra visitatione me consolari memento

Riferimenti CALMA vol. I 2 p. 146; CPL n. 1220; CSLMA vol. II p. 116-9; Díaz y Díaz n. 134; Stegmüller n. 464, 1092 + Suppl. 5266-5267; Te.Tra. vol. II p. 41-50; (ed. rif.) Guglielmetti Commento (2004) pp. 117-80

Arras, Bibliothèque Municipale. Médiathèque, 235 (1079) I, ff. 1r-14v
con carm.
Avranches, Bibliothèque Municipale, 109 I, ff. 37-47
Bamberg, Staatsbibliothek, Bibl. 14 (A.I.41) I, ff. 1r-27v
Bamberg, Staatsbibliothek, Bibl. 22 (A.I.47), ff. 5r-17v
Barcelona, Arxiu Capitular de la Catedral (Biblioteca del Cabildo), Còdexs 64, ff. 315ra-320vb
Berlin, Staatsbibliothek zu Berlin - Preußischer Kulturbesitz, theol. lat. 4° 167, ff. 73r-88r
excerpta
Bern, Universitätsbibliothek. Burgerbibliothek (Bibliotheca Bongarsiana), A. 94. 2, ff. 6v-18r
Bologna, Biblioteca Universitaria, 1695 (lat. 877), ff. 74r-84v
Bruxelles, Bibliothèque Royale «Albert Ier», 10611-14 (1374), ff. 76v-83r
Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Reg. lat. 69, ff. 70r-v, 94r-110v
f. 70r-v carm. tra le lettere di Alcuino
Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. lat. 6808, ff. 140r-150r
El Escorial, Real Biblioteca de San Lorenzo de El Escorial, b.IV.17, ff. 40v-61r
con carm.
Fulda, Hessische Landesbibliothek, Aa 2, ff. 72r-76r
incompleto
Kassel, Universitätsbibliothek Kassel - Landesbibliothek und Murhardsche Bibliothek der Stadt Kassel, Theol. 2° 105, ff. 122va-130va
Köln, Historisches Archiv der Stadt Köln (Stadtarchiv), Best. 7020 (Handschriften - W*) 12, ff. 65r-99r
London, British Library, Harley 213, ff. 100-127
London, British Library, Royal 5.E.XIX, ff. 37r-46r
Metz, Médiathèque «Le Pontiffroy» (olim Bibliothèque Municipale), 1212, ff. 409v-433v
Mons, Bibliothèque Centrale de l'Université de Mons-Hainaut (olim Bibliothèque Publique de la Ville; deinde Bibliothèque de l'Université de l'Etat), Fonds anciens 2/225 II, ff. 78r-98r
Paris, Bibliothèque Mazarine, 691, ff. 115v-126v
Paris, Bibliothèque Nationale de France, lat. 3630, ff. 33r-38v
Paris, Bibliothèque Nationale de France, lat. 5577, ff. 137r-155r
Paris, Bibliothèque Nationale de France, lat. 9520 II, ff. 87r-100r
Paris, Bibliothèque Nationale de France, lat. 11997, ff. 142r-152v
Paris, Bibliothèque Nationale de France, lat. 13196, ff. 56r-79r
Roma, Biblioteca Alessandrina (Universitaria), 98, ff. 222r-235r
Rouen, Bibliothèque Jacques Villon (olim Bibliothèque Municipale), A. 292 (26), ff. 34r-47v
con carm.
Rouen, Bibliothèque Jacques Villon (olim Bibliothèque Municipale), A. 353 (160), ff. 129r-143r
Venezia, Biblioteca Nazionale Marciana, lat. II. 69 (2196), ff. 2r-36r
come glossa a Giusto
Wolfenbüttel, Herzog August Bibliothek, Gud. lat. 148 (4452), ff. 82v-98r
Tradizione del testo: Il Compendium è stato pubblicato in due versioni nella Patrologia Latina: in una redazione più ampia all''interno dell''opera di Alcuino in PL 100 (testo di F. Forster, ripreso dall''edizione di Young-Junius) e in PL 83 (testo di F. Arévalo) tra le appendici spurie all''opera di Isidoro (attribuzione suggerita dal ms. di riferimento, parente stretto del ms. Escorial b.IV.17 [E], dove il Compendium segue i Synonima di Isidoro senza titolatura propria). Il testo originale è in realtà quello di PL 83; la recensio longior è attestata solo dal perduto ms. usato da Young.
La tradizione manoscritta è formata da 28 testimoni (una decina sono anteriori alla metà del IX sec.), ma il numero diventa di 62 calcolando quelli perduti ma presupposti dallo stemma.
 
Generalmente l''esposizione è anonima; solo Pm e M la attribuiscono a Beda. 8 mss. la attribuiscono ad Alcuino: A, P (titolatura più recente), Pi, L, Ro (di mano più recente), B, Be e Bu. Alcuni testimoni tramandano altri scritti alcuiniani: Pi e V hanno molte opere, A colloca il compendio tra l''Expositio in Genesim e il De fide sanctae Trinitatis, F trasmette il De baptismi caerimoniis e l''Orthographia, Bu colloca il commento dopo l''Expositio in Ecclesiasten; solitamente però il compendio circola in miscellanee con testi di provenienza varia.
 
L''archetipo Ω era in pessimo stato: alcuni errori sono insanabili, per altri si può ipotizzare una stesura non ancora compiuta da parte dell''autore (materiali tratti dalle fonti ma non ancora ricondotti a coerenza sintattica e di senso). Anche l''assenza di una prefazione o di un''epistola dedicatoria sostiene questa ipotesi; è invece meno probabile che un secondo redattore abbia lavorato su materiale predisposto da Alcuino.
Dall''archetipo discendono tre famiglie: α è la più numerosa ma anche la più corrotta. È identificata da una sola corruttela: la lacuna dell''esegesi ad un versetto. Poichè si tratta di materiale tratto da una fonte secondaria (Giusto di Urgell), si deve escludere sicuramente l''ipotesi che il passo sia interpolato nelle altre famiglie.
Il subarchetipo β è in parte dubbio, ma probabile: infatti gli errori che lo individuano sono per lo più omissioni che non possono dipendere da contaminazione nè da poligenesi. Le altre sottofamiglie sono accertate. In γ è particolare il ms. Me, che è interpolato con elementi tratti da Beda. Dal sottogruppo ι proviene il ms. che ha dato origine al commento anonimo Vox antiquae ecclesiae (sigla Vox), una delle principali fonti di tradizione indiretta del compendio perchè lo ricopia quasi integralmente.
ρ e σ, identificate con sicurezza, hanno un testo più accurato; hanno però avuto poca fortuna.
Nella tradizione dell''Expositio la contaminazione è massiccia: circa metà dei codd. presenta anomalie: reintegro di vocaboli assenti nella famiglia di appartenenza, accostamento di varianti estranee e inserimento di didascalie.
Il commento ha ampia tradizione indiretta. Come detto,Vox lo utilizza ampiamente; Aimone di Auxerre parafrasa Alcuino, utilizzando più materiali di Beda, ma non è identificabile la famiglia da cui Aimone trae la dozzina di citazioni dirette. Rabano Mauro cita nel De rerum naturis, dell''841, una cinquantina di interpretazioni alcuiniane da un testo γ; la Glossa Ordinaria contiene una trentina di citazioni, probabilmente tratte da fonti diverse. La tradizione indiretta offre buone lezioni: esse possono derivare da una linea di trasmissione anteriore all''archetipo, o essere frutto di congettura.
(Da Te.Tra II, scheda a cura di Rossana Guglielmetti)
Bibliografia filologica: Alcuino, Commento al Cantico dei Cantici, e i commenti anonimi Vox ecclesie e Vox antique ecclesie, ed. critica a cura di R. Guglielmetti, Firenze 2004;
F. Arévalo, Sancti Isidori Hispalensis episcopi opera omnia denuo correcta et aucta..., Roma 1797-1803 = PL 83, 1119-32;
Froben Forster, Beati Flacci Albini seu Alcuini abbatis (...) opera, Ratisbonae 1777 = PL 100, 639-64
Gilberti Foliot episcopi Londinensis Expositio in Canticum canticorum, una cum Compendio Alcuini; nunc primum e bibliotheca regia in lucem prodiit, opera et studio Patricii Junii bibliothecarii regii, Londini, ex typographio regiae majestatis, 1638 (in particolare da p. 275)

Risorse esterne collegate
TETRA_070_Alcuinus, Compendium in Canticum Canticorum - siglario
TETRA_071_Alcuinus, Compendium in Canticum Canticorum - stemma

Altri progetti collegati:
MEL

Permalink: http://www.mirabileweb.it/title/compendium-in-canticum-canticorum-alcuinus-n-730-7-title/8542

MIRABILE



Impostazioni Privacy



Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Le informazioni sui cookie sono memorizzate nel tuo browser ed eseguono funzioni di riconoscimento quando ritorni sul nostro sito web e aiuta il nostro team a capire quali sezioni del sito web trovi più interessanti e utili. E' possibile regolare tutte le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Per maggiori informazioni consulta la nostra Pagina Privacy visualizzare i nuovi termini.

Cookie strettamente necessari



I Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Disabilitato

Se disabiliti questi cookies non sarai in grado di salvare le tue preferenze. Ciò significa che tutte le volte che visualizzi www.mirabileweb.it dovrai impostare nuovamente le impostazioni cookies. (Non consigliato)

Cookie di terze parti



Questo sito Web utilizza Google Analytics per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito e le pagine più popolari.


Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Disabilitato

Cookie policy



Maggiori informazioni sulla nostra Cookie Policy